scritto da MtbCult in Tecnica il 30 Ott 2015

Scegliere la Mtb da cross country 2016: tutto quello che dovete sapere

Scegliere la Mtb da cross country 2016: tutto quello che dovete sapere
        
Stampa Pagina

Quando si pensa al cross country il legame con l’agonismo, la Coppa del mondo e le imprese sportive di altissimo livello è immediato.
Le sfide Schurter-Absalon sono ancora nella memoria di tutti noi e il prossimo anno (l’anno Olimpico) ne vedremo ancora delle belle.
Il cross country, quindi, è la specialità di chi ha una forte inclinazione verso le sfide e la competizione in generale e le bici che il mondo della Mtb propone tengono in attenta considerazione questi aspetti.

Nino Schurter e i suoi spettacolari moto whip

Nino Schurter e i suoi spettacolari moto whip hanno animato le ultime stagioni di Coppa del mondo

Anzi, ogni anno l’attenzione verso i dettagli si fa sempre più spinta e ciò ricorda quanto accade nelle massime serie agonistiche in campo motoristico (vedi Formula 1 e MotoGp).
L’Italia, con la sua lunghissima tradizione agonistica, è il Paese nel quale si vendono il maggior numero di hardtail da cross country e, quindi, il numero e il livello di proposte è davvero ampissimo.
Ma come si fa a scegliere una Mtb da cross country?

La Bmc TE01 di Julien Absalon. Qui si è parlato della sua bici e di altre hardtail “importanti”.

PRIMA DI TUTTO LE HARDTAIL
Rispetto al mondo dell’enduro (per il quale vi avevamo proposto un articolo analogo a questo a inizio stagione), la scelta di una bici Xc è un po’ più facile perché è il terreno di dominio delle hardtail, cioè le Mtb con la sola sospensione anteriore.
Qui la differenza la fanno sostanzialmente cinque dettagli:

– diametro ruota: 27,5 o 29 pollici. La ruota più piccola agevola l’agilità e sta pian piano diventando un’alternativa alla ruota più grande, la quale, grazie ai cerchi in carbonio e alle geometrie moderne, è capace di una guida molto precisa e del fatidico maggiore slancio sopra gli ostacoli.

– rapporto peso/rigidità torsionale: quanto è rigida la bici in relazione al suo peso;

– geometria: l’enduro sta diventando un’ispirazione anche per le Mtb da cross country, con tubo superiore più lungo, angolo di sterzo più aperto (addirittura 69°) e carro più corto;

– comfort: mai così tanto considerata come negli ultimi tempi, è una voce che ha senso soprattutto in ambito marathon. Il materiale del telaio influisce direttamente su questa voce;

– materiale del telaio: il carbonio domina, ma il titanio, seppure con numeri davvero piccoli, è una lega metallica ancora molto apprezzata in campo agonistico.

Chi sceglie le hardtail da Xc decide di porre in primo piano leggerezza e rigidità torsionale, caratteristiche che su un circuito da Xc sono da tenere in attenta considerazione.
I tracciati di Coppa del mondo, però, vanno in una direzione un po’ diversa perché diventano sempre più tecnici e richiedono sempre più mezzi di maggiore versatilità.
Per questo motivo le biammortizzate continuano a ricevere molte attenzioni anche da parte degli agonisti e da diverse stagioni non sono più etichettate come “bici per il divertimento”.

La Cannondale Scalpel di Manuel Fumic. Qui i dettagli della sua bici e quelli di altre full di “spessore.

E LE BIAMMORTIZZATE? PERCHE’ NO…
Sono più sofisticate delle hardtail e talvolta anche più raffinate delle bici da enduro, perché la sospensione posteriore di una Mtb da cross country deve avere un livello di efficienza e di comfort molto elevato, ovvero deve raggiungere un compromesso tecnico difficilissimo.

La Specialized S-Works Epic Wc dell'americano Howard Grotts

La Specialized S-Works Epic Wc dell’americano Howard Grotts

Eppure sul mercato se ne vedono diverse di proposte, alcune davvero interessanti.
Quali aspetti considerare nell’acquisto di una full da Xc?
Eccoli di seguito:

– diametro ruota: 27,5 o 29 pollici; stesso discorso per le hardtail. La ruota più grande, però, può limitare il valore di travel posteriore che non supera quasi mai i 100-110 mm.

– efficienza della sospensione: in campo Xc si vedono molto sospensioni dal disegno semplice, cioè pochi pivot, per aumentare la leggerezza e la rigidità torsionale (almeno sulla carta), aiutate da ammortizzatori con tuning ad hoc e spesso bloccabili dal manubrio (vedi Cannondale Scalpel) per la massima efficienza. Ma esistono anche sospensioni più elaborate, con più pivot, con una curva di compressione più personalizzabile e addirittura con controlli automatici (il Brain di Specialized).

– il valore dell’escursione posteriore: proviamo a fare chiarezza: il valore di travel per l’agonismo Xc è inferiore a 100 mm. Oltre, cioè 100-110 mm, andiamo in campo marathon, cioè verso bici un po’ più comode pensate per le lunghe distanze. Ma ci sono anche modelli con corsa di 115 mm e oltre che sfuggono all’etichettatura “Xc” canonica. Sono per lo più bici americane la cui dote principale è la versatilità. Attenzione a non sottovalutarle, però…

– geometria: anche qui l’enduro ha fatto scuola dato che i percorsi Xc hanno iniziato a richiedere doti di guida sempre più spiccate. Ne ha beneficiato la spettacolarità delle gare di Coppa del mondo, non credete?

– materiale del telaio: il carbonio contraddistingue i modelli di fascia superiore e l’alluminio (presente come proposta alternativa nella maggior parte dei casi), invece, i modelli di primo prezzo. Attenzione al tipo di carbonio, però: quasi tutti i marchi, per diversificare i prezzi, propongono telai con diverse qualità di carbonio a seconda della fascia di prezzo.

Chi sceglie la biammortizzata da Xc pone meno attenzione alla leggerezza e maggiore attenzione alla qualità di guida, alla sicurezza e al comfort. La full non penalizza l’efficienza se parliamo di percorsi offroad, ma, anzi, rappresenta uno strumento per migliorare la guida. Certo, dipende dal tipo di percorsi, ma guardate Nino Schurter (foto in basso) con quale bici ha vinto l’ultimo mondiale Xc…

LE PROPOSTE DEI MARCHI
Passiamo adesso alle proposte del mercato: di seguito abbiamo considerato le bici con travel compreso fra 80 e 100 mm con qualche modello da 110 mm, sia hardtail che full suspension, sia con ruote da 27,5” che da 29″.
Le trovate elencate in ordine alfabetico e nella lista, oltre ai marchi più noti e spesso menzionati su MtbCult, ce ne sono tanti altri degni di attenzione e scoprirete (qualora non lo sapeste già) che nel campo delle hardtail da Xc i produttori italiani sono ancora molto  competitivi.

Axevo Xpro 29: Qui i dettagli

Axevo Xpro 29: progettata, testata e prodotta in Italia, con telaio in carbonio con trama 3K dal peso di 1240 grammi. Qui i dettagli.

Axevo Xc27 FS: la caratteristica principale è il telaio ultraleggero (1990 grammi) in carbonio unidirezionale. Qui i dettagli.

Axevo Xc27 FS: la caratteristica principale è il telaio ultraleggero (1990 grammi) in carbonio unidirezionale. Qui i dettagli.

BH Ultimate: nella foto sopra c'è la versione 29 9.7 mentre sotto potete vedere la RC 27,5 8.9. In entrambi i casi, si tratta di un telaio aggressivo, molto leggero e realizzato in carbonio di alta gamma: tubo superiore più lungo, attacco più corto e un angolo di sterzata avanzato. Qui i dettagli.

BH Ultimate: nella foto sopra vedete la versione Ultimate 29 9.7 mentre sotto c’è la Ultimate RC 27,5 8.9. In entrambi i casi, si tratta di un telaio realizzato in carbonio di alta gamma con tubo superiore più lungo, attacco più corto e un angolo di sterzo più aperto.

ultimate-rc-27.5 8.9

BH Ultimate RC 27,5 9.8

Bianchi Methanol 29.1 FS: Qui i dettagli.

Bianchi Methanol 29.1 FS: oltre alla gamma hardtail (foto in basso) in Bianchi non dimenticano le full. Ecco la Methanol Fs da 29 con 100 mm di travel. Qui i dettagli.

Bianchi Methanol 27.0 SL: Qui i dettagli.

Bianchi Methanol 27.0 SL: Qui i dettagli.

BMC Fourstroke 01: L’arma del campione del mondo 2014 Julien Absalon, in carbonio ad alta qualità ultra-leggero e massima efficienza delle sospensioni. Qui i dettagli.

BMC Fourstroke 01: L’arma del campione del mondo Xc 2014 Julien Absalon, in carbonio ultra-leggero e massima efficienza delle sospensioni. Qui i dettagli.

BMC TeamElite 01: Qui i dettagli.

BMC TeamElite 01: il cavallo di battagli in campo hardtail è stato completamente rinnovato nel corso del 2015. Qui i dettagli.

Bottecchia Zoncolan 29" Pro: Qui i dettagli.

Bottecchia Zoncolan 29″ Pro: Qui i dettagli.

Cannondale Scalpel 29 Carbon Race: Qui i dettagli.

Cannondale Scalpel 29 Carbon Race: la full da Xc di casa Cannondale non ha una destinazione solo agonistica. Come vi avevamo detto in occasione del test.  Qui i dettagli.

Cannondale F-Si Hi MOD 1: Qui i dettagli.

Cannondale F-Si Hi MOD 1: è il telaio con il quale ha corso Marco Aurelio Fontana nel 2015. Qui il nostro test. Presenta una rivoluzionaria asimmetria sul carro e ha un’indole anche da lunghe distanze. Qui i dettagli.

Canyon Grand Canyon CF SL 29: Qui i dettagli.

Canyon Grand Canyon CF SL 29 8.9 Race: pieno controllo in discesa come in salita, alte prestazioni senza spendere una fortuna. Qui i dettagli.

Commençal Supenormal 29 Silver: Qui i dettagli.

Commençal Supenormal 29 Silver: un telaio in alluminio ben disegnato, una bici affidabile ma soprattutto molto versatile. Qui i dettagli.

Corratec Revolution SL XTR DI2. Informazioni

Corratec Revolution SL XTR DI2. Ruote 650b e struttura monoscocca per movimento centrale, foderi bassi e tubo obliquo. Qui i dettagli

Crisp Titanium: la produzione è tutta italiana e parlando di titanio la parola personalizzazione è d'obbligo. Date un'occhiata sul sito dell'artigiano. Qui dettagli

Crisp Titanium: la produzione è tutta italiana e parlando di titanio la parola personalizzazione è d’obbligo. Date un’occhiata sul sito dell’artigiano. Qui i dettagli

Cube Elite C:68 SLT 29: Qui i dettagli.

Cube Elite C:68 SLT 29: Qui i dettagli.

Cube AMS 100 C:62 SL 29: Qui i dettagli.

Cube AMS 100 C:62 SL 29: Qui i dettagli.

Devinci Darwin Carbon SL: questa è con il telaio in carbonio ma esiste anche in alluminio. In entrambi i casi, una geometria aggressiva pensata per la velocità. Qui i dettagli.

Devinci Darwin Carbon SLQui i dettagli.

Ellsworth Enlightenment: Qui i dettagli.

Ellsworth Enlightenment: telaio in carbonio, da 27,5″ (come in foto) o da 29″. Qui i dettagli.

Elray TIitanium R.U.O.: bici da competizione, costruita in titanio, made in Italy. Qui i dettagli.

Elray TIitanium R.U.O.: bici da competizione, costruita in titanio, made in Italy. Qui i dettagli.

Felt Nine: la gamma Felt Nine è la proposta dallo standard più alto di Felt in campo Xc. La Nine 4 (in foto) garantisce materiali d'avanguardia e prestazioni al top sia per chi ama gareggiare sia per chi vuole solo sfidare se stesso sui sentieri. Qui i dettagli.

Felt Nine: la gamma Felt Nine è la proposta dallo standard più alto di Felt in campo Xc. Nella foto la Felt Nine 4. Qui i dettagli.

Felt Edict 1: Qui i dettagli.

Felt Edict 1: Qui i dettagli.

Felt Seven Fifty: la entry-level di casa Felt. Qui i dettagli.

Felt Seven Fifty: Prezzi da entry level. Qui i dettagli.

Focus Raven Max Team 29: telaio in carbonio leggero da 885 g ed estremamente rigido con possibilità di montare reggisella telescopico. Qui i dettagli.

Focus Raven Max Team 29: telaio in carbonio leggero da 885 g ed estremamente rigido con possibilità di montare reggisella telescopico. Qui i dettagli.

Focus Black Forest Pro 27: telaio in alluminio Triple Butted e ruote da 27,5" particolarmente agili e maneggevoli. Qui i dettagli.

Focus Black Forest Pro 27: telaio in alluminio Triple Butted e ruote da 27,5″. Qui i dettagli.

Foes FXC275: ha uno dei telai non in carbonio più leggeri della sua categoria. Qui i dettagli.

Foes FXC275Qui i dettagli.

Frm Anakin Xcr 1: è una delle bici con le quali Andrea Tiberi ha gareggiato nel corso del 2015. Solo fibra di carbonio e tutta made in Italy. Qui i dettagli

Frm Anakin Xcr 1: è una delle bici con le quali Andrea Tiberi ha gareggiato nel corso del 2015. Solo fibra di carbonio e tutta made in Italy. Qui i dettagli

Ghost Lector ULC 10: la geometria è stata perfezionata in nome di maggiore agilità e poi collaudata in Coppa del Mondo. Qui i dettagli.

Ghost Lector ULC 10: la geometria è stata perfezionata in nome di maggiore agilità e poi collaudata in Coppa del Mondo. Qui i dettagli.

Giant Anthem Advanced 27,5: Qui i dettagli.

Giant Anthem Advanced 27,5 0: Qui i dettagli.

Giant Talon 29er 1: per gli amatori non necessariamente racer. Qui i dettagli.

Giant Talon 29er 1Qui i dettagli.

Gt Helion Expert: Qui i dettagli.

Gt Helion Expert: travel da 110 mm e ruote da 27,5″. E’ stata testata da MtbCult. Qui i dettagli.

Gt Zaskar Carbon Pro: Vedi i dettagli.

Gt Zaskar Carbon Pro: dopo 25 anni di vittorie, nel 2015 la Zaskar è stata ridisegnata. Ora ha una geometria più moderna e monta ruote da 27,5″ Vedi i dettagli.

Haibike Edition 7.70: Qui i dettagli.

Haibike Edition 7.70: Qui i dettagli.

Haibike Q.XC 9.20: Qui i dettagli.

Haibike Q.XC 9.20: Qui i dettagli.

Ibis Tranny 29: Qui i dettagli.

Ibis Tranny 29: è una hardtail agile e leggera, non specifica da Xc, ma comunque orientata alle prestazioni e al divertimento. La forcella standard è da 100 mm ma può essere montata anche una da 120 mm. Qui i dettagli.

Juliana Nevis: hardtail per il pubblico femminile. Qui i dettagli.

Juliana Nevis: Juliana è il marchio di Santa Cruz per il pubblico femminile. Questa è per l’agonismo Xc. Qui i dettagli.

KHS Prescott: Qui i dettagli.

KHS Prescott: Qui i dettagli.

Kona Hei Hei Dl Race: doppia sospensione da 100 mm, telaio in lega Kona Race Light 6061 e allestimento monocorona. Qui i dettagli

Kona Hei Hei Dl Race: doppia sospensione da 100 mm, telaio in lega Kona Race Light 6061 e allestimento monocorona.
Qui i dettagli

KTM Myroon 29 Prime 2 F: Qui i dettagli.

KTM Myroon 29 Prime 2 F: Qui i dettagli.

Kuota K 27.5: nel catalogo Kuota le Mtb sono presenti sia con ruote 650b che 29". Qui i dettagli

Kuota K 27.5: nel catalogo Kuota le Mtb sono presenti sia con ruote 650b che 29″. Qui i dettagli

Lapierre Pro Race 727/729: Qui i dettagli.

Lapierre Pro Race 727/729Qui i dettagli.

Liv Obsess Advanced 1: Qui i dettagli.

Liv Obsess Advanced 1: la linea da donna di casa Giant porta il marchio Liv. Ed è con questo modello che Pauline-Ferrand Prevot ha vinto il mondiale di AndorraQui i dettagli.

Liv Lust 1:Qui i dettagli.

Liv Lust 1Qui i dettagli.

Look 987: hardtail da competizione con la nota attenzione di Look per la fibra di carbonio. Qui i dettagli

Look 987: hardtail da competizione con la nota attenzione di Look per la fibra di carbonio. Qui i dettagli

Marin Indian Fire Trail 9.8: Qui i dettagli.

Marin Indian Fire Trail 9.8Qui i dettagli.

Marin Team CXR 27,5": Qui i dettagli.

Marin Team CXR 27,5″Qui i dettagli.

Merida Big Seven Team: Qui i dettagli.

Merida Big Seven Team: è la bici usata Thomas Litscher del Multivan Merida Bike Team. Telaio in carbonio ultra-leggero e l’innovativa estremità posteriore “Flex Stay”per il massimo comfort. Qui i dettagli.

Merida Big Nine XT: Qui i dettagli.

Merida Big Nine XT: la famiglia Big Nine è stata tra le hardtrail da 29” di maggior successo nel mondo, usata anche dalla pluri-campionessa Gunn-Rita Dahle. Caratteristiche? Rigidità e estrema precisione di guida. Qui i dettagli.

Merlin Xlm: per gli appassionati di Mtb da lungo tempo il marchio Merlin e le sue lavorazioni in titanio hanno ancora un grande fascino... Qui i dettagli

Merlin Xlm: per gli appassionati di Mtb da lungo tempo il marchio Merlin e le sue lavorazioni in titanio hanno ancora un grande fascino… Qui i dettagli

Mondraker Podium Carbon: Qui i dettagli.

Mondraker Podium Carbon: Qui i dettagli.

Mondraker Phase Pro 29: Qui i dettagli.

Mondraker Phase Pro 29: Qui i dettagli.

Nevi Gobi Desert: italiana in titanio grado 9. Qui i dettagli

Nevi Gobi Desert: produzione italiana in titanio grado 9. Qui i dettagli

AIR9RDO_2_960x540

Niner Air9 RDO: Qui i dettagli.

Norco Charger 9.1: Qui i dettagli.

Norco Charger 9.1: Qui i dettagli.

Olympia Bullet 29 Race XX1: è la novità 2016 di casa Olympia con doppia sospensione. Qui i dettagli

Olympia Bullet 29 Race XX1: è la novità 2016 di casa Olympia con doppia sospensione. Qui i dettagli

Orange Clockwork 100: Qui i dettagli.

Orange Clockwork 100: Qui i dettagli.

Orbea Alma M10: telaio e componenti di alto livello alla portata di tutti. Qui i dettagli.

Orbea Alma M10Qui i dettagli.

Orbea Oiz 29 M-Team: Qui i dettagli.

Orbea Oiz 29 M-TeamQui i dettagli.

Passoni Tp 29: un'altra realizzazione in titanio di uno storico produttore italiano. La cura dei dettagli è maniacale. Qui i dettagli

Passoni Tp 29: un’altra realizzazione in titanio di uno storico produttore italiano. La cura dei dettagli è maniacale. Qui i dettagli

Pinarello Dogma Xc 9.9: la punta di diamante di casa Pinarello per l'offroad. Progettata tutta in Italia. Qui i dettagli

Pinarello Dogma Xc 9.9: la punta di diamante di casa Pinarello per l’offroad. Progettata tutta in Italia, con originalità. Qui i dettagli[/caption]Pivot LES Carbon 29: Qui i dettagli. Pivot LES Carbon 29: Qui i dettagli.

syncline_9

Polygon Syncline 9Qui i dettagli.

Protek V9 CF: in carbonio, con ruote d 29", attualmente in uso dal Team Protek Elite. Qui i dettagli.

Protek V9.CF: in carbonio, con ruote da 29″, attualmente in uso dal Team Protek Elite. Qui i dettagli.

Ridley Ignite Csl 9.0: Ridley è uno specialista belga di bici da strada e ciclocross. Ma anche le Mtb... Qui i dettagli

Ridley Ignite Csl 9.0: Ridley è uno specialista belga di bici da strada e ciclocross. Ma anche le Mtb… Qui i dettagli

Rocky Mountain Element 990 RSL: Qui i dettagli.

Rocky Mountain Element 990 RSL: un grande classico del marchio canadese in campo Xc. Qui i dettagli.

Rocky Mountain Vertex 990 RSL: Qui i dettagli.

Rocky Mountain Vertex 990 RSL: Qui i dettagli.

Rose Thrill Hill: Qui i dettagli.

Rose Thrill Hill: una biammortizzata equipaggiata con ruote da 27,5”. E’ stata testata da MtbCult. Qui i dettagli.

Rose Psycho Path 2 27,5: Qui i dettagli.

Rose Psycho Path 2 27,5Qui i dettagli.

Rotwild R.R2 FS 29: Qui i dettagli.

Rotwild R.R2 FS 29: Qui i dettagli.

Santa Cruz Highball 27,5: Qui i dettagli.

Santa Cruz Highball 27,5: Santa Cruz non scorda l’Xc di certo. Ecco un telaio di alto livello con la solita cura del brand californiano. Qui i dettagli.

Santa Cruz Tallboy: 29 pollici, 100 mm di escursione e sospensione Vpp per l'Xc. Ma salendoci ci si accorge che l'Xc è solo un punto di partenza. Qui i dettagli

Santa Cruz Tallboy: 29 pollici, 100 mm di escursione e sospensione Vpp per l’Xc. Ma salendoci ci si accorge che l’Xc è solo un punto di partenza. Qui i dettagli

Scapin Spektro: il marchio veneto da specialista dei telaio in acciaio ha adattato diversi anni fa il proprio know-how per il carbonio. Ed ecco i risultati. Qui i dettagli

Scapin Spektro: il marchio veneto da specialista dei telaio in acciaio ha adattato diversi anni fa il proprio know-how per il carbonio. Ed ecco i risultati. Qui i dettagli

Scott Spark 700 Ultimate: Qui i dettagli.

Scott Spark 700 Ultimate: la Spark è la full con la quale Nino Schurter ha vinto il mondiale di Andorra. In realtà è una bici di grande polivalenza. Qui i dettagli.

Scott Scale 700 Premium: Qui i dettagli.

Scott Scale 700 PremiumQui i dettagli.

Scott Contessa Scale 700: Qui i dettagli.

Scott Contessa Scale 700: Qui i dettagli.

Specialized S-Works Epic 29: Qui i dettagli.

Specialized S-Works Epic 29: è un punto di riferimento fra le biammortizzate da competizione grazie al Brain. Nella foto la versione più raffinata. Qui i dettagli.

Specialized S-Works Stumpjumper HT 29 World Cup: Qui i dettagli.

Specialized S-Works Stumpjumper HT 29 World Cup: Qui i dettagli.

Specialized S-Works Carbon Era: Qui i dettagli.

Specialized S-Works Era 29: solo per le donne e con tante accortezze ad hoc. Qui i dettagli.

Titici Xplosion: è un marchio italiano specializzato in telai da competizione Xc, sia full che front. La Xplosion è il culmine della sua esperienza. Qui i dettagli

Titici Xplosion: è un marchio italiano specializzato in telai da competizione Xc, sia full che front. La Xplosion è il culmine della sua esperienza. Qui i dettagli

Torpado Ribot S Carbon T900: Qui i dettagli.

Torpado Ribot S Carbon T900: Qui i dettagli.

Torpado Eclipse S T500: Qui i dettagli.

Torpado Eclipse S T500: Qui i dettagli.

Trek Top Fuel SL 9.9: Qui i dettagli.

Trek Top Fuel SL 9.9: è stata rinnovata per il 2016 e ora è ancora più piacevole da guidare, non solo in chiave Xc. Avete letto le nostre prime impressioni di guida? Qui i dettagli.

Trek Procaliber 9.8 SL: Qui i dettagli.

Trek Procaliber 9.8 SL: il comfort scopre nuove motivazioni in ambito cross country e marathon.  Qui i dettagli.

Trek Superfly 9.6 da donna: Qui i dettagli.

Trek Superfly 9.6 WSD: Qui i dettagli.

Turner Czar: da uno specialista di Mtb a doppia sospensione non poteva mancare una full da Xc. Ecco la Czar, presentata un anno fa alla Sea Otter Classic. Qui i dettagli

Turner Czar: da uno specialista di Mtb a doppia sospensione non poteva mancare una full da Xc. Ecco la Czar, presentata un anno fa alla Sea Otter Classic. Qui i dettagli

Wilier 101X: il produttore veneto ha riportato sulla 101X il Dna racing delle sue bici da strada. Qui i dettagli

Wilier 101X: il produttore veneto ha riportato sulla 101X il Dna racing delle sue bici da strada. Qui i dettagli

Yeti ASRc: Qui i dettagli.

Yeti ASRc: è una bici da cross country con un’anima da enduro. Travel 102 mm, peso del telaio 1,9 kg, ruote da 29” o da 27,5”. Qui i dettagli.

Di alcuni marchi di bici fra quelli mostrati in questo articolo abbiamo anche pubblicato il listino prezzi: cliccate qui per scoprire quali.
Restate sintonizzati perché a breve arriveranno anche le bici da trail riding e le bici da enduro…

        
Torna in alto