scritto da Stefano Chiri in Tecnica il 20 Apr 2017

Nei dettagli della Yeti Sb5 di Richie Rude

Nei dettagli della Yeti Sb5 di Richie Rude
        
Stampa Pagina

Siamo alla Sea Otter Classic e ci siamo imbattuti nella bici del vincitore delle ultime due Enduro World Series, la Yeti Sb5 di Richie Rude.
In Nuova Zelanda ai Crankworx di Rotorua per la prima tappa delle EWS ha sorpreso la scelta dell’americano di utilizzare la Yeti Sb5 con “soli” 127 mm di travel e ruote da 27,5”.

Yeti Sb5 di Richie Rude

La Yeti Sb5 di Richie Rude. 127mm di travel posteriore con ammortizzatore Fox Float X2, ruote da 27,5″ e forcella Fox 36 Evol da 160 mm. Colori personalizzati turchese e arancione per il telaio, montaggio affidato a Fox e Shimano con ruote Dt Swiss.

Una bici che definiremmo da trail, eppure il campione statunitense ha apportato alcune modifiche che gli hanno permesso di utilizzarla anche durante la seconda tappa in Tasmania.
Ecco le modifiche e gli accorgimenti tecnici che caratterizzano la bici di Richie Rude.

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Per quanto riguarda il movimento centrale e la serie sterzo si affida a componenti Chris King.

Yeti Sb5 di Richie Rude

Il tubo di sterzo è imponente considerati i 127 mm di travel, ma questo fa intendere quanto ci si possa spingere con la Yeti Sb5.

Yeti Sb5 di Richie Rude

Movimento centrale Chris King.

Yeti Sb5 di Richie Rude

Serie sterzo Chris King

Per le ruote la Yeti Sb5 di Richie Rude prevede le nuove Dt Swiss EX 1501 27,5″ in alluminio con canale da 30mm. Gomme Maxxis Aggressor da 2,3″ per la posteriore e Maxxis Minion Dhf da 2,5″ per l’anteriore.

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Trasmissione e freni affidati a Shimano Xtr. Richie Rude per la gara in Tasmania ha utilizzato il cambio Shimano Xtr Di2 con corona da 32 denti e pignoni Xtr 11-40. Per il reparto freni vediamo dischi Ice-Tech da 180 mm per il posteriore e per l’anteriore.

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Richie Rude per la gara in Tasmania ha scelto un’impostazione di guida alta per la sua Yeti Sb5. Considerato che già monta una forcella da 160 mm in luogo della 150 mm originale, ha preferito comunque un manubrio con un rise da 20 mm e 2 cm di spessori sotto l’attacco manubrio (foto in basso).

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Yeti Sb5 di Richie Rude

Ecco come Richie Rude sfrutta lo spazio a disposizione sul telaio 😉

A breve altre curiosità-novità dalla Sea Otter Classic…

 

 

        
Torna in alto