•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La nuova RockShox Domain RC è una forcella che piacerà a molti.
Due le ragioni principali: la solidità (grazie agli steli da 38 mm) e il prezzo (594€ secondo il listino ufficiale).
Rispetto ai 1089€ della Zeb Ultimate (qui il nostro Short Test), dalla quale la Domain riprende molti dettagli costruttivi, sono una consistente riduzione del costo di acquisto.
Certo, il peso aumenta e l’idraulica è meno raffinata, ma prima di dirvi come va, entriamo nei dettagli tecnici riportati nel comunicato ufficiale di RockShox.
SL

COMUNICATO UFFICIALE

Bici (ed e-Mtb) più capaci, forcelle più importanti.
La nuova RockShox Domain RC prende origine dalla ZEB, la nostra forcella specialista dell’enduro, con le massime credenziali.
La Domain RC presenta una resistente struttura da 38 mm, la compatibilità con i parafanghi corti, la molla ad aria DebonAir che ispira la massima confidenza insieme all’affidabile idraulica Motion Control RC.
E ci abbiamo anche messo le prestazioni del fluido idraulico Maxima Plush.
Non c’è nulla di meglio della Domain RC in quanto a prezzo e prestazioni.

SPECIFICHE
Diametro ruota: 27,5” oppure 29″
Corsa: 150, 160, 170 e 180 mm
Idraulica: Motion Control RC
Offset: 44 mm (27.5″ e 29″)
Diametro steli: 38 mm in alluminio
Diametro minimo disco: 200 mm
Diametro massimo disco: 220 mm

RockShox Domain RC

CARATTERISTICHE
Nuova struttura da 38 mm per una rigidità superiore e migliore confidenza per i rider
L’idraulica Motion Control RC presenta la regolazione della compressione alle basse velocità e il registro esterno del rebound a duplice flusso
La molla ad aria DebonAir, perfettamente regolabile, offre un sostegno corretto lungo tutta la corsa
Il fluido idraulico Maxima Plush riduce gli attriti e diminuisce il rumore del sistema
Campatibile con il parafango corto (il parafango RockShox viene venduto a parte. L’opzione AM comprende il parafango RockShox con le zip-tie)
Permette il passaggio gomma fino a 2.8” senza parafango. L’utilizzo di un parafango corto può ridurre lo spazio ruota

Prezzo suggerito: €594 IVA inclusa
Disponibilità: LUGLIO 2021

KIT DI UPGRADE IDRAULICA
– Kit di Upgrade Idraulica – Motion Control RC, Compressione alle basse velocità, Lockout (comprende idraulica in compressione) – Domain 38mm (B1+/2022+): € 47.00 – codice: 00.4318.060.000
– Kit di Upgrade Idraulica – Testa CHARGER2.1 RC2 Compressione alte velocità, basse velocità (comprende la sezione interna destra completa) – ZEB (A1+/2020+): € 365.00 – codice: 00.4318.048.000

KIT DI UPGRADE CONTROLLO REMOTO
– Kit di Upgrade Controllo Remoto – OneLoc Destro/sopra, Sinistro/sotto 10mm MC RC a pulsante per il blocco dell’idraulica (comprende il controllo remoto, componenti idraulica, cavo e guaina) – DOMAIN (B1+/2021+): € 114.00 – codice: 00.4318.061.000

RockShox Domain RC

PARAFANGO PREMIUM
– Parafango Corto RockShox MTB Black – ZEB (A1+/2021+): € 23.00 – codice: 00.4318.047.000

QUANTO PESA LA ROCKSHOX DOMAIN RC?
Il dato da noi rilevato è di 2565 gr, con cannotto di sterzo non tagliato e asse passante incluso.
La differenza rispetto alla RockShox Zeb Ultimate è significativa: 2280 gr, con cannotto tagliato a 18 cm e asse incluso.
Ma quanto significato hanno realmente questi 285 gr di differenza?
In generale poco, perché la Domain RC, visto anche il suo target di prezzo, è pensata per Mtb ed e-Mtb di fascia media, cioè, in generale, per quei mezzi che non fanno della leggerezza la loro virtù principale.
Quindi, in assoluto pesa di più della Zeb, ma le sue prestazioni sono comunque superiori ad una Lyrik Ultimate, specialmente se montata su una e-Mtb.
Sebbene la cartuccia Charger 2.1 sia superiore come idraulica a quella della Motion Control RC, è il pacchetto completo (che include anche il prezzo…) della nuova Domain RC a convincere di più.

COME VA LA ROCKSHOX DOMAIN RC?
Non ho avuto modo di effettuare un test vero e proprio, ma le 3 uscite fatte mi hanno dato un’idea abbastanza chiara su questa forcella.
La nuova RockShox Domain RC, montata su una Specialized Turbo Levo del 2019, è facilmente avvertibile all’anteriore: la bici, anzi, la e-Mtb diventa molto più precisa, più stabile e, in generale, più facile da guidare proprio quando sono abituato a vedermi un po’ in crisi.
Queste sensazioni sono amplificate dal fatto che di per sé una e-Mtb pesa di più di una Mtb di pari escursione e questo peso extra, però, trova un grandioso supporto nella solidità della Domain.
Pur con “soli” 160 mm di escursione, la Domain, grazie anche alla ruota anteriore da 29”, diventa capace di passare sopra qualunque ostacolo.
O quasi.
Quindi, a stupire, prima di tutto, sono la solidità e la precisione della forcella che si tramutano, una volta in sella, in grande confidenza di guida.

RockShox Domain RC

L’idraulica Motion Control RC è meno raffinata di quella Charger 2.1 della Zeb, ad esempio, ma di questo ce ne si accorge soprattutto nella rapidità con la quale l’idraulica “reagisce” agli input più violenti e veloci.
Il sistema con il bladder della Charger 2.1 è più rapido e sensibile, ma la Motion Control RC ha dalla sua la facilità di utilizzo e regolazione.
Il pomello sulla destra permette di agire sulle basse velocità di compressione, arrivando ad un “quasi lock-out”.
Si può decidere di guidare anche con un solo click del pomello azzurro, fra l’altro di dimensioni molto generose e di facile utilizzo.
Il solito pomello RockShox Motion Control RC che abbiamo già visto su altre forcelle del marchio americano.

RockShox Domain RC

Ho trovato il comportamento della nuova Domain molto sensibile alle basse velocità di compressione (grazie alla molla ad aria DebonAir) e un sostegno a metà e fine travel che diventa adeguato (alle mie necessità) solo con l’utilizzo di 3 token.
Gli stessi identici token che si utilizzano anche su Pike e Lyrik.
Nella guida veloce mi sono accorto di quanto più veloci si riesca a guidare con questa forcella e soprattutto con quanta facilità si passi sopra ad ostacoli che, con forcelle di steli da 35-36 mm, farebbero perdere la direzione corretta alla bici.
Quindi, molto solida e davvero precisa, come detto, ma un po’ esigente in termini di personalizzazione del lato aria per ottenere il giusto sostegno a metà corsa.
E in questo il numero dei token e la pressione utilizzata giocano un ruolo cruciale, in assenza di un registro separato per le alte e le basse velocità di compressione (previsto come opzionale).

RockShox Domain RC

In conclusione…
Pur non essendo questo un test completo posso sbilanciarmi dicendo che per il prezzo di listino (594€) la nuova RockShox Domain RC è un bell’upgrade sia per le e-Mtb che per le Mtb da enduro.
Si riesce ad andare più veloci e/o ad essere più precisi e questo, a prescindere dalla propria predisposizione alla velocità in off-road, è un bel vantaggio.

DOMANDE FREQUENTI
Per il lancio della Domain RC, RockShox ha stilato una serie di domande che molto probabilmente vi starete facendo oppure vi farete nel momento in cui deciderete di acquistarla. Ed ecco anche le risposte, date proprio da RockShox

– Per cosa è adatta questa forcella?
– Il grande diametro di 38mm degli steli e la struttura generalmente più rigida sono fatti apposta per le bici all mountain a corsa lunga e per le bici da enduro (150mm – 180mm), così come per le e-mtb, in modo da poter sfruttare un avantreno più imponente ed efficiente. La Domain è una forcella che ha una struttura giusta per fare la sua figura sulle e-mtb ma che al tempo stesso non è troppo pesante per divertirsi sui tracciati flow (2540g / 5.6lbs).

– Qual è la differenza della Domain rispetto alla ZEB?
– La Domain sfrutta alcune delle migliori caratteristiche della ZEB ma tralascia alcune delle specifiche esclusive del livello Signature per presentarsi come una grande forcella da enduro ad un prezzo inferiore. La Domain è diversa dalla ZEB per l’alluminio serie 6000 degli steli, l’idraulica Motion Control RC o R (solo rebound) e per le boccole.

– Sono disponibili diametri differenti per il cannotto forcella della Domain?
– La Domain ha il cannotto conico in alluminio da 1.5 pollici sia per l’OEM sia per l’aftermarket; il cannotto conico più largo da 1.8 pollici è un’opzione esclusiva OEM per il settore e-mtb.

– Come mai sono disponibili tre diverse teste e non una sola?
– La Domain presenta tre differenti misure di testa per adattarsi al meglio ai progetti delle attuali bici: 59mm sia per l’OEM sia per l’aftermarket, 63mm e 69mm solo per l’OEM. La testa da 69mm, inoltre, è sufficientemente grande per accogliere il cannotto opzionale da 1.8 pollici.

– Si può mettere nella Domani la cartuccia ad aria della ZEB?
Sono interscambiabili?

– Anche se entrambe hanno gli steli da 38mm, la cartuccia DebonAir della ZEB non entra nella Domain. La Domain utilizza gli steli in alluminio 6000 che necessitano di una misura specifica.

– Si può personalizzare la risposta della molla ad aria DebonAir della Domain?
– Per personalizzare la risposta della molla ad aria DebonAir della Domain sono disponibili i Bottomless Token; il numero massimo è tre (3) Token. Le forcelle Domain saranno spedite dalla fabbrica con i seguenti Token installati:

corsa 180mm – (0) token.
corsa 170mm – (1) token.
corsa 160mm – (2) token.
corsa 150mm – (2) token.

– Si può fare l’upgrade della Domain R ad RC? C’è un comando remoto per il modello RC?
– Sarà disponibile per l’aftermarket un kit di upgrade
dell’idraulica Motion Control RC:
00.4318.060.000 KIT AM UPGRADE MOCO RC 38MM (prezzo in Euro non ancora definito)
Sarà anche disponibile per l’aftermarket un kit dell’idraulica
Motion Control con controllo remoto:
00.4318.061.000 KIT AM RMT UPGR ONELOC FS R RC P DOMAIN  (prezzo in Euro non ancora definito)
– Questo kit dell’idraulica Motion Control con controllo remoto comprende un comando remoto OneLoc.

– Si può fare l’upgrade dell’idraulica Motion Control della Domain con un’idraulica Charger?
– Il kit di upgrade dell’idraulica Charger 2.1 RC2 della ZEB
è compatibile con la Domain.
00.4318.048.000 KIT AM UPGRADE CHARGER2.1 RC2 ZEB A1 (prezzo in Euro non ancora definito)

– Per quale diametro del rotore è realizzato il supporto pinza direct mount?
Qual è il diametro più piccolo del rotore che si può montare?

– La Domain prevede il supporto pinza per il rotore da 200mm. Per montare il rotore da 220mm serve un adattatore post mount da 20mm. SI possono anche usare i rotori da 203mm utilizzando il kit di rondelle specifico disponibile come ricambio aftermarket.

– Qual è la sezione massima della copertura che può accogliere la Domain?
– La Domain accoglie gomme fino a 2.8” sia sulla piattaforma 27.5” sia sulla 29”. L’utilizzo di un paraschizzi corto opzionale oppure un parafango può diminuire il passaggio gomma, a seconda della copertura, dunque se si utilizza un parafango bisogna verificare sempre lo spazio disponibile a forcella estesa e a fine corsa.

– La Domain è compatibile con un parafango?
– Le Domain vendute in aftermarket saranno completate da un parafango corto da fissare con le zip-tie.
Il parafango corto opzionale di alta gamma della RockShox ZEB si può montare sulla Domain e si fissa con la viteria specifica inclusa. Alcuni produttori hanno in catalogo parafanghi integrati che si possono eventualmente acquistare e montare.
Da notare che un paraschizzi o un parafango possono diminuire il passaggio gomma, a seconda della copertura, dunque se si utilizza un parafango bisogna verificare sempre lo spazio disponibile a forcella estesa e a fine corsa.

– Sembra che l’archetto che collega i foderi sia molto più avanti. Come mai?
– Il progetto della sezione inferiore deve soddisfare numerosi requisiti, due dei quali sono lo spazio disponibile per la gomma se si usano i parafanghi e lo spazio per il tubo di sterzo a fine corsa.

– Qual è l’ammortizzatore giusto RockShox per l’abbinamento con la Domain?
– La Domain si abbina bene a tutta la gamma dei nostri ammortizzatori che possano offrire una corsa simile a seconda del telaio.

– Come si fa a modificare la risposta della Domain?
– Il modo migliore per iniziare a modificare la risposta è l’app RockShox TrailHead. Si può scaricare l’app sul proprio smartphone oppure consultare il sito www.rockshox.com/trailhead. TrailHead vi guiderà nelle diverse regolazioni della vostra forcella Domain.

– C’è qualcosa di particolare sulla manutenzione della Domain?
– La Domain si allinea agli intervalli di manutenzione RockShox, tenendo in considerazione che un utilizzo intenso abbrevia gli intervalli necessari per prendersi cura della forcella. Consultare il Manuale di Servizio Domain per conoscere tutti i passi necessari per mantenere al meglio la vostra forcella.

– Tutto questo per un prezzo suggerito di appena 594€?!? Davvero?!?
Ecco i miei soldi!!!
– Giusto? La Domain è davvero un grande prodotto di valore, con grandi prestazioni, senza spendere tanto!
Al momento c’è una forte richiesta di bici e componenti, ma RockShox sta lavorando duro per riuscire a offrirvi la vostra Domain da usare e amare. Alla fine, con la Domain non è difficile affermare che davvero “Non c’è nulla di meglio”!

Qui tutti gli articoli e i test sulle sospensioni RockShox su MtbCult.it

Per informazioni sram.com/rockshox

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti