• 736
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vi siete mai chiesto come era guidare una Mtb da Xc negli Anni Novanta?
Vi immaginate in discesa con un manubrio largo 50 cm, una forcella con pochi mm di escursione e un angolo di sterzo in stile bici da strada?
Senza dimenticare le ruote da 26″…
Ecco, per rispondere a questa e a tante altre domande sull’argomento, il nostro direttore, Simone Lanciotti, insieme a Dario Acquaroli e a Paolo Mei, l’ospite a sorpresa svelato durante la trasmissione, hanno parlato proprio di questo.

Come erano le Mtb nel 1990

Si è iniziato chiedendo a Dario Acquaroli come, da bergamasco, stia vivendo questo momento drammatico per la sua provincia.
E Acquaroli ci ha svelato che, insieme a Vittoria, il marchio italiano di gomme per il quale egli lavora, ha deciso di realizzare una raccolta fondi per i Soccorritori Volontari delle Unità Mobili di Terapia Intensiva di Bergamo.
E per richiamare l’attenzione degli appassionati di Mtb ha deciso di mettere in palio la Mtb Bianchi con la quale, nel 1996, vinse il suo 2º titolo mondiale cross country a Cairns (foto in alto).
Partecipare è semplice: fate una donazione e acquisite una chance di essere estratti e vincere la bicicletta di Dario Acquaroli.
Cliccate qui o sull’immagine in basso

Chiuso questo drammatico ma doveroso preambolo, siamo tornati a parlare di Mtb come più ci piace fare: da appassionati.
Non vi sveliamo altro e vi invitiamo a rivedere la diretta premendo play qui in basso:

Qui altri appuntamenti in diretta già trasmessi dalla redazione di MtbCult.it.

Sempre oggi, Daniele Concordia ha intervistato in diretta il Product Manager di Pirelli sulle gomme Scorpion Mtb e sui modelli che arriveranno nel corso dell’anno:

LIVE – Tutti i segreti delle gomme Pirelli Scorpion Mtb

Se invece vi interessa il mondo strada, ecco l’ultima diretta realizzata da Nicola Checcarelli a Wilier Triestina sulla nuova Zero SLR:

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it