• 404
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il caldo fa male, lo sapete?
Nel senso che nuoce gravemente al desiderio di prendere la Mtb e partire.
Oppure genera una voglia folle di andare in montagna e salire, salire, salire per fuggire dalla calura.
Ma in ogni caso può rappresentare un rischio per la salute.
Allora, ecco un vademecum semi-serio per riuscire a combattere la calura asfissiante di questi giorni.
Non seguitelo alla lettera.
Anzi, no fatelo!

– “Il caldo non esiste, il caldo non esiste, il caldo non esiste…”
Gli esercizi zen servono a poco (a meno che tu non sia abituato a farli), perché se fa caldo, fa caldo e basta.
Però, evitare di pensarci in modo costante può giovare.
Anche al di fuori della bici.

– Non mettere quei calzini…
Ti sei accorto che stai usando gli stessi calzini che usi d’inverno quando fa -5°?
Ecco, la risposta la conosci già…

Uscire in Mtb con il caldo

– E non mettere nemmeno quelle scarpe…
Stesso discorso per le scarpe. Se metti quelle da freeride super corazzate e super protettive anche per andare in salita, allora… scusa, ma meriti di soffrire il caldo!

– Stai sbagliando anche l’abbigliamento?
E l’abbigliamento?
Anche quello conta.
Lascia perdere la Cordura e tessuti anti-strappo che d’estate possono causare la rosolia istantanea…

– Bevi poco ma spesso
Non serve aggiungere altro, giusto?

Uscire in Mtb con il caldo
Nemmeno la montagna ci salva quando fa davvero caldo…

– Se puoi esci di notte
Vero, perché di notte si va verso la frescura e le temperature sono sempre più basse che di giorno.

– Oppure esci all’alba
Anche questa è una piacevole opzione.
Ma serve un po’ di determinazione in più per svegliarsi presto al mattino (diciamo verso le 5,00-5,30) e tenere presente che quando sorge il sole il caldo inizia a farsi sentire.
Una raccomandazione: a meno che non ve l’abbia prescritto il medico, fate colazione prima di uscire in bici…

Uscire in Mtb con il caldo

– Protezioni? Indossale solo quando serve
Fa caldo? Sì, tanto, ma le cadute capitano anche con temperature alte.
Quindi, indossa le protezioni quando servono e toglile quando c’è da pedalare.
Facile, no?

– E gli occhiali?
Meglio le lenti chiare, perché nel bosco si vede poco e il continuo passaggio luce-ombra non facilita la guida, anzi, la peggiora e di molto.

Uscire in Mtb con il caldo

– Fermati più spesso
Sì, se fa caldo scordati di avere le stesse performance che avresti con temperature più miti.
Quindi, fermati, riprendi fiato, goditi il panorama e poi torna alla tua pedalata.

– Stai bevendo?
Ripeto: stai bevendo?

– Togli gli occhiali in salita
Il sudore cade copiosamente dalla fronte, quindi gli occhiali è meglio non indossarli in salita altrimenti quando servono te li ritroveresti imbrattati dalle gocce di sudore.

– Tieni il casco in testa, comunque
Se proprio non ti interessa la sicurezza in bici, sappi che il casco, comunque, è un valido tergisudore.
A te la scelta.

– Il liquido antiforatura nelle gomme si asciuga, quindi…
Quando fa caldo, il cosiddetto lattice si secca con più rapidità. Quindi, se devi fare un’uscita assicurati di aggiungerne un po’ nelle gomme.

Uscire in Mtb con il caldo

– Sentieri polverosi e super asciutti quindi…
Servono le gomme giuste e serve la giusta distanza da chi ti sta davanti.
Gomme: se il terreno è battuto e compatto una gomma poco tassellata e scorrevole al posteriore può essere utile.
Se invece il terreno è smosso e sassoso, meglio due gomme tassellate.
E se esci in compagnia su un terreno polveroso puoi fare tre cose:
1 – stare davanti così la polvere è un problema di chi ti sta dietro
2 – stare dietro, ma attaccati alla ruota di chi ti sta davanti
3 – lasciarli andare e aspettare che la bufera di polvere sia passata.

Uscire in Mtb con il caldo
Un esempio di cosa voglia dire stare attaccati alla ruota di chi ci precede. Ricordate il video French Lesson?

– Ti va una birra ghiacciata?
Magari non è il rimedio assoluto contro il caldo, ma di sicuro è un bel finale per le uscite più roventi.
Alla salute! ?

– Senti ancora caldo?
Beh, spiacenti, ma oggi c’è davvero poco da fare…

Se (come a noi) vi piacciono l’estate e le uscite d’estate leggete anche questi articoli.

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti