• 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ un tasto molto delicato da toccare quello delle coperture in Mtb, ci mantengono a contatto con il terreno e ci trasmettono la maggior parte delle sensazioni, eppure possiamo dirvi con fermezza che le gomme Specialized Butcher ed Eliminator 2021 con le nuove carcasse e mescole Gripton T9 e T7 hanno fatto un enorme step in termini di sicurezza e performance.
Scopriamo nel dettaglio le gomme Specialized da enduro per eccellenza.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021
Specialized Butcher 2021

Iniziamo dalla regina delle gomme Specialized da enduro, la Specialized Butcher.
Questa è l’ultima generazione di uno pneumatico usato in Coppa del Mondo. Lo pneumatico Butcher ha tasselli laterali più ampi per aumentare la stabilità sotto carico e per migliorare la tenuta, mentre quelli centrali sono spaziati in modo da ottenere una transizione più fluida quando si inclina la bici.
La carcassa da noi provata per l’anteriore è la Grid Trail, che offre, rispetto alla Grid standard, il 15% di protezione in più contro le pizzicature, e 30% in più contro le forature. La tecnologia 2Bliss permette inoltre di utilizzare pressioni molto basse delle gomme.
Ma la più grande novità del 2021 è la mescola brevettata Gripton che quest’anno prevede una nuova opzione per la Butcher, la T9.
La T9 è la più morbida, quella che offre il massimo del grip per la tecnologia sopra citata.
La mescola Gripton assorbe gli urti ad alta frequenza e filtra sia i piccoli urti che quelli più impegnativi.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021
Specialized Eliminator 2021

Passando allo pneumatico posteriore abbiamo montato la Specialized Eliminator, in questo caso con carcassa Grid Gravity, cioè quella doppio spessore, con l’altra novità per quello che riguarda le mescole, la Gripton T7/T9, ovvero composta da una più dura e resistente(T7) per i tasselli centrali che favorisce lo scorrimento e la durata e una più morbida(T9) su quelli laterali per aumentare il grip e la tenuta.

Scopriamo nel dettaglio come sono fatte e come si sono comportate le Specialized Butcher ed Eliminator 2021 sulla Yeti Sb150 che utilizziamo per i test. La bici è stata utilizzata per diversi giri enduro e anche durante la gara EWS a Finale Ligure nella configurazione Specialized Butcher Grid Trail T9 29×2.6” all’anteriore e Specialized Eliminator Grid Gravity T7/T9 29×2.3” al posteriore.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

1 – DETTAGLI TECNICI
– Struttura del copertone: 10
Entrambe le gomme hanno una struttura con cerchietto pieghevole e 60 tpi per la trama della carcassa unita ad un rinforzo extra, con la differenza che l’Eliminator ha il doppio spessore in quanto Grid Gravity.
– Diametri e sezioni disponibili: 8,5
Le sezioni e diametri disponibili si differenziano anche in base al tipo di carcassa e mescola che andiamo a scegliere, ad ogni modo vengono proposte le soluzioni più diffuse:
SPECIALIZED BUTCHER
29” sia 2.3” che 2.6”
27,5” 2.3”, 2.6” e 2.8”
SPECIALIZED ELIMINATOR
29” sia 2.3” che 2.6”
27,5” 2.6”

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

– Larghezza effettiva in mm: 9
Da segnalare che la larghezza effettiva del copertone può variare anche a seconda della larghezza del cerchio sul quale viene montato.
Utilizzando le ruote E13 Trsr Carbon che hanno 28mm di larghezza interna hanno fatto registrare per la Specialized Butcher 2.6”, dichiarata 66mm, 65mm di larghezza.
Mentre la Specialized Eliminator tende a sporgere di più con i tasselli risultando di 63mm di larghezza nonostante la 2.3” da noi montata sia dichiarata 58mm.
Una differenza sostanziale per la Eliminator, che risulta in sezione 2.3” all’incirca come una 2.5″ delle case concorrenti.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

– Mescole disponibili: 9,5
Se nel momento dell’acquisto non vi imbrogliate, l’offerta Specialized per le gomme è piuttosto ampia.
La mescola è Gripton ormai per tutte con la novità che ci sono la T9 (la più morbida) la T7 (più dura) e la T7/T9 più dura al centro e più morbida ai lati.
Le carcasse invece sono Grid, Grid Trail, Grid Gravity e Black Diamond.
– Peso: 10
Le prestazioni sono davvero convincenti, quelle delle Specialized Butcher ed Eliminator 2021, soprattutto in termini di affidabilità e protezione ma nonostante queste caratteristiche in Specialized sono riusciti a contenere il peso.
La Specialized Butcher Grid Trail (confrontabile con una Maxxis Exo+) 29×2.6” ha fermato la bilancia a 1085gr.
La Specialized Eliminator Grid Gravity (confrontabile con una Maxxis DD) 29×2.3” ha fatto segnare 1280gr.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

– Facilità di montaggio tubeless: 10
La gomma è rigida di carcassa ma si riesce a inserire agevolmente sul cerchio. Una volta installata basta gonfiarla con una pompa normale, senza compressore, per farla tallonare agevolmente.
– Prezzo: 9
Le versioni da noi testate sono le più costose per la gamma di modelli Specialized Butcher ed Eliminator 2021.
Con le nuove mescole Gripton T9 e T7/T9 le due gomme da enduro Specialized vengono 67€ di listino, un prezzo assolutamente concorrenziale.
Voto finale (da 1 a 10): 9,4

2 – PRESTAZIONI
– Scorrevolezza su fondi compatti: 8,5
L’accoppiata Specialized Butcher ed Eliminator 2021 in questa configurazione sembra una delle più azzeccate per l’enduro moderno.
La Butcher più aggressiva morde il terreno e montata anche al posteriore offre poca scorrevolezza, mentre l’Eliminator con il suo disegno e i tasselli centrali più ravvicinati offre maggior scorrevolezza sui fondi compatti. La mescola differenziata con i tasselli centrali più duri favorisce ulteriormente il rotolamento non risultando eccessivamente pesante da pedalare.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

– Scorrevolezza offroad: 8,5
Più o meno lo stesso discorso fatto per i fondi compatti. Il bilanciamento tra grip offerto e scorrevolezza è più che buono. La possibilità di utilizzare pressioni basse(per via dell’ottima resistenza alle pizzicature) permette di avere una buonissima efficacia in pedalata sui tratti offroad.
– Trazione in salita: 9,5
Decisamente ottima. La resistenza alle pizzicature e forature permette di utilizzare pressioni inferiori alla media che migliorano l’impronta a terra e la trazione.
In condizioni di fango la Butcher offre qualcosa di più per via dei tasselli più spaziati e profondi. Su terreni misti però l’Eliminator è in generale migliore come gomma da posteriore.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

– Trazione in frenata: 9
Grazie all’ottima pressione di esercizio alla quale si possono far lavorare gli pneumatici Specialized Butcher ed Eliminator 2021, le gomme da enduro Specialized riescono a fermare la Mtb quasi sempre. Se ci sono pietre fisse, terreni aridi o smosso le gomme Specialized offrono tanto grip in frenata. I tasselli morbidi si “aggrappano” alla superficie dove stiamo passando.
– Aderenza in curva: 10
La forma e la costruzione dei tasselli laterali è la stessa per entrambe le gomme. La transizione nel momento di curvare è veramente buona, trasmettendo sicurezza e feeling nella guida. Nonostante pressioni inferiori a quelle usuali, la carcassa delle due coperture Specialized offre sostegno alla bici e al rider senza innescare fastidiosi ondeggiamenti.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021
Specialized Butcher 2021

– Comportamento su terreni umidi-fangosi: 9
In generale è molto buona, ma le differenzierei un po’ a seconda del fondo:
– se il fondo è bagnato ma duro, composto di radici e pietre il grip offerto dalle Specialized Butcher ed Eliminator è ai massimi livelli. I tasselli estremamente morbidi della mescola T9 si incollano alle superfici.
– se c’è molta terra la Butcher scarica bene il fango, mentre l’Eliminator tende a scivolare di più per via dei tasselli centrali più ravvicinati e bassi.
In condizioni miste come quelle nelle quali ci si trova abitualmente offrono comunque un’ottimo livello di risposta e feeling nella guida anche in condizioni meteo avverse.
Resistenza all’usura dei tasselli (specificare i km percorsi): 9
Dopo poche uscite i tasselli laterali di entrambe le coperture hanno iniziato a segnarsi. Era inevitabile visto il grip che offrono. Mentre il centro della Eliminator con la mescola più dura sembra tenere bene, garantendo una vita più lunga al posteriore.
Le foto che vedete si riferiscono alla gomma con circa 300km e visto le meccanizzate effettuate circa 14000 metri di dislivello negativo.

Specialized Butcher ed Eliminator 2021
Specialized Eliminator 2021

– Resistenza alle pizzicature e/o forature: 10
In assoluto, insieme al grip, l’aspetto più sorprendente di queste Specialized Butcher ed Eliminator 2021 è la loro resistenza.
La carcassa Grid Trail a mio avviso è perfetta per l’anteriore ed eventualmente al posteriore se facciamo all-mountain ed enduro senza pensare troppo alla velocità.
Se invece guardiamo alle gare, ci lasciamo trasportare dalla velocità o andiamo per bike park la Grid Gravity al posteriore ci permette di “esagerare” quasi in ogni condizione, fiduciosi che non pizzicheremo al primo errore.
Voto finale (da 1 a 10): 9,2

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 9,3

Specialized Butcher ed Eliminator 2021

In conclusione…
Le Specialized Butcher ed Eliminator 2021 con le mescole T7 e T9 rappresentano un nuovo standard per quanto riguarda le gomme da enduro della casa americana.
Il grip offerto è di primissimo livello e con un’ottima affidabilità e fiducia.
L’accoppiata con carcassa Grid Trail è da considerare per chi vuole una bici un po’ più maneggevole con la garanzia di avere comunque un’ottimo grip.
Mentre la scelta della carcassa Grid Gravity permette di pensare quasi unicamente alla guida senza la paura di incorrere in pizzicature o forature indesiderate. Trasmettendo una totale fiducia.
Penso che le Specialized Butcher ed Eliminator 2021 resteranno montate sull’enduro ancora per un po’…

Per ulteriori informazioni specialized.com

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri