•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO UFFICIALE

Ancora un successo per la Colli della Sabina 2019, la cicloturistica in Mtb più partecipata d’Italia. A Passo Corese (Rieti), ieri 25 aprile, festa si era annunciata e grande festa è stata. Alla fine, inclusi i giovanissimi biker, i partenti sono stati poco meno di 1.700, un numero clamoroso per un evento del genere.

Colli della Sabina 2019




Al via coriandoli, tanto pubblico, musica e l’ormai classico serpentone colorato che ha dato assalto ai due tracciati in programma sulle colline sabine.
A guidare questo plotone c’era Samuele Porro, campione italiano Marathon, ospite speciale dell’ottava edizione.
«Sono rimasto davvero colpito – ha dichiarato l’atleta del team Trek San Marco – non sapevo bene cosa aspettarmi ma c’era davvero un clima speciale e di festa. Mi sono divertito da matti!».

Colli della Sabina 2019
Samuele Porro ne ha approfittato del soggiorno in Sabina anche per allenarsi e scoprire i luoghi più belli della zona.

Arrivi in maschera, arrivi in ricordo di un amico che non c’è più, coi fumogeni…
Ognuno si è goduto la giornata a modo suo. Bello il lungo post pedalata tra birre, racconti dell’avventura di giornata, i selfie con gli amici e con Porro.

Colli della Sabina 2019

Un successo del genere non è sfuggito alla Rai, il TG Regionale ha infatti dedicato un servizio all’evento.
«Tutto è andato per il meglio – ha detto Marco Barletta, presidente dell’Acido Lattico, la società organizzatrice – anche il tempo ci ha assistito e ho visto migliaia di volti contenti. C’era gente arrivata anche da Puglia, Veneto, Campania e c’era persino un olandese. Le aziende espositrici sono restate soddisfatte e alcune già ci hanno chiesto della prossima edizione».

Colli della Sabina 2019

A tal proposito ricordiamo che la Colli della Sabina tornerà il 25 aprile 2020.

Per informazioni visitate il sito e la pagina Facebook della Colli della Sabina.



Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it