scritto da Daniele Foresi in Componenti,Test il 12 Nov 2013

TEST – Avid Elixir 7 Trail: freno di bassa gamma a chi?

TEST – Avid Elixir 7 Trail: freno di bassa gamma a chi?
        
Stampa Pagina

La famiglia dei freni di casa SRAM copre un range di utilizzo vastissimo che va dall’Xc al downhill e per questa stagione (come vi avevamo anticipato qui) si arricchisce di due nuovi modelli: Avid Elixir 7 Trail e Avid Elixir 9 Trail, che vanno a aggiungersi ai già presenti X0 Trail.
Abbiamo avuto in test gli Avid Elixir 7 Trail abbastanza a lungo da farci un’idea molto dettagliata su come lavorano.

Cosa sono gli Elixir Trail?
La gamma Trail è nata per rispondere alle esigenze delle bici tuttofare moderne, il range dichiarato va dall’Xc al Gravity, ma la collocazione ideale è la fascia delle all-mountain/enduro.

Gli Elixir 7 Trail sono i più economici della gamma Avid, ma non hanno nulla da invidiare ai fratelli maggiori.

Gli Elixir 7 Trail sono i più economici della gamma Avid, ma non hanno nulla da invidiare ai fratelli maggiori. Molto pratico il pomello interno alla leva per la regolazione della distanza della leva dal manubrio.

Gli Elixir 7 Trail testati sono i più economici della serie, ma non per questo sono i meno performanti. Infatti il caliper a quattro pistonicini dual diameter (due pistoncini da 14 mm e due da 16 mm) è lo stesso degli altri allestimenti.
Il corpo del freno è in alluminio, così come la leva, e l’unica regolazione prevista è la distanza di quest’ultima dal manubrio. Ammettiamo che la regolazione del punto di contatto delle pastiglie, per poter personalizzare al meglio il feeling, ci è mancata, ma è un accessorio che su un freno entry level non è indispensabile.
I rotori sono disponibili in tutte le misure, dai 140 mm (solo per posteriore) ai 200 mm. Noi abbiamo montato, su una bici da enduro da 27,5″, quelli da 180 mm sia all’anteriore che al posteriore e ci sono sembrati perfetti.
Il peso dichiarato è di 355 gr con disco da 160 mm e adattatore.

Come vanno?
Sui sentieri gli Elixir 7 Trail non hanno fatto rimpiangere freni ben più costosi, visto che la frenata è potente e costante, pur mancando un po’ di modulabilità. Non sono freni che devono essere strizzati per bene per avere la potenza richiesta (come ci si potrebbe aspettare da freni di fascia medio-bassa) e questo è un bel vantaggio per le mani. Il merito della loro potenza va ai quattro pistoncini e alle pastiglie più grosse che vanno ad appoggiare su una superficie maggiore del disco garantendo al rider uno sforzo minore sulla leva.

Il peso dichiarato è di 355 gr incluso disco da 160 gr e adattatore. Ideali per un uso enduro.

Il peso dichiarato è di 355 gr incluso disco da 160 gr e adattatore. Si prestano molto bene per un uso enduro.

Appena montati, però, consigliamo di fare un periodo di rodaggio, con frenate brusche alternate a quelle lunghe per consumare le pastiglie quel tanto che basta per ottenere le massime prestazioni dall’impianto.
Gli Elixir 7 Trail ci hanno impressionato anche per la loro precisione, la risposta alla frenata è immediata e in mesi di utilizzo non abbiamo mai riscontrato perdite di potenza o cambiamenti del comportamento della leva.

Noi abbiamo montato un disco da 180 mm anche al posteriore e non ce ne siamo pentiti, la qualità della frenata è davvero notevole.

Abbiamo montato un disco da 180 mm anche al posteriore e non ce ne siamo pentiti: la potenza della frenata è davvero notevole.

Unica nota negativa è il rumore che generano quando si surriscaldano, un aspetto che non ci è capitato di notare con freni di fascia superiore della casa americana. Nonostante il surriscaldamento, però, il comportamento in frenata dell’impianto non cambia, regalandoci frenate sempre costanti e precise.
Questi freni ci hanno dato l’impressione di essere degli X0 con steroidi, le performance non sono lontane dagli Avid Code (dedicati espressamente alla Dh) e il peso è abbastanza contenuto da renderli un’ottima scelta sulle bici all-mountain/enduro.

In conclusione
Gli Avid Elixir 7 Trail sono risultati perfetti per l’utilizzo am/enduro, sono potenti e affidabili e, se il nostro obiettivo è un freno dal costo contenuto ma di ottima qualità, sono sicuramente un prodotto da tenere in considerazione. Avid ha lavorato davvero bene per portare prestazioni simili a quelli degli X0 Trail su un freno entry level

L'unica regolazione presente è quella della distanza della leva dal manubrio. Non molto, ma abbastanza per un freno di questa fascia di prezzo.

L’unica regolazione presente è quella della distanza della leva dal manubrio. Non molto, ma abbastanza per un freno di questa fascia di prezzo.

Vi riproponiamo qui di seguito il video con cui Avid ha presentato la nuova gamma ELixir Trail.

A questo link invece trovate tutta la presentazione delle novità 2014 di casa Sram: scaricate l’articolo.

Per informazioni www.sram.com

voto:  8,5 / 10

PRO:

Frenata potente e precisa, rapporto qualità/prezzo, buona ergonomia della leva.

CONTRO:

Modulabilità non ai livelli dei "fratelli" X9 e X0, rumorosità in caso di surriscaldamento.

Scheda Tecnica

  • Peso:
    355 gr (singolo impianto)
  • Tipo di olio:
    DOT 5.1
  • Regolazioni:
    distanza della leva, angolazione del Banjo
  • Tecnologia:
    TaperBore Technology, MatchMaker X
  • Tipo di utilizzo:
    dall'Xc al freeride
  • Misure dischi:
    da 140 mm (solo posteriore) a 200 mm
  • Prezzo:
    114€ singolo impianto
        
Torna in alto