scritto da MtbCult in News il 31 Lug 2018

Superenduro 2018: a Priero l’ultimo decisivo round fra un mese

Superenduro 2018: a Priero l’ultimo decisivo round fra un mese
        
Stampa Pagina

COMUNICATO UFFICIALE

Il 1° e il 2 Settembre a Priero, in Piemonte, andrà in scena l’ultimo round del Circuito Superenduro 2018, uno dei due appuntamenti nazionali valevoli come eventi di qualificazione Enduro World Series.

Ancora poco più di un mese e poi tutti nuovamente in sella alla volta del MTB Enduro day di Priero, l’ultima e decisiva tappa del Circuito Nazionale Superenduro che quest’anno festeggia la sua decima edizione.

Superenduro 2018

Dopo Sanremo, Calestano e Canazei, il 2 Settembre i migliori enduristi italiani ed internazionali si daranno battaglia lungo i sentieri della storica località piemontese, che ha contribuito alla nascita e sviluppo della disciplina fin dal suo esordio proprio 10 anni fa.
Una chiusura di stagione, ma anche un ritorno alle origini visto che a Priero nel 2007 fu organizzata una delle prime gare italiane di enduro in Mtb, la prova generale per quello che poi sarebbe diventato il Superenduro.

Molte cose sono cambiate da allora.
Le bici sono completamente differenti, la guida si è evoluta e così la disciplina, che nel frattempo ha visto anche la nascita della serie mondiale Enduro World Series di cui il MTB Enduro Day ospiterà il secondo appuntamento italiano di qualificazione 2018.
Una cosa però è rimasta invariata, le sensazioni che si provano quando si corre su un bel sentiero divertente e Priero negli anni grazie ad una costante manutenzione e continuo sviluppo dei trail non ha mai perso la reputazione di località votata all’enduro, rimanendo sempre tra le preferite dei biker del nord-est.

«Lungo i sentieri di Priero si respira enduro, qui è profonda la cultura della disciplina prima motociclistica e poi in mountain bike. Non è un caso quindi se assieme ai ragazzi locali e trail builders abbiamo deciso di riportare il Superenduro qui proprio quest’anno. Pensare oggi di correre e divertirci in bici dove tutto è iniziato è un bel modo per tornare alle origini e al contempo per valorizzare il lavoro fatto sui sentieri qui a Priero.» dichiara Enrico Guala, uno dei fondatori del Superenduro.

Superenduro 2018

Ma quali sono le caratteristiche dei sentieri che faranno da teatro all’ultimo emozionante scontro di stagione?
Priero è sinonimo di flow, di ritmo e divertimento in sella. Le pendenze non sono mai eccessive, così come i dislivelli, ma madre natura ha donato a questi posti una conformazione del terreno particolare che permette di far correre la bici in maniera naturale grazie anche ad un suolo che garantisce un grip straordinario. In sintesi Priero è piacere di guida all’ennesima potenza!

Prima del quarto ed ultimo appuntamento con il circuito 2018 ecco la situazione del campionato ancora apertissimo in molte categorie.
Nella Categoria Agonisti Uomini la lotta per la vittoria del circuito è questione a tre. Nicola Casadei attuale leader e fresco di un’ottima prestazione a La Thuile deve riuscire a salire sul podio per garantirsi il titolo. Gli inseguitori Alex Lupato e Matteo Berta tra loro vicinissimi, non possono commettere errori e devono puntare al gradino più alto in gara.

Tra le Donne Agoniste, dopo l’uscita di scena di Rae Morrison (frattura del mignolo rimediata alla EWS di La Thuile) l’attuale campionessa in carica Superenduro Laura Rossin conferma matematicamente il titolo anche se conoscendola a Priero vorrà comunque fare bene. Lo stesso discorso vale per il Campionato Ebike, dove assisteremo ad una passerella di Alessandro Bonarotti vincitore del titolo dopo una bellissima stagione sempre tra le prime posizioni.

Anche nei Master uomini la lotta è fra tre piloti senza possibilità di errori, con Fabio di Renzo che non può permettersi di scendere oltre la 4ª posizione, seguito da Giacomo Dodino e Davide Dalpian. Nelle Master Donne sono in quattro a poter ancora vincere, ma la lotta sembra essere tra Irene Savelli e Federica Casini separate da soli 40 punti.

Divertentissima la battaglia nella Giovani Maschile con i due compagni di squadra Andrea Garella e Francesco Mazzoni in lotta sin dalla prima gara e ancora testa a testa a soli 100pt di differenza alla finale, che decreterà il campione.

Nella Femminile Giovani, Giulia Amone e Sofia Priori sono separate di soli 20 punti e si contendono il titolo.

Con il mese di Agosto di mezzo il 2 Settembre sembra lontano ma giusto il tempo di un tuffo al mare e poi sarà la volta della finalissima Superenduro 2018 a Priero.

ISCRIZIONI:https://www.endu.net/it/events/priero-superenduro/entry
SCHEDA GARA: http://www.superenduromtb.com/priero/

Per un rapido ripasso della stagione Supernduro 2018 fino ad ora, guardate qui.



        
Torna in alto