scritto da Redazione MtbCult in News il 30 Set 2019

GimondiBike 2019: Colledani e Teocchi primi, in memoria del presidente

GimondiBike 2019: Colledani e Teocchi primi, in memoria del presidente
        
Stampa Pagina

COMUNICATO UFFICIALE

La GimondiBike 2019 è stata un concentrato di emozioni destinate a restare nella storia della prestigiosa gara internazionale MTB.
Ad Iseo hanno vinto Nadir Colledani la classifica assoluta maschile e Chiara Teocchi quella femminile. I due alfieri della Bianchi Countervail hanno onorato al meglio la memoria del loro presidente Felice Gimondi, conquistando la gara di casa nel giorno in cui lui avrebbe festeggiato il suo 77esimo compleanno.

GimondiBike 2019

Momenti di commozione prima della partenza da viale Repubblica: l’inno nazionale italiano cantato dal vivo, la figlia di Felice, Norma Gimondi, schierata in prima fila.

GimondiBike 2019

GimondiBike 2019
Davanti a tutti la bicicletta mountain-bike Bianchi di Felice, con il numero uno e con dei palloncini allacciati al manubrio che poi la moglie Tiziana ed il nipote Davide hanno tagliato e fatto volare verso il cielo accompagnati dal sentito applauso del numeroso pubblico.

GimondiBike 2019

GimondiBike 2019

Emozioni prima del via, spettacolo in gara.

GimondiBike 2019

Il percorso, come annunciato, allungato a 55,5 km e 1.100 metri di dislivello e con ancora più vigneti da attraversare.

GimondiBike 2019

Dopo pochi chilometri dalla partenza si delineano immediatamente le gerarchie della corsa con in testa un gruppetto che comprende alcuni dei protagonisti più attesi. Il bresciano Juri Ragnoli vince il Premio “Franciacorta Metà Percorso” km 27,750.
Il quintetto che si forma al comando è composto da: Nadir Colledani, Alexey Medvedev, Juri Ragnoli, Johnny Cattaneo, Jacopo Billi. Quest’ultimo poi perde contatto e restano in quattro a condurre la corsa.

GimondiBike 2019

Come sempre, è stata poi l’ultima scalata alla Madonna del Corno a rimescolare le carte e a decidere le sorti della corsa. Scollina per primo il russo Medvedev, che vince il GP Gefran come un anno fa, passa con 7 secondi di vantaggio su Colledani e il comasco Samuele Porro – recente medaglia di bronzo al Mondiale Marathon –, rientrato in salita sui primi. Alle loro spalle, ad una quarantina di secondi, passano Andrea Righettini e Jacopo Billi, via via tutti gli altri.

GimondiBike 2019

Nella picchiata finale verso il traguardo di Iseo, Colledani riesce a rientrare su Medvedev, i due arrivano in volata all’arrivo e lo spunto più veloce è quello del 24enne di Castelnovo del Friuli (Pordenone), che coglie un successo bellissimo.

GimondiBike 2019

«Ci tenevo tantissimo. All’ultima salita ero secondo dietro Alexey che era andato via, ma in discesa ho dato tutto e sono rientrato. Poi ho fatto una gran volata e ho vinto. Confesso che a metà gara ho chiesto a Felice di aiutarmi perché volevo onorare al meglio la sua gara e ce l’ho fatta. Sono contento perché era anche la mia ultima corsa con la maglia del team Bianchi Countervail. Finire in bellezza è sempre emozionante e ora vado alla pre-Olimpica di Tokyo con un gran morale per chiudere bene questa stagione molto positiva per me.» ha commentato Colledani.

Secondo posto per Medvedev, terzo Samuele Porro a completare un podio di assoluto valore.

GimondiBike 2019

Nella gara femminile ha subito preso il largo la bergamasca di Ponteranica Chiara Teocchi. L’atleta della Bianchi Countervail ha completato la magnifica giornata, firmando la doppietta vincendo la corsa tra la commozione generale.

GimondiBike 2019

«Ho gli occhi pieni di lacrime e il cuore pieno di emozioni, non ho molte parole. Per me Felice era come un secondo papà. Nei momenti belli e brutti lui c’è sempre stato. Purtroppo ad agosto è venuto a mancare, ma so che lui ci guarda sempre e da lassù ci dà un sacco di forza. Anche sua moglie Tiziana e la figlia Norma sono delle persone squisite e io non mi dimenticherò mai di loro. Purtroppo questa era anche la mia ultima gara di MTB nel team Bianchi dopo dieci anni bellissimi. Li porterò nel mio cuore perché ho imparato tanto e mi hanno fatto fare un salto di qualità fantastico.»

GimondiBike 2019

GimondiBike 2019

Secondo posto per Silvia Scipioni (Cicli Taddei) e terza l’altra bergamasca Simona Mazzucotelli (Gs Massì Supermercati).

GimondiBike 2019

CLASSIFICA MASCHILE GimondiBike 2019:

1. Nadir Colledani (Bianchi Countervail) 02:00:47
2. Alexey Medvedev 02:00:48
3. Samuele Porro (Team Trek-Selle San Marco – Tonello) 02:00:51
4. Andrea Righettini (Gs Cicli Olympia) 02:01:39
5. Cristian Cominelli (Soudal Leecougan MTB Racing Team) 02:01:50
6. Francesco Casagrande (Cicli Taddei) 02:02:35
7. Mattia Longa (Scott Racing Team) 02:02:37
8. Michele Casagrande (Team Trek-Selle San Marco – Tonello) 02:04:05
9. Mirko Tabacchi (KTM – Protek – Dama) 02:04:05
10. Filippo Colombo (BMC Mountain Racing Team) 02:04:06

GimondiBike 2019

CLASSIFICA FEMMINILE GimondiBike 2019:

1. Chiara Teocchi (Bianchi Countervail) 02:26:35
2. Silvia Scipioni (Cicli Taddei) 02:28:42
3. Simona Mazzucotelli (Gs Massì Supermercati) 02:33:22
4. Martina Guerrera (MTB Increa Brugherio) 02:38:01
5. Elisabetta Caprari (Flanders Love Sportland) 02:38:17

Ulteriori info: www.gimondibike.it.



        
Torna in alto