scritto da Stefano Chiri in Componenti,Test il 20 Ott 2017

TEST – Pignoni Ingrid 46t10: più range per le 11 velocità

TEST – Pignoni Ingrid 46t10: più range per le 11 velocità
        
Stampa Pagina

Il pacco pignoni Ingrid 46T10 è uno dei componenti più interessanti nel catalogo del giovane marchio italiano.
11 velocità, una gamma di rapporti più ampia grazie alla corona da 46 denti, compatibile solo con ruota libera Sram Xd, costruzione al Cnc fatta in Italia e sempre in Italia vengono eseguite anche le fase di progettazione e test, insieme ai team Cpz Airoh Ion Santa Cruz e Mtb Team Trek Selle San Marco.
Il pacco pignoni Ingrid in esame è un davvero un componente di pregio che, come leggerete nel test, oltre a funzionare bene, impreziosisce anche l’estetica della bici, senza risultare “posticcio” come può accadere per altri modelli di marchi concorrenti.

pignoni ingrid 46t10

Lo scorso anno abbiamo utilizzato a lungo la modifica Ingrid per Shimano, qui il test, e per quest’anno il produttore italiano ci ha deliziato con un intero pacco pignoni, l’Ingrid 46t10 appunto, visto per la prima volta durante il Bike Festival di Riva del Garda.

Il pacco pignoni Ingrid 46t10, come detto, è a 11 velocità con pignone più grande da 46 denti e il più piccolo da 10 realizzato in 2 parti lavorate interamente al Cnc.
I pignoni più piccoli sono realizzati in acciaio Aisi 420 mentre i 3 pignoni più grandi in alluminio 7075-t6.

pignoni ingrid 46t10

La cassetta con i suoi 297 gr rilevati è senza dubbio molto leggera e con il prezzo di 334€ riesce ad essere più concorrenziale (ma solo rispetto al prezzo di listino) dei pignoni Sram XX1 10-42 del peso di 268 gr dichiarati e dal costo di 434€.

pignoni ingrid 46t10

Oltre ad avere un range più ampio di rapporti rispetto alla cassetta originale Sram è stata ottimizzata la scala tra i vari pignoni, che sono: 10-12-14-16-18-21-24-28-33-39-46.
L’attenta fase di sviluppo e le particolari lavorazioni eseguite sui denti hanno permesso di ottenere una cassetta sempre pronta e precisa nelle cambiate.
La compatibilità è solo con corpetto Sram Xd, ma in realtà si possono utilizzare sia trasmissioni 11v Sram che Shimano.

pignoni ingrid 46t10

Per il test ho utilizzato una pedivella con corona da 32 denti (entrambe realizzate da Ingrid, come si vede nella foto in basso) con profilo dei denti “narrow-wide” in stile Sram X-Sync, su guarnitura Ingrid Crs-l2 una catena Sram Pc-XX1 nuova e installato il tutto su una Specialized Stumpjumper Ht equipaggiata con trasmissione Sram X01.

pignoni ingrid 46t10

Una volta montato tutto fila liscio
Il pacco pignoni Ingrid 46t10 ha una finitura nera che lo rende del tutto simile ad un pacco pignoni Sram X01 e dopo un’intera estate sotto stress si nota una leggera decolorazione dei denti dovuta all’usura.
L’installazione è facile, anche se è doveroso far notare che la ghiera per stringere i pignoni più piccoli è delicata e bisogna munirsi di una buona attrezzatura.

pignoni ingrid 46t10

La scala dei rapporti è di poco differente da quella originale e, anzi, è per certi aspetti preferibile.
In ambito enduro la Ingrid 46t10 può essere un’ottima soluzione per permettere il montaggio di una corona più grande davanti senza avvertire la “coperta corta” dei sistemi 1×11.
Invece, se pensiamo all’utilizzo Xc, abbiamo trovato che il salto degli ultimi pignoni (cioè dal 39 al 46 e viceversa) per arrivare fino al 46, per chi è allenato, è troppo marcato, inducendo ad una pedalata troppo agile o troppo dura quando siamo con i rapporti più corti.

pignoni ingrid 46t10

L’usura?
Nel complesso il test è durato circa 1000 km e il consumo si è rivelato ottimo.
Lo stato di allenamento del sottoscritto e l’utilizzo che faccio di questa bici non mi ha permesso di utilizzare spesso il 46 ma i pignoni subito sotto sono realizzati dello stesso materiale, in alluminio 7075-t6, ed hanno resistito benissimo all’usura.

pignoni ingrid 46t10

In conclusione…
A chiunque voglia ampliare il proprio range di rapporti sulla propria trasmissione a 11 velocità l’Ingrid 46t10 è consigliabile, in particolar modo se non siete troppo allenati, se fate tanta pianura e non potete-volete rinunciare ad una corona un po’ più grande.
E se fate trail/all-mountain/enduro, discipline che non richiedono frequenze di pedalata molto alte e ritmi sostenuti in salita allora diventa davvero un’ottima soluzione.
Il prezzo è concorrenziale solo rispetto al prezzo di listino dei pignoni 10-42 Sram ma lo diventa molto meno se si considerano i prezzi che, oggi, il mercato online propone.
Inoltre, c’è il pacco pignoni Shimano Deore Xt 11-46 che, pur pesando di più e pur offrendo un range di rapporti più ristretto, ha dei costi molto inferiori.
Tuttavia, detto ciò, l’Ingrid 46t10 rimane un prodotto di alta qualità che offre una gamma di rapporti più ampia del 10-42 di Sram, è Made in Italy e si dimostra anche piuttosto resistente all’usura.
Insomma, un componente da considerare senz’altro.

Qui tutti gli articoli sulle trasmissioni 1×11

Per informazioni Ingrid.bike



voto:  9,5 / 10

PRO:

Qualità costruttiva, precisione e silenziosità della cambiata, resistenza all'usura, range di rapporti più ampio di un 10-42 Sram, scala rapporti lineare

CONTRO:

La ghiera per il serraggio del pacco pignoni sulla cassetta richiede un utensile di alta qualità, prezzo relativamente competitivo rispetto a Sram

Scheda Tecnica

  • Peso:
    297 gr
  • Rapporti:
    10-12-14-16-18-21-24-28-33-39-46
  • Compatibilità:
    11 velocità con corpetto Sram Xd, adatto per trasmissioni sia Shimano che Sram
  • Prezzo:
    334€
        
Torna in alto