•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Adrian
via e-mail

Salve, intanto vi faccio i complimenti per il sito perché grazie a voi riesco a seguire tutte le novità della MTB.
Volevo chiedervi un consiglio sulla scelta della mia nuova front da 29″.
Io fino adesso sono andato in giro con una 26″ economica (peraltro anche della taglia sbagliata) e ne ho fatta di strada in un anno e mezzo (circa 9000 km) e vorrei passare ad una bici più performante, ma soprattutto adatta ad un utilizzo vero e proprio.
L’anno prossimo, quando avrò 17 anni, vorrei cominciare a fare gare, quindi cerco una 29er che sia anche maneggevole e performante, non solo più comoda.
Se avessi degli sponsor mi comprerei subito una bici buona in tutti i suoi componenti (ecco perché voglio andare a far gare, non si sa mai che mi noti qualcuno :-)), ma dato che ho un budget di 1500€ devo scegliere il giusto compresso tra 3 bici:
– Full-Dynamix Spectrum con telaio in carbonio, Reba, Mavic Crossone;
– Trek Superfly 7 con telaio in alluminio, Reba, Bontrager Mustang;
– Scapin Kyoto S5 con telaio in alluminio, Reba e Miche 966/Ztr Crest.
Su quest’ultima sono indeciso anche sulle geometria perché ha un angolo sterzo di 72° e mi sembra troppo chiuso.
Ora, facendo un paragone tra la Full-Dynamix e la Trek che hanno più o meno le stesse geometrie le differenze sostanziali sono le ruote ed il telaio.
La mia domanda è: cosa fa più resistenza (cioè crea inerzia), 500gr in più sul telaio o 200gr in più sulle ruote?
La Full-Dynamix mi attira per il carbonio (anche se ho una certa paura perché certe persone mi dicono che dura poco, altre che è super resistente,boh…), ma ha delle ruote pesanti (2080gr), mentre la Trek ha telaio più pesante (alluminio), ma ruote più leggere (1880gr).
Io sarei orientato verso la Full-Dynamix perché ha delle geometrie (credo) equilibrate, dovrei però cambiare le ruote se voglio far gare, ma se solo dicessi ai miei di spendere altri 300€ in più per delle ruote mi manderebbero a quel paese…
La Scapin, anche se un po’ fuori budget, ha delle ruote che sono il top di gamma (per me), però le geometrie non mi convincono proprio, o meglio, l’angolo sterzo non mi convince.
Sono totalmente indeciso tra le tre bici, spero che riusciate a schiarirmi le idee per riuscire a prendere la decisione giusta.
Grazie mille dell’aiuto!

Risposta di Simone Lanciotti
A 16 anni, 9000 km con una Mtb di taglia sbagliata sono un bel risultato: complimenti!
Adesso è il momento di pensare a una Mtb che sia in grado di supportarti al meglio.
Le bici che hai individuato appartengono alla categoria Xc agonistico e come tali hanno una geometria con un angolo di sterzo molto “in piedi”. La Trek fa eccezione, nel senso che propone, sì, un angolo di sterzo da 69,6°, ma ha anche una forcella specifica, ovvero con steli avanzati secondo il criterio G2 di Trek.
Sul fronte 29” Trek sa il fatto suo e la Superfly 7, pur non essendo in carbonio, è una bici comunque raffinata e ispirata, a livello tecnico, alle sorelle più grandi.

La Trek Superfly 7.
La Trek Superfly 7.

La Scapin Kyoto anche è in lega leggera e fa ricorso a soluzioni tecniche meno moderne rispetto alla Trek, come il perno passante posteriore di cui la Superfly 7 è dotata, dettaglio che, su una hardtail da 29”, rappresenta un plus di un certo valore.
Anche la Scapin, come puoi vedere, ha una geometria con angolo di sterzo da 72°, quindi molto in piedi, ma comunque orientato all’agonismo. Considera comunque che le ruote da 29 pollici “riequilibrano” il tutto, nel senso che la notevole reattività data da un angolo di sterzo da 72° viene compensata dalle ruote da 29” che notoriamente aumentano la stabilità.

La Scapin Kyoto con allestimento S4.
La Scapin Kyoto con allestimento S4.

La Full-Dynamix è l’unica delle tre a proporre un telaio in fibra di carbonio monoscocca con soluzioni tecniche anche moderne (vedi l’attacco freno Postmount diretto, il movimento centrale BB30 e il passaggio interno dei cavi), ma non possiamo esprimerci sulla geometria. Dalla foto si potrebbe dire l’angolo di sterzo è di 70,5-71°, ma prendi questa informazione con il beneficio d’inventario.
Inoltre, considera che, nell’allestimento da te scelto, la Full-Dynamix Spectrum prevede una guarnitura Deore Xt a tre corone, di certo non la soluzione più indicata per l’Xc.

La Full-Dynamix Spectrum 29.
La Full-Dynamix Spectrum 29.

Rispondendo alla tua domanda sul peso del telaio e delle ruote molto probabilmente riuscirai a farti un’idea più chiara di quale bici scegliere.
E’ meglio un telaio più leggero o delle ruote più leggere? Dovendo scegliere fra le due opzioni e trattando di una 29”, le ruote hanno la priorità.
Si tratta di masse non sospese che influenzano molto la maneggevolezza della bici e non è un caso che, proprio di recente, si stia assistendo a un proliferare di ruote con cerchi in carbonio e non più solo nell’Xc.
Partire con un telaio in alluminio, a 16 anni, non è una scelta povera, né da scartare.

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti