scritto da Simone Lanciotti in Abbigliamento e Accessori,Test il 23 Dic 2015

TEST – Giacca Endura Mt500 II: un classico, ancora più comodo

TEST – Giacca Endura Mt500 II: un classico, ancora più comodo
        
Stampa Pagina

In campo Mtb Endura ha costruito una reputazione solidissima anche con i suoi capi antipioggia e fra questi la giacca Mt500 è uno dei riferimenti fra gli appassionati.
Quando abbiamo testato la versione precedente abbiamo avuto la conferma, una volta in più, del perché la giacca Endura Mt500 fosse tanto popolare.

endura mt 500 II

Protettiva, ben fatta, confortevole una volta indossata e soprattutto efficace contro la pioggia.
Per il 2016 Endura le ha fatto compiere un ulteriore passo in avanti, migliorandone la traspirazione, rinnovandone il taglio e le colorazioni, alleggerendola un po’ (circa 35 gr in taglia L) e rendendola in generale più confortevole e meno rigida della precedente.

endura mt 500 II

Diciamo che quest’ultimo particolare diventa evidente solo una volta indossata la Mt500 II che è più morbida al tatto e, quindi, più confortevole.
L’abbiamo testata per circa due mesi, in condizioni di meteo abbastanza mutevoli, ma, ahimè, principalmente soleggiate.
Non possiamo esprimerci sulle proprietà antipioggia visto che di pioggia non ne abbiamo mai incontrata nelle nostre uscite.
Andiamo a valutarla nei dettagli con la scheda specifica per le giacche da Mtb.

DETTAGLI TECNICI
– Materiali utilizzati: Endura non ha lesinato sulla qualità, impiegando l’ExoShell60 costituito da 3 strati di tessuto impermeabile. Questo tessuto ha anche la capacità, a detta di Endura, di essere traspirante quanto basta per essere usato in ambito Mtb. Non manca la Cordura sulle spalle per avere la massima protezione dalla pioggia con inserti in silicone che servono a stabilizzare gli spallacci dello zaino.

endura mt 500 II

Tutte le cuciture sono termonastrate per la massima protezione dalla pioggia (foto sopra).
– Qualità delle zip: siamo ai massimi livelli per la zip frontale, che diventa anche più facile da usare rispetto alla versione di prima, ma anche per le zip della tasca Napoleone e delle feritoie di ventilazione. Ottimo lavoro.

endura mt 500 II

– Posizione e numero delle tasche: la giacca Endura Mt500 II ha una tasca Napoleone frontale abbastanza capiente per contenere uno smartphone di ultima generazione (anche un phablet, volendo) ed è dotata anche di panno morbido per la pulizia delle lenti degli occhiali. Volendo le feritoie frontali possono fungere anche da tasca a patto però di non aprire del tutto le zip.
Il numero delle tasche, quindi, è ridotto e ne avremmo gradita qualcuna in più.

endura mt 500 II

– Regolazioni consentite: oltre alla classica regolazione della calzata in vita, la Mt500 II permette di regolare la chiusura del cappuccio (dentro al quale entrano testa e casco) e dei polsini. Va segnalato che i polsini sono particolarmente comodi e garantiscono una protezione dal vento totale. La versione precedente, però, permetteva di staccare l’interno del polsino per migliorare la ventilazione quando il clima è meno rigido.

endura mt 500 II

Il nuovo polsino prevede un terminale in lycra aderente che impedisce al vento di entrare.

– Feritoie di ventilazione: la Endura Mt500 II è ben dotata da questo punto di vista, in parte per sopperire una traspirazione non proprio elevatissima. Troviamo due feritoie frontali molto ampie più due feritoie sotto la zona ascellare, entrambe “regolabili” con la zip.

endura mt 500 II

endura mt 500 II

– Peso: 530 gr per la taglia L contro i 565 gr della versione precedente. L’uso della Cordura e di zip di pregio si fa sentire anche sulla bilancia, ma è un dettaglio che nell’uso si nota poco.
– Prezzo: Siamo a 229,99€ di listino, cioè 10€ in più della versione precedente che, fra l’altro, è ancora disponibile.
Il prezzo la colloca fra i prodotti di fascia alta, ma vista la qualità dei materiali utilizzati e visto anche il prezzo di giacche della concorrenza (molto meno raffinate di questa) la giacca Endura Mt500 II ha un costo competitivo.
E’ destinata a durare a lungo perché, fra l’altro, la colorazione più facilmente reperibile in commercio è tutta nera con finiture gialle (quella gialla del test è in edizione limitata), quindi facile da abbinare e con un look sempre attuale.

Voto finale (da 1 a 10): 9,3

LE PRESTAZIONI
– Protezione dal vento:
è il suo obiettivo principale e lo centra in pieno.
– Protezione dalla pioggia: non possiamo esprimerci e non abbiamo considerato questa voce.
– Protezione termica: del tutto assente, perché la giacca è pensata per proteggere dal vento e dalla pioggia. La protezione termica è a carico degli indumenti indossati sotto la giacca. Nel giudizio non abbiamo considerato questa voce.

endura mt 500 II

Il cappuccio può essere ripiegato, ma non rimosso.

– Traspirazione: se si chiudono tutte le zip la traspirazione è solo discreta. Se si sta affrontando una salita è necessario aprire le feritoie frontali, a seconda delle proprie necessità. La Mt500 II è prima di tutto una giacca contro la pioggia e il vento, ma ha il pregio di poter essere indossata anche quando si affronta la salita, a patto di agire sulle zip che regolano le feritoie.
Nel complesso è una giacca pensata per i single track e per la Mtb.

endura mt 500 II

Il casco può essere indossato sotto il cappuccio.

– Comfort: è migliorato rispetto al passato, perché i materiali sono più morbidi al tatto. Il taglio che Endura le ha dato è “loose”, cioè tendenzialmente largo.
– Calzata: chi ha provato questa giacca indossa di solito una taglia L e la taglia L della Mt500 II è un po’ abbondante. Il motivo è semplice: questa giacca è pensata per essere indossata anche sotto l’abbigliamento invernale, magari in discesa, e quindi è un po’ più larga appositamente.

endura mt 500 II

La calzata della giacca è tendenzialmente abbondante.

Se preferite una calzata più aderente ipotizzate la taglia M, ma attenzione alle spalle che diventano più strette. La Endura Mt500 II è una giacca da indossare prima di fare l’acquisto.

Voto finale (da 1 a 10): 9,0

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 9,1

In conclusione…
Nella valutazione della giacca non abbiamo potuto considerare la voce protezione dalla pioggia e appena avremo modo di farlo aggiorneremo il giudizio e ve ne daremo notizia.
Stesso discorso per la protezione termica: non è una giacca tipicamente invernale e quindi abbiamo ritenuto corretto non assegnarle un voto per questo campo.
Vogliamo ribadire che la colorazione gialla della giacca in test è disponibile nei negozi in edizione limitata.

endura mt500 II

La versione di colore nero della Endura Mt500 II

Tirando, le somme la giacca Endura Mt500 II ne esce con una votazione alta che molto probabilmente è destinata anche a salire dopo un test sotto la pioggia.
Rispetto alla versione precedente è un passo in avanti per comodità della calzata (che è sempre abbondante), traspirazione e finiture, mentre le altre voci confermano le prestazioni del modello precedente.
E’ una giacca che consigliamo di avere nel proprio corredo di biker se avete in mente di fare uscite in montagna (anche d’estate) e anche sotto la pioggia (quando proprio non resistete).

Per informazioni EnduraSports.com

        
Torna in alto