•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le gomme di Marotte a Nalles hanno fatto tanto (forse troppo?) scalpore dopo la gara.
Ma perché tanto “rumore” dietro la scelta dei un paio di gomme semislick?
Sì, ok, è una scelta particolare e un po’ estrema, ma fino a qualche anno fa le gomme semislick erano la normalità nel mondo Xc e Marathon.
Anzi, nel circus di Coppa del Mondo lo è tutt’ora, specialmente su alcuni percorsi…
Lo stesso Marotte deve aver ricevuto talmente tanti messaggi su questo argomento, che ha voluto fare un post specifico sui suoi canali social, spiegando perché a Nalles ha scelto delle gomme così scorrevoli, nello specifico delle Vittoria Terreno da 29×2.25″.
Leggete qui:

Vous êtes beaucoup à poser des questions sur mes pneus. Alors parlons en! J’ai utilisé les Vittoria Tires Terreno en…

Pubblicato da Maxime Marotte su Domenica 11 aprile 2021

 

Riassumiamo in breve i motivi della scelta tecnica di Maxime Marotte:
– Ha scelto di usare le Vittoria Terreno a Nalles per fare dei test prima della Coppa del Mondo. Non conoscendo le gomme Vittoria (lo scorso anno utilizzava Schwalbe), il miglior modo per provarle come si deve è in condizioni di gara.


– A suo avviso, la scelta non è stata penalizzante, ma un vantaggio, visto che la salita era tanta e anche i tratti veloci, quindi ha potuto sfruttare la grande scorrevolezza di queste gomme. Inoltre, montando il copertone posteriore al contrario, ha avuto sempre un buon grip.

Le gomme di Marotte a Nalles

– Utilizza spesso le semislick in gara per la loro leggerezza e scorrevolezza, inoltre le linee nelle gare Xc sono abbastanza pulite, con sponde e traiettorie ben delineate, la bici va fatta scorrere e difficilmente si effettuano staccate al limite. I tasselli laterali offrono comunque aderenza in curva, in sostanza si ha un compromesso tra grip e scorrevolezza. Inoltre, Marotte preferisce usarli spesso per abituarsi ad uno stile di guida diverso (meno aggressivo) ed acquisire sensibilità.

Foto Alice Russolo

– A seconda del percorso gioca sul volume d’aria cambiando le sezioni: sullo sconnesso sarebbe meglio una 2.35″ (ma le Vittoria Terreno, al momento esistono solo da 2.1″ e 2.25″), se il terreno è sporco preferisce un po’ di tassello in più perché protegge dalle forature. Ma tiene conto anche del discorso aerodinamica, fattore poco considerato in Mtb, che a suo avviso è importante sui percorsi veloci.
– Quando possibile, evita gli inserti antiforatura, preferisce guidare in modo più pulito per evitare inconvenienti.

Le gomme di Marotte a Nalles
Foto Alice Russolo

Maxime Marotte conclude il post con una frase fondamentale, che deve far riflettere: «Spero di aver risposto alle vostre domande. Come tutti i top team, facciamo tantissimi test durante la stagione. Quando notate delle scelte “strane” sulla bici di un atleta di alto livello c’è sempre un motivo dietro. Devi solo trovarlo…».

Che dire, quella sulle le gomme di Marotte a Nalles è una bella disamina che fa capire diversi aspetti sulle scelte tecniche dei top riders in tema di pneumatici.
Ringraziamo l’atleta del Santa Cruz FSA per lo spunto e vi anticipiamo che a brevissimo approfondiremo il discorso sulla scelta delle gomme da Xc e Marathon.
Stay Tuned!

Qui altre informazioni sulle Vittoria Terreno.

Qui un approfondimento sul setup delle sospensioni di Maxime Marotte e Martina Berta:

VIDEO – Andreani Group: I set up di Maxime Marotte e Martina Berta

 

Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia