scritto da Redazione MtbCult in News il 07 Gen 2020

Giada Specia ultimo arrivo in casa Ktm Protek Dama

Giada Specia ultimo arrivo in casa Ktm Protek Dama
        
Stampa Pagina

COMUNICATO UFFICIALE

Dopo l’ingaggio di Marika Tovo, un nuovo colpo di scena in quel di Monticello Brianza, dove il Team Ktm Protek Dama ha la sua base operativa. Dentro alla calza della Befana non ci sono stati né dolci né carbone ma una formidabile atleta che avrà molto da dire in questo 2020. L’atleta in questione che vestirà i colori arancio-neri è la bellunese di Pedavena Giada Specia.
Un ottimo palmares il suo: un primo posto nel 2018 al Campionato italiano Xc, categoria Junior, nello tesso anno un 6° posto ai Campionati Europei, ed un secondo posto conquistato, al Campionato Italiano 2019, categoria Under 23.

Giada Specia

Giada Specia in una foto di archivio durante il campionato europeo Xc 2018, gara in cui chiuse al 6° posto tra le Junior.

– Come è iniziata la tua passione per la Mtb?
– La mia passione per la Mtb è nata 10 anni fa grazie a mio papà. A lui è sempre piaciuto andare in bici, e dopo che ha iniziato mio fratello mi ci sono buttata anche io.

– Quali sono i tuoi hobby preferiti?
– Nel mio tempo libero mi piace ascoltare musica e fare passeggiate con il mio cane.

– Come ti alleni abitualmente?
– In inverno vado in palestra ed in bici quando il tempo me lo permette, ogni tanto vado a correre in montagna. In estate faccio da un minimo di 1 ad un massimo di 4 ore al giorno in bici, dipende dal carico della settimana e se ci sono gare nel fine settimana.

Tra gli allenamenti alternativi c’è anche il bouldering

– Chi è la tua atleta preferita?
– Mi piace molto Jolanda Neff per come riesce a guidare la bici in discesa e per il suo modo di pedalare.

– Che genere di percorsi preferisci?
– Mi piacciono molto le salite lunghe e le discese non troppo tecniche. Mi piace molto Nalles, ed anche Les Gets, in Francia.

– Ricordi una gara particolare che ti ha dato maggiori soddisfazioni?
– Penso che la gara che mi ha regalato più emozioni sia stata a Cairns, in Australia, il mio primo campionato del mondo. A prescindere dal risultato penso sia stata la soddisfazione più grande per me essere lì.

Giada Specia

Nel 2018 ha indossato anche la maglia tricolore

– Il tuo sogno nel cassetto?
– In questo momento non so dire se ho un vero sogno nel cassetto. Di certo vorrei migliorarmi sempre di più a livello sia nazionale che internazionale, fare nuove esperienze, provare nuovi percorsi anche all’estero, e sono molto felice di aver trovato un team che mi permette di provare nuove esperienze.

– Che cosa ti aspetti da questo 2020?
– Non dico quello che mi aspetto ma quello che spero di ottenere quest’anno. Innanzitutto spero di riuscire ad instaurare un bel rapporto con i miei compagni, che vada al di là della bici. Infatti non vedo l’ora di passare un po’ di tempo insieme a tutto il team.
In secondo luogo quest’anno non avendo più il pensiero della scuola riuscirò a curare meglio gli allenamenti ed il recupero, quindi spero di riuscire a rendere di più anche in gara. Di sicuro l’impegno non mancherà.

Eccola in maglia Ktm Protek Dama

«Siamo molto contenti per questo nuovo arrivo in casa Ktm Protek Dama. A Giada la grinta non manca e la voglia di portare a casa risultati nell’imminente stagione agonistica anche. Ci ha molto stupito la sua abilità di guida e la sua determinazione che porteranno grandi soddisfazioni sia a lei che al Team. Abbiamo consegnato, a Giada, la nuova full Ktm Scarp montata con ruote Damil, l’ha testata ed è rimasta molto contenta per le prestazioni e l’affidabilità, non vede l’ora di guidarla sui campi di gara». Questo il commento di Alberto Milesi, meccanico ufficiale del Team.

In un recente post sui suoi canali social, Giada Specia ha spiegato i motivi dell’addio al Team Rudy Project:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

In molti mi avete chiesto i motivi per cui ho cambiato team dopo soltanto un anno, e sono anche consapevole di tutte le voci assurde che sono girate in questi mesi, quindi mi sembra giusto spiegare la situazione. La stagione scorsa è stata tutto sommato positiva per me, ho fatto molte esperienze e mi è stata data la possibilità di correre in coppa del mondo, cosa che non capita a tutti. E di questo non posso che ringraziare il team, in particolare nella figura di Michele Teso che ha creduto in me dall’inizio alla fine. Durante l’anno ci sono state cose positive e cose negative (anch’io personalmente riconosco di aver fatto degli errori) ma purtroppo le seconde sono state maggiori delle prime. Il motivo del mio allontanamento dal team è che non mi riconoscevo più negli obiettivi della squadra e nelle modalità usate per perseguirli, ed ho preferito prendere una strada diversa, nel rispetto dei miei valori e delle mie convinzioni. Valori che mi sono stati impartiti dalla mia famiglia e anche dal mio preparatore @licio84 , che non ha mai smesso di supportarmi e di credere in me durante tutta la stagione (anche se a volte lo faccio incazzare 🤣) Sono convinta che questa sia stata la decisione migliore per me e che quest’anno ritroverò la serenità e la determinazione che avevo perso, e finalmente riuscirò a dare il 100% 🔥 #newchapter #newchances

Un post condiviso da Giada Specia (@giadaspecia) in data:

Per informazioni visitate il sito internet TorrevillaBike.it oppure la pagina Facebook del Team Ktm Protek Dama.



        
Torna in alto