scritto da MtbCult in Tecnica il 10 Gen 2017

VIDEO – Scurra 2: Mtb da enduro unica…

VIDEO – Scurra 2: Mtb da enduro unica…
        
Stampa Pagina

La Scurra 2 è una Mtb che nasce da un progetto realizzato da una compagnia di finanziamento collettivo. Il primo prototipo/modello fu introdotto alla fiera di Las Vegas nel 2013.

scura 2

Diversi prototipi della Scurra fino al primo modello del 2013

Il team Scurra ha lavorato intensamente in questi anni per arrivare a produrre la versione finale che vediamo nelle foto in basso.
Quello che rende speciale la Scurra 2 è la forcella TRELEVER. Che ricorda molto il Telelever delle motociclette BMW.

scura 2

Tuttavia questo schema, unito al sistema ammortizzante posteriore, permette di scaricare molte delle forze esercitate sul telaio.
L’architettura del telaio e della sospensione anteriore consentono di avere diversi benefici:
– minimo ritardo nella risposta delle sospensioni
– sterzo più leggero
– ottima rigidità torsionale
– la possibilità di regolare l’affondamento in fase di frenata (anti-dive)
– la possibilità di costruire un telaio leggero

scura 2

Il sistema di sospensione e il diametro differenziato delle ruote tra anteriore e posteriore sono gli elementi che più caratterizzano la Scurra 2.
Progettata come Mtb da enduro estremo infatti abbiamo un’escursione anteriore e posteriore da 180mm, ma un dettaglio che caratterizza ancora di più questa particolare Mtb è l’utilizzo di una ruota anteriore da 29” e di una posteriore da 27,5”.

scurra 2

La Mtb, come sappiamo, nasce in California verso la fine degli anni Settanta e all’inizio le Mtb non erano altro che robuste biciclette modificate per poter sopportare le sollecitazioni in fuoristrada.
I primi veri cambiamenti iniziarono a intravedersi quando Gary Fischer, Tom Ritchey e Joe Breeze modificarono le geometrie del telaio e lo resero più leggero.

scurra 2

La geometria della Scurra 2

La vera innovazione ci fu quando furono introdotte le sospensioni e da allora la Mtb hanno avuto uno sviluppo enorme.
Di fatto tutt’ora c’è ancora un’enorme ricerca da parte dei telaisti nel creare un sistema ammortizzante capace di sfruttare al meglio le sospensioni e nel mare magno dei sistemi ammortizzanti attuali la Scurra 2 lascia a bocca aperta, quanto meno per l’audacia delle scelte tecniche e meccaniche.

Qui trovate più dettagli riguardo la Scurra 2 e la loro produzione: Scurra.eu

Se ne avete viste già di simili o altre anche più particolari non esitate a commentare qui sotto e nel frattempo eccola in azione…

        
Torna in alto