• 19
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Poco tempo fa vi abbiamo presentato il Giro Manifest Spherical, un casco da trail pensato per le esigenze di chi cerca un prodotto di alta gamma, rifinito e protettivo.
Ma com’è? E’ comodo? E’ fresco?
Lo abbiamo provato a lungo in questi mesi, ora facciamo il punto della situazione.

Giro Manifest Spherical

DETTAGLI TECNICI
– Materiali utilizzati: 10
Il punto chiave di questo casco è, appunto, il sistema Spherical, un design proprietario “a sfera” per il reindirizzamento delle forze d’impatto, combinato con il MIPS Brain Protection System e un rivestimento EPS con stratificazione progressiva che migliora la gestione degli impatti ad alta e bassa velocità.
Il Giro Manifest Spherical offre anche la migliore ventilazione della classe e compete con i migliori caschi da strada di Giro.
Il rivestimento è in classico materiale plastico (disponibile in moltissime colorazioni), ma più che altro ha una funzione di sostegno, protezione contro le abrasioni ed estetica.
Le imbottiture sono morbide, anti-umidità e lavabili.

Giro Manifest Spherical

Giro Manifest Spherical

Giro Manifest Spherical

Giro Manifest Spherical

– Regolazioni consentite: 9,5
Si può personalizzare tramite il Roc Loc Trail Air posizionato nella zona posteriore, la regolazione è davvero micrometrica e la chiusura è omogenea.
Inoltre, si può regolare la calzata in altezza, grazie a diversi fori di ancoraggio che permettono appunto di alzare o abbassare la calotta.
La chiusura inferiore è con fibbia classica con chiusura FidLoc magnetica, infine la visiera è rimovibile e regolabile in altezza.

Giro Manifest Spherical

Giro Manifest Spherical

Giro Manifest Spherical

– Omologazione: 10
Il casco in questione è munito di omologazione CE En 1078.
La presenza del sistema Spherical, Mips e diversi gradi di Eps forniscono un’ulteriore garanzia in termini di protezione e qualità del prodotto.

– Peso: 8
Il peso in taglia S è di 336 grammi.
Parliamo di un casco da trail riding, quindi il peso viene dopo comfort e sicurezza, come importanza, ma pensando alle numerose parti e tecnologie presenti per la sicurezza, tutto sommato è leggero.

Giro Manifest Spherical

– Prezzo: 7,5
Il Giro Manifest Spherical è qualcosa di completamente nuovo che non si era mai visto, con dettagli e peculiarità uniche nel suo genere e di fatto il prezzo ne risente: costa 270€ di listino.
Voto finale (da 1 a 10):9

PRESTAZIONI
– Comfort della calzata: 10
Il casco avvolge bene la testa e la chiusura Roc Loc Trail Air permette di personalizzare la calzata al millimetro.
Questo, insieme all’imbottitura interna molto soffice e sostanziosa, dona un feeling immediato.
Essendo un casco molto avvolgente nella zona frontale e sulle tempie, potrebbe essere meno compatibile con alcuni occhiali, ad esempio con quelli di grandi dimensioni.
Da notare che ci sono anche degli inserti che permettono di alloggiare gli occhiali quando non sono indossati.
E’ perfetto, invece, da utilizzare con la mascherina da enduro.

Giro Manifest Spherical

– Ventilazione: 9
Il Giro Manifest Spherical ha ben 19 feritoie e una canalizzazione interna tra le calotte per aumentare il flusso d’aria.
Questo casco è estremamente protettivo, ma può essere comunque indossato anche nelle stagioni calde.

– Estensione della copertura: 10

Parliamo di un casco molto protettivo per essere un casco “aperto”, sia nella zona anteriore e delle tempie, sia in quella posteriore, dove la calotta arriva a coprire tutta la zona occipitale.

Giro Manifest Spherical

Giro Manifest Spherical

– Calzata: quale taglia scegliere? 9,5
Sono disponibili ben 5 taglie:
– Extra Small (47-51 cm)
– Small (51-55 cm)
– Medium (55-59 cm)
– Large (59-63 cm)
– Extra Large (61-65 cm)
In generale, la calzata è giusta e le dimensioni della calotta esterna, nonostante la tecnologia Mips Spherical, non è molto ingombrante.
Nel mio caso ho scelto una taglia S e mi sono trovato bene.

Voto finale (da 1 a 10): 9,6

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 9,3
In conclusione…
Il Giro Manifest Spherical è l’ideale per chi cerca un casco da trail riding molto protettivo, confortevole e molto rifinito.
Tra i pregi principali troviamo sicuramente la tecnologia Spherical che unita al resto porta il livello di sicurezza di questo casco aperto al vertice del segmento.
Inoltre, da segnalare il comfort e l’ampia scelta delle colorazioni che offre a chiunque la possibilità di trovare quello più adatto ai propri gusti e/o abbinato alla grafica della bici.
Ottima anche la ventilazione.
Un casco veramente completo, se non fosse per il prezzo un po’ alto, lo avremmo promosso a pieni voti.

Per ulteriori informazioni Giro.com

Qui tutti gli altri articoli e test sui caschi.

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri