scritto da Redazione MtbCult in News,Video il 26 Ago 2019

Enduro World Series 2019: a Rude e Courdurier la tappa californiana

Enduro World Series 2019: a Rude e Courdurier la tappa californiana
        
Stampa Pagina

COMUNICATO UFFICIALE

L’Enduro World Series 2019 ha fatto tappa a Northstar, in California. Sentieri a noi noti, in quanto sono gli stessi sui quali abbiamo provato in anteprima la nuova Specialized Enduro  29″ 2020 (qui il video test completo).

Enduro World Series 2019





Tornando alla gara, a vincere sui trails californiani la settima tappa dell’Enduro World Series 2019 sono stati Richie Rude e Isabeau Courdurier.

Enduro World Series 2019

Richie Rude

La penultima gara dell’anno, la EWS Northstar California, si è conclusa sul filo del rasoio, in questo modo il round finale a Zermatt sarà decisivo per decretare il vincitore del campionato maschile. Dopo cinque tappe tecniche e incredibilmente impegnative, la gara maschile si è decisa per meno di un secondo nella PS finale.

E’ stato Sam Hill (Team Chain Reaction Cycles Mavic) a guidare la gara, arrivando all’ultima Speciale con appena un decimo di secondo di vantaggio.

Enduro World Series 2019

Sam Hill

Ma il campione in carica non è stato in grado di trattenere Richie Rude (Yeti Cycles/Fox Shox Factory Team), che ha vinto la gara con 0,8 secondi. Mitch Ropelato ha messo a segno un’ottima prestazione, che gli ha permesso di conquistare il suo primo podio EWS (terzo posto), davanti al rientrante Martin Maes (GT Factory Racing) e ad Eddie Masters (Pivot Factory Racing) che ha corso con un polso rotto a causa di una caduta subita nel primo giorno di gara.

Enduro World Series 2019

Martin Maes rientrava in seguito ad una squalifica molto discussa…

Enduro World Series 2019

Il podio assoluto

Nella sfida al femminile, Isabeau Courdurier (Intense Mavic Collective) ha messo al sicuro il suo primo titolo da campionessa dopo aver vinto la gara, ma non ha avuto tutto a suo favore…

Enduro World Series 2019

Isabeau Courdurier ha vinto il titolo EWS 2019 con una gara di anticipo

Noga Korem (GT Factory Racing) ha vinto la “Queen Stage” per raccogliere punti extra e si è classificata al secondo posto. Andreane Lanthier Nadeau (Rocky Mountain/Race Face Enduro Team) ha vinto la quinta tappa ed ha avuto una prestazione costante durante tutta la gara, che le ha permesso di portarsi a casa il terzo posto.

Enduro World Series 2019

Il podio assoluto femminile

 

Tra gli U21 Men è stato Antoine Vidal (Commencal Vallnord Enduro Racing Team) a salire in testa, con lo statunitense Duncan Nason al secondo posto e il canadese Kasper Woolley al terzo posto.
Lucy Schick ha aggiunto al suo elenco di vittorie questa stagione nell’U21 Women, con Isabella Naughton al secondo posto e Lauren Bingham al terzo posto.

Enduro World Series 2019

Antoine Vidal

C’è stata una bella lotta anche nella categoria Master Men, con Karim Amour che ha vinto con meno di mezzo secondo di vantaggio su Cedric Ravanel. La leggenda del cross country canadese, Geoff Kabush, ha completato il podio al terzo posto.
La svizzera Alba Wunderlin ha conquistato la vittoria della Master Women, con la rider locale Tasha Thomas al secondo posto e Amanda Propst al terzo.

Enduro World Series 2019

Geoff Kabush

Il Rocky Mountain/Race Face Enduro è stato nominato Team del giorno, con il GT Factory Racing al secondo posto e il Canyon Factory Racing al terzo.

Enduro World Series 2019

Con un solo round dell’Enduro World Series 2019 rimasto, è ancora Florian Nicolai (Canyon Factory Racing) a guidare la classifica generale maschile, ma Sam Hill è dietro di soli 60 punti, mentre Kevin Miquel è salito al terzo posto.
Le sette vittorie su sette di Isabeau Courdurier le permettono di vincere il campionato prima del round finale, Noga Korem rimane al secondo posto e Andreane Lanthier Nadeau al terzo.

Enduro World Series 2019

L’ultima prova dell’Enduro World Series 2019 si svolgerà a Zermatt, in Svizzera, il mese prossimo.

Ecco le classifiche complete dell’EWS California:

Per informazioni EnduroWorldSeries.com



        
Torna in alto