•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Enzo Lanzolla
Via email
Salve, possiedo una Olympia Iron del 2017 taglia M e sto per fare il passo

per comprarmi una full, ovvero la Orbea Oiz M10 MY19.
Sono davvero indeciso sulla taglia, se la S o la M e che pedivelle scegliere se 170 o 175 mm. Sono alto 166 cm, cavallo 80,6 cm. In base alla visita biomeccanica fatta, il mio telaio ideale dovrebbe essere: lunghezza tubo orizzontale 580 mm, lunghezza tubo piantone 440 mm, angolo tubo piantone 74,5 gradi, pedivelle da 170.
Vi prego aiutatemi, sono davvero in difficoltà!

Grazie mille in anticipo.

scegliere la taglia della Orbea Oiz
La Orbea Oiz M10 2019



Risponde Daniele Concordia
Caro Enzo, ecco qualche consiglio per scegliere la taglia della Orbea Oiz.
Partiamo dal fatto che le misure del telaio “ideale” fornite dal tuo biomeccanico sono indicative, in quanto non troverai mai un telaio standard con quelle specifiche, a meno che tu non scelga un telaio su misura, ma in questo caso la Orbea Oiz non farebbe al caso tuo.
A nostro avviso, però, potresti trovare il giusto compromesso anche con un telaio standard, proviamo ad aiutarti.

scegliere la taglia della Orbea Oiz

Calcolando il tuo cavallo di 80,6 centimetri, dovresti avere un’altezza sella indicativa di 70-71 cm (più o meno).
Per la tua statura di 166 cm, questo ci fa dedurre che tu abbia un cavallo piuttosto alto rispetto al busto.
La Orbea Oiz 29″ in taglia S ha un piantone di 40,5 cm, mentre la M ha un piantone di 43,5 cm. Calcolando questo valore, quindi, potresti trovare il giusto compromesso su entrambe le taglie, ma con quella più grande avresti un fuorisella minore.

scegliere la taglia della Orbea Oiz
Le geometrie della Orbea Oiz 2019

Guardando invece il top tube, la differenza è più marcata, infatti sulla S questo è di 56,4 cm (reach di 40,7 cm) mentre sulla M è di 59,3 cm (reach di 43,5 cm).
Visto che il tuo busto è più corto rispetto al cavallo, la lunghezza della Oiz in taglia M potrebbe crearti qualche problema in fase di assetto, calcolando anche che in questa misura il tubo di sterzo è più alto di 5 mm e dovresti ricorrere sicuramente ad un attacco manubrio ancora più negativo.
Il piantone è piuttosto verticale (75 gradi) su entrambe le taglie e si avvicina molto a quello consigliato dal biomeccanico.

scegliere la taglia della Orbea Oiz

 

Pertanto, a nostro avviso una taglia S potrebbe adattarsi meglio alle tue necessità, perlomeno dovresti fare meno adattamenti sui componenti e sulle varie regolazioni.
Nel caso tu scegliessi una M, infatti, ci sarebbe sicuramente bisogno di un attacco manubrio extra corto e di avanzare maggiormente la sella.
Inoltre, il telaio full leggermente più piccolo oltre ad essere più leggero è anche più reattivo e maneggevole. Se necessario, puoi sempre montare un attacco leggermente più lungo di quello da 70 mm di serie, ma forse non ce ne sarà nemmeno bisogno…
Per farti un esempio e darti un’ulteriore conferma, io (che sono alto 172 cm e pedalo a circa 72,5 cm) utilizzo la taglia M, ma a volte questa taglia è grande anche per me e in casi particolari devo scegliere anch’io la S, oppure adattarmi con stem ultra corti.

scegliere la taglia della Orbea Oiz

Parlando delle pedivelle, scegli senza dubbio quelle da 170 mm: nel tuo caso non avrebbe proprio senso una leva più lunga, inoltre la pedivella corta è sempre più utilizzata anche dai bikers di statura maggiore (guarda questo articolo per un approfondimento).
Orbea offre la possibilità di scegliere la lunghezza delle pedivelle in fase di acquisto, ma di solito la taglia S viene già consegnata con quelle da 170 mm. Meglio di così…

Speriamo di averti chiarito un po’ le idee, poi facci sapere com’è andata!

scegliere la taglia della Orbea Oiz

Qui la presentazione della Orbea Oiz 2019.

Per maggiori informazioni Orbea.com



Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia