•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A giocarsi la vittoria finale dell’Afxentia Stage Race erano in cinque. Logico dunque che il ritmo dell’ultima tappa sia stato subito forsennato.
Ad attaccare ci hanno pensato in successione Maxime Marotte, Grant Ferguson e Jaroslav Kulhavy. Poi hanno provato l’allungo anche Tempier e Avancini, sia in discesa che in salita. «Ma Florian era il più forte. E ha difeso il primato» afferma il brasiliano di Cannondale.

Kulhavy_Vogel_Avancini_Giger_Markt_overview_CSC15_Afxentia_stage4_men_by-Goller---10
Kulhavy prova l’attacco in avvio.

Vogel ha dunque respinto tutti gli attacchi. Nell’ultimo giro la gara era ancora aperta. Con Avancini davanti, lo svizzero staccato di 17” e più indietro Tempier.
Vogel ha preso in mano la situazione, raggiunto e superato il fuggitivo. Andando a vincere la seconda tappa di questa trionfale Afxentia.
«Le gambe giravano ancora al massimo. Ho corso di tattica. E prima di attaccare, volevo esser sicuro che Tempier (alla partenza solo 11” alle spalle di Vogel, ndr) fosse davvero staccato in salita perchè ieri in discesa era stato formidabile».

CSC15_Afxentia_stage4_men_by-Goller---24
Lo start dell’ultima tappa.

L’equilibrio tra le donne è stato rotto dopo soli 5,4 km, quando Annika Langvad, all’imbocco del primo single track, ha deciso di alzare i giri del motore. «Quando ho saputo di aver raggiunto un vantaggio di 1’40”, ho gestito il finale. Credo di aver messo una buona base per la Cape Epic» ha detto la tre volte vincitrice della gara di Cipro (dopo le edizioni del 2010 e del 2012).

Annika-Langvad_corner_CSC15_Afxentia_stage4_women_by-Goller---22
Annika Langvad, tre volte vincitrice della gara cipriota.

La Langvad non ha avuto avversari, anche perchè Jolanda Neff ha sofferto di mal di schiena per tutta la tappa, problematica dovuta anche alla nuova bici usata per la prima volta in competizione.
«Non potevo spingere più di tanto» ha confessato la svizzera dello Stockli Team, che ha perso diverse posizioni e ha lasciato alla Moschetti il secondo posto della generale e alla Stirnemann il terzo di giornata.

CSC15_Afxentia_stage4_women_by-Goller---28
Jolanda Neff si arrende dopo pochi km alla leader.

La Afxentia ha incoronato Simon Andreassen tra gli junior e il campione olimpico di Atlanta ’96 Bert Brentjens tra i Master.

Ordine d’arrivo 4ª tappa uomini

Classifica generale Afxentia uomini

Ordine d’arrivo 4ª tappa Afxentia donne

Classifica generale Afxentia donne

Per informazioni www.cyclingcy.com