TEST - Torpado Hyper T960: potente motore OLI per chi vuole iniziare

Daniele Concordia
|

Torpado Hyper T960, ovvero l'ultima e-Mtb presentata dalla casa veneta.
Parliamo di una hardtail a pedalata assistita, montata con motore “made in Italy” e pensata per chi vuole entrare a far parte del mondo della e-Mtb senza spendere cifre folli.

Torpado Hyper T960

Di seguito analizziamo i dettagli tecnici e vi parliamo delle nostre sensazioni, iniziando con un video:



DETTAGLI TECNICI DEL TELAIO

- Geometria
Torpado non ci ha fornito le geometrie dettagliate del telaio e sul sito non sono presenti, quindi non possiamo esprimere giudizi sui dati numerici.
Pensandoci bene, però, per il pubblico al quale è rivolto questo tipo di e-Bike, le quote geometriche potrebbero essere anche superflue e mal interpretate.
Dopo averla provata, comunque, possiamo dirvi che le geometrie della Torpado Hyper T960 sono piuttosto classiche, con sterzo non troppo aperto, reach contenuto e tubo di sterzo abbastanza alto.

Forcella marchiata Torpado, con 100 mm di escursione, lockout remoto e funzionamento idraulico

Il piantone ha uno sloping accentuato per dare la possibilità di regolare l'altezza sella anche ai bikers meno alti.
Il carro misura 49 centimetri.
Le taglie sono tre (40, 45 e 50 cm) e si riferiscono alla misura del piantone verticale.

- Assetto in sella
Lo sterzo alto dona una posizione piuttosto rilassata, lontana da quella delle hardtail da gara.
Questo potrebbe essere anche un vantaggio, se pensiamo che i potenziali utilizzatori della Hyper possano essere i bikers alle prime armi o comunque chi non cerca un assetto racing.
Per lo stesso motivo, il telaio è abbastanza compatto, per donare maneggevolezza anche a chi non è troppo abile nella guida.
Il test si è svolto su un telaio in taglia 45 (corrisponde a una M), che per la mia altezza (172 cm) si è rivelato più corto del solito.

Torpado Hyper T960

- Cura costruttiva
Da apprezzare l'integrazione della batteria e dei cavi nel telaio, questo rende le linee molto pulite e moderne.
Questo dettaglio, inoltre, non toglie la possibilità di rimuovere la batteria per ricaricarla o per sostituirla.


Il motore è un OLI Sport da 250w di potenza con 85 Nm di coppia, prodotto in Italia e più precisamente in provincia di Modena.
L'OLI Sport offre 5 livelli di assistenza, più una modalità “walk assist” molto efficiente e con un pulsante pratico da azionare.

La levetta ovale è quella della modalità "walk assist", mentre per agire sui vari livelli di assistenza bisogna spingere i tasti "+" o "-". Sulla parte sinistra del display è visualizzata la carica della batteria, mentre il numero sulla destra indica il livello impostato. Gli altri numeri mostrano km/h e odometro. Vicino al display del motore troviamo il lockout della forcella.

Quindi, la qualità e la praticità del reparto elettrico non si discute, mentre ci aspettavamo qualcosa in più dal telaio.
Quest'ultimo è realizzato in lega di alluminio 6061, con saldature non proprio nascoste e, soprattutto, con perni delle ruote a sgancio rapido: a nostro avviso, un telaio Boost con perni passanti sarebbe stato più consono ed avrebbe reso giustizia ad un'unità motrice di tutto rispetto come la OLI Sport.

Torpado Hyper T960
Il quick release posteriore
Torpado Hyper T960
Il morsetto reggisella a sgancio rapido facilita le operazioni di regolazione, ma non è il massimo della qualità e della pulizia estetica

- Autonomia batteria
La batteria da 630 Wh garantisce un'ottima autonomia, ma ovviamente la durata effettiva dipende dal tipo di utilizzo, da peso e livello di allenamento del soggetto, dai percorsi affrontati, dalle temperature atmosferiche e così via...

OLI dichiara una durata massima di oltre 160 km con motore impostato a livello 1 (50% di assistenza), su percorso pianeggiante a 15 km/h di velocità. Delle condizioni che non rispecchiano appieno la realtà, è vero, ma fanno intuire che su un percorso vallonato si possono effettuare delle uscite abbastanza lunghe, gestendo la potenza del motore nel modo corretto.
Durante il test abbiamo svolto delle uscite brevi, quindi non possiamo dare un giudizio definitivo sull'autonomia della batteria.

Torpado Hyper T960
La batteria è estraibile
Ma si può ricaricare anche da montata. Il tempo di carica totale è di 6-8 ore.
Torpado Hyper T960
Il tasto presente sulla batteria permette di accendere la spia e in base al colore si capisce il livello di carica, senza doverla montare per forza sulla bici.

- Peso
La Torpado Hyper T960 pesa 23,6 kg con pedali SPD e camere d'aria nelle gomme.
Un peso elevato, se paragonato a quello di altre e-Mtb hardtail, ma consono al livello tecnico e alla fascia di prezzo.

- Prezzo
Il prezzo di listino è di 2200€, non bassissimo in assoluto, ma tra i più economici del segmento e-Mtb.

- Garanzia
Le bici Torpado sono garantite per due anni dalla data di acquisto.
Per attivare la garanzia si deve registrare la propria bici nell’apposita area del sito ufficiale che trovate QUI.

COMPORTAMENTO IN SALITA

L'assetto “rilassato” non favorisce le prestazioni in salita, ma l'obiettivo della Torpado Hyper T960 non è andare forte, quindi non siamo stupiti da questo aspetto.
Allo stesso tempo, però, il motore OLI Sport offre davvero un ottimo supporto, sia sui livelli bassi che su quelli alti e questo permette di arrampicare un po' ovunque, se si hanno le capacità e un po' di tecnica.

Torpado Hyper T960
I 5 livelli di assistenza del motore OLI Sport spiegati dall'azienda stessa

Per contro, i 9 rapporti posteriori (11-34) offrono un range piuttosto ristretto, quindi chi è poco allenato potrebbe trovarsi in difficoltà sulle salite lunghe e ripide, specialmente se si ha intenzione di utilizzare le modalità di potenza più “economiche” per affrontare più chilometri.
Se invece avete intenzione di utilizzare questa e-Mtb per giri corti, non avrete questi problemi.

Cambio Shimano Deore, con comandi Altus e 9 rapporti posteriori (11-34). Un allestimento molto economico

COMPORTAMENTO IN DISCESA

La Torpado Hyper T960 non è una e-Mtb da discesa, o meglio, non è studiata per affrontare i sentieri tecnici e i tratti molto sconnessi.
Proprio per capire i suoi limiti, l'abbiamo utilizzata anche nel bike park che sfruttiamo di solito per i test, ma dopo pochi metri abbiamo già capito che non è quello il suo “habitat”.

Torpado Hyper T960
La parte bassa del motore è piuttosto sporgente ed è facile sbattere su rocce e ostacoli

La Hyper T960 è il mezzo ideale per le escursioni in montagna o in campagna, su sterrati semplici o al massimo su sentieri non troppo scoscesi.
Quando ci si spinge un po' oltre, si avvertono i limiti del telaio molto rigido, del peso elevato e dei componenti di bassa gamma, che non reagiscono alle sollecitazioni nel modo giusto.
In discesa, quindi, è meglio non esagerare...

Cerchi in alluminio con pista frenante a vista (concepiti inizialmente per i freni v-Brake) e gomme di fascia entry level: due dettagli che pregiudicano parecchio la guida sui sentieri più impegnativi

COMPORTAMENTO SUL PEDALATO

Sui saliscendi e in pianura, la Torpado Hyper T960 si comporta molto bene, grazie alla posizione bilanciata e alla sua vocazione escursionistica.
Ottimo il comportamento oltre il limite dei 25 km/h, perché il motore “stacca” ma non genera troppo attrito, quindi si riesce a pedalare senza fare troppa fatica.

Torpado Hyper T960
Corona anteriore da 32 denti e guidacatena regolabile di serie

In conclusione...

La Torpado Hyper T960 è il mezzo ideale per le gite in montagna, in campagna o in città, da vivere con tranquillità ma anche con un po' di pepe in più.
A patto, però, di non portarla sui sentieri troppo impegnativi: se cercate un mezzo con cui mollare i freni e divertirvi in discesa, orientatevi su altro.

Torpado Hyper T960

Oltre al rapporto qualità-prezzo, un punto a favore è la disponibilità di questo modello, perché attualmente (agosto 2021) si può acquistare con la sicurezza che i tempi d'attesa saranno molto brevi: cosa non da poco, in questo periodo...

Qui gli altri articoli e test che parlano di Torpado.

Per altre informazioni Torpado.com

Condividi con
Sull'autore
Daniele Concordia

Mi piacciono il cross country e le marathon, specialità per le quali ho un'esperienza decennale. Ho avuto un passato agonistico sin da giovanissimo, ho una laurea in scienze motorie e altri trascorsi professionali nell’ambito editoriale della bici.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
[sibwp_form id=1]
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right