•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Era da un po’ di tempo che volevamo parlare di un marchio che in Italia, oltre che nel mondo, ha fatto la storia delle sospensioni.
E di recente Marzocchi, tramite il distributore italiano Andreani Group, ci ha dato la possibilità di mettere alla prova il nuovo ammortizzatore Marzocchi 053 S3c2r e la forcella Marzocchi 350 CR (qui il test).
La casa bolognese ha una lunghissima storia che inizia nel lontano 1949 con la produzione di sospensioni per moto e, fiduciosi del know-how derivante da questo settore videro, nella Mtb la possibilità di applicarlo con successo.
E così nel 1989 introdussero la loro prima forcella ammortizzata la Star Fork, seguita negli anni da altre pietre miliari della storia della Mtb, come la Bomber Z1 nel 1995, le forcelle a steli rovesciati Shiver (sia a doppia piastra che a singola) nel 2000, le prime forcelle per ruote da 29” (sulle prime Gary Fisher 29er), le Monster da downhill e freeride, le 888 e le 55 da enduro.
La forcella Marzocchi 350 Cr erede delle 55 arrivata per il test è stata montata sulla nostra test bike (una Giant Reign Advanced) in abbinamento all’ammortizzatore Marzocchi 053 S3c2r, un’unità completamente nuova che vuole dare filo da torcere ai migliori attualmente in produzione.

marzocchi 053 S3c2r
Il Marzocchi 053 S3C2R in versione 2016

Nelle gare di enduro il livello tecnico dei partecipanti si è alzato moltissimo e di conseguenza anche le case produttrici di componenti si sono adeguate cercando di ampliare le possibilità di personalizzazione agli atleti.
Il nuovissimo Marzocchi 053 S3C2R, oggetto di questo test, utilizza una molla pneumatica, quindi è ad aria, ed è dotato di piggyback, ovvero di una camera separata per mantenere le prestazioni più omogenee durante l’utilizzo intenso.

marzocchi 053 S3c2r
Il nuovo Marzocchi 053 S3C2R dotato di PiggyBack (serbatoio esterno)
marzocchi 053 S3c2r
Levetta con particolare delle tre posizioni (S3) Up, Ride e Down

La sigla S3 indica le 3 regolazioni possibili Urd (Up, Ride, Down) selezionabili attraverso una levetta: quando la regolazione è su “aperto”, cioè la Down, si può ulteriormente regolare la compressione sia sulle basse che sulle alte velocità.
Quando la regolazione è su “chiuso”, cioè la Up, si può regolare la soglia di sblocco. Vediamo adesso come se l’è cavata durante il test…

1 – DETTAGLI TECNICI

Regolazioni esterne: 9,5
L’ammortizzatore ha davvero tante regolazioni, dalla compressione alle alte (pomello arancione) e basse velocità (pomello oro), al blocco, al ritorno alle basse velocità (pomello rosso).
Con la levetta nera si comandano le tre posizioni di guida Up, Ride, Down.
Attraverso una chiave a brugola si può invece regolare la soglia di sblocco nella posizione di tutto chiuso. Se si ha confidenza con le varie regolazioni è possibile davvero “cucirselo” addosso.

marzocchi 053 S3c2r
I registri della compressione alle: alte velocità (arancione), basse velocità (giallo)
marzocchi 053 S3c2r
Registro del ritorno (velocità di estensione)

Regolazioni interne: 8
Davide (tecnico di Marzocchi) mi ha confermato che attualmente non sono disponibili token per aumentare la progressività della parte aria, ma esistono già dei prototipi con questo accorgimento che è previsto per i modelli futuri.
Si può intervenire internamente per cambiare l’idraulica a patto, ovviamente, di avere le conoscenze e l’attrezzatura adeguata.
Opzioni travel: 9
Il Marzocchi 053 S3C2R è prodotto nelle misure (interasse x corsa):
– 222 x 70 mm / 8.75 x 2.75”
– 216 x 63.5 mm / 8.5 x 2.5”
– 200 x 57 mm / 7.88 x 2.25”
– 200 x 51 mm / 7.88 x 2.0”
– 190.5 x 51 mm / 7.5 x 2.0”
Questo ammortizzatore è in grado di soddisfare la maggior parte delle richieste sul mercato di bici all mountain/enduro, anche se mancano l’opzione compatibile con l’attacco per Specialized e lo standard metrico da poco introdotto.

marzocchi 053 S3c2r
Registro della soglia di sblocco (Gate Adjust)

Peso: 9
Il dato rilevato è di 290 grammi, che sono in linea con la maggior parte degli ammortizzatori ad aria.
Prezzo: 9

Il listino 2017 riporta 427 euro che sono in linea con le proposte RockShox, ma molto più in basso rispetto a quelle Fox di pari livello.

Voto finale dettagli tecnici (da 1 a 10): 8,9 pub

2 – PRESTAZIONI
Prestazioni basse velocità di compressione: 9

Sono rimasto particolarmente sorpreso da come filtri i piccoli impatti e da come la regolazione esterna influisca sul comportamento.
Le regolazioni proposte sul Marzocchi 053 S3C2R permettono di renderlo soffice o anche più sostenuto, a seconda delle proprie preferenze di guida.
Prestazioni alte velocità di compressione: 9
Le regolazioni funzionano in modo egregio, tanto che sono riuscito a impostare il Marzocchi 053 con un Sag intorno al 30%, mantenendo un’ottima risposta alle alte velocità e i fondocorsa.
Con il giusto sostegno sulle buche in frenata e sui tratti più impegnativi la bici è veramente veloce, rimane alta e pronta ad assorbire i continui urti, senza andare bruscamente a fine corsa e perdere così la sua funzione ammortizzante.

marzocchi 053 S3c2r

Comportamento in salita: 9
La possibilità di bloccarlo (posizione Up) ha reso la Giant Reign Advanced al pari di una front.
Quando la salita diventa più impegnativa e tecnica, facendo fare uno scatto alla levetta di regolazione, si può utilizzare la posizione Ride così da mantenere la ruota posteriore incollata al terreno senza però perdere il sostegno che serve a mantenere direzionalità in salita.
Sui tratti saliscendi meglio la posizione intermedia, in quanto in posizione aperta (Down) è molto sensibile ai trasferimenti di carico e “bobba” un po’ pedalando in fuorisella.
Efficacia delle regolazioni (sensibilità ai click): 9
I click a disposizione sono tanti, ma sia per quanto riguarda la compressione (alte e basse velocità), che il rebound si riesce a percepire tutto e a regolarlo nel migliore dei modi.

marzocchi 350 cr
La forcella Marzocchi 350 Cr e l’ammortizzatore Marzocchi 053 S3c2r testati sulla Giant Reign Advanced

Scorrevolezza: 9
Sempre molto sensibile e scorrevole, accompagna dolcemente in ogni condizione, anche le più sporche.
Feeling e confidenza con la guida: 9
Ho apprezzato le tante possibilità di regolazione che hanno portato il Marzocchi 053 S3C2R molto vicino alla perfezione in ogni situazione, ma anche confortevole e di grande sostegno nelle situazioni più al limite.

Voto finale prestazioni (da1 a 10): 9

Voto complessivo: 8,95

In conclusione…
L’abbinamento forcella Marzocchi 350 Cr e ammo 053 S3C2R è qualcosa da tenere in attenta considerazione in ambito enduro e in ottica contenimento dei costi.
Il brand italiano è fortemente intenzionato a tornare nelle posizioni di vertice in fatto di prestazioni e l’acquisizione da parte di Fox non costituirà un impedimento a questo processo. Anzi.
Per il 2017 sono previsti piccoli aggiornamenti tecnici e grafici, ma la sostanza rimane quella dei modelli 2016.

marzocchi 053 S3c2r
Alcuni dei modelli gravity oriented della produzione 2017 di Marzocchi.
marzocchi 053 S3c2r
La versione 2017 del Marzocchi 053 S3C2R è all black

Nel complesso, se cercate un ammortizzatore ad aria, leggero, che possa assecondare la vostra uscita in Mtb, dalla più tranquilla alla più race, il Marzocchi 053 S3C2R fa al caso vostro.
A patto che sappiate cose fare con tutte queste regolazioni… ?

Per informazioni Marzocchi.com oppure AndreaniGroup.com

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri