Svelato il team enduro di Zanchi e Merida: E=BR1 Squadra Corse

Redazione MtbCult
|

COMUNICATO UFFICIALE

Si apre all’insegna della competizione il 2023 di Merida Italy, la divisione italiana dell’azienda taiwanese: dopo i tanti successi su strada, il brand torna anche all’agonismo off-road e ha allestito, in collaborazione con il Team Fristads Comes, una formazione per i principali eventi enduro della stagione. 

La nuova squadra è stata presentata questa mattina nell’headquarter di Reggio Emilia, con una cerimonia in cui Paolo Fornaciari, CEO Merida Italy, ha illustrato i programmi del gruppo e presentato gli atleti.

Partiamo da nome: il team si chiama E=BR1 Squadra Corse e si compone di tredici rider, di cui dieci giovani sparsi dalla categoria Esordienti a quella Elite e tre Master. Un ventaglio che permette la presenza della squadra a competizioni di diverso livello e che, soprattutto, alimenta il vivaio, dal momento che il progetto agonistico di Merida si sviluppa sul lungo periodo.

E=Br1 Squadra Corse

Presenti su molti campi

Il calendario agonistico del team è ancora in via di definizione, ma i principali obiettivi della stagione sono delineati: i biker “E=BR1 Squadra Corse” saranno presenti in alcune tappe della UCI Mountain Bike Enduro World Cup (sia in versione tradizionale sia nelle prove a pedalata assistita); faranno i Campionati italiani (in entrambe le versioni), la Coppa Italia, il circuito TES (Toscano Enduro Series) e qualche tappa del 4Enduro, la challenge trail tra Liguria e Piemonte, che scatta il prossimo 2 aprile. Un programma intenso, a cui si aggiungeranno, nel corso della stagione, altri eventi e appuntamenti concordati con Merida.

«Con questo importante sodalizio tra Merida Italy e il team Fristad Comes abbiamo finalmente rimesso piede nelle competizioni fuoristrada - ha spiegato Paolo Fornaciari, numero uno di Merida Italy, illustrando il rientro del marchio nel comparto off-road - Merida ha avuto un passato ricco di grandi imprese atletiche nelle competizioni in mountain bike che hanno contribuito fortemente a far conoscere il nostro brand a livello mondiale. Dopo un periodo di assenza da queste discipline fuoristradistiche, per concentrarsi più su progetti legati alla strada, è arrivato il momento per il brand di tornare a essere vincente nel mountain biking».

E=Br1 Squadra Corse
Da Sinistra Gianluca Bonanomi Di Merida Italia, Bruno Zanchi, Dario Acquaroli E Paolo Fornaciari Di Merida Italia.

Alla corte di Bruno Zanchi

Il team è guidato dall’esperienza di Bruno Zanchi, ambassador della formazione e suo atleta (tra i Master) di punta. Ex pro mtb, specialità Downhill, vanta il titolo mondiale e quello europeo da Juniores nel 1991, una tappa di Coppa del Mondo (in Svezia) e poi, nel 1998, un altro Europeo.

«Far parte della grande famiglia Merida Italy per me è davvero un grande motivo di orgoglio - ha riconosciuto il rider bergamasco – e questa partnership tra l’azienda e il nostro Team Fristads Comes ha già tutto il sapore di una grande sfida racing ad altissimi livelli: noi siamo pronti ad affrontarla con grinta, determinazione e passione. Io e il mio team siamo già in pista per portare la livrea di Merida sul gradino più alto dei podi più prestigiosi in ambito nazionale e internazionale».

E=Br1 Squadra Corse

La nuova Merida One-Sixty

La voglia di fare e l’entusiasmo, quindi, ci sono. E i biker stanno già testando e prendendo le misure della nuova Merida One-Sixty, il modello con cui l’azienda taiwanese affronta l’enduro più aggressivo.

Tutto è nato proprio attorno al restyling di questa bici, come ha spiegato Fornaciari: «Lo sviluppo e il lancio della nuova bicicletta da enduro Merida One-Sixty è stato il giusto input per contattare quello che per noi è il miglior team presente in Italia di questa disciplina, con un ambasciatore d’eccezione come Bruno Zanchi».

E=Br1 Squadra Corse
L'allestimento Ufficiale Della Merida One-Sixty Del Team Prevede Forcella Formula Selva E Ammortizzatore Ohlins A Molla.

Il progetto One-Sixty (qui i dettagli ufficiali della bici) è stato sviluppato per il fuoristrada più severo e tecnico, con lo scopo di assicurare performance e affidabilità su terreni fortemente accidentati e trail irregolari.
La bici presenta un telaio in fibra di carbonio di fascia premium, con angolo del tubo sella di 79° e un angolo sterzo di 64°.
Monta (di serie) la forcella RockShox ZEB da 170 mm e l’ammortizzatore posteriore Super Deluxe, sempre di RockShox, con escursione di 162 mm (in modalità full 29”), che diventano 171 in configurazione mista, con anteriore da 29” e posteriore da 27,5”.

«Sono lusingato e fiero di poter essere il primo biker, unitamente al mio team, a lanciare Merida nel mondo del Gravity con la nuova Merida One-Sixty - ha raccontato Zanchi, commentando i primi test - è stato un amore a prima vista: quando ho fatto le prime prove sono rimasto entusiasmato dalla sua performance, sia in merito alla scorrevolezza sia per la grandissima guidabilità».

I 13 dell'E=BR1 Squadra Corse

Il Team “E=BR1 Squadra Corse”, nato dalla sinergia tra il Team Fristads Comes di Bruno Zanchi e Merida Italy, fornitore tecnico dei mezzi da gara, è composto da tredici atleti, suddivisi nelle vare Categorie FCI.

Master

Bruno Zanchi: nato a Bergamo, il 10 Novembre 1973, è il capitano e front man del Team. È stato Campione del Mondo Junior DH, due volte Campione europeo ed è il Vicecampione italiano E-Bike in carica.

Roberto Ciambrone: nato a Milano, il 28 marzo 1964. Terzo classificato SuperEnduro S8 2014 e Coppa Italia M5 2015.

Alberto Zanchi: nato a Bergamo, il 4 marzo 1979.

Merida Presentazione Team E Br1 Squadra Corse
Il Team Di Bruno Zanchi Al Completo

Esordienti

Nicola Marzari: nato a Peschiera del Garda (VR), il 3 settembre 2010. Due Top Ten nella passata stagione: 6° al Campionato Triveneto e 10° al Campionato italiano di categoria.

Allievi

Daniel Caneva: nato a Como, il 10 maggio 2007. Predilige la discesa su sentieri ed è appassionato di sci.

Davide De Santis: nato a Frosinone, il 23 gennaio 2007. Vicecampione italiano Esordienti DH (2021) e bronzo all’Italian Pumptrack Championship Allievi. Ha iniziato a pedalare a 13 anni, con il sogno di diventare Campione del Mondo DH.

Simone Leo: nato a Trieste, il 30 giugno 2007. Pratica anche cross-country e ciclocross e ha il suo terreno preferito nella discesa tecnica.

Vittorio Riva: Nato a Vercelli, il 7 gennaio 2008. Nel 2022 si è aggiudicato il 4Enduro Esordienti. Pratica anche nuoto a livello agonistico (più volte Campione regionale nei vari stili) e triathlon, disciplina nella quale è il rappresentante della sua regione, il Piemonte.

Junior

Giacomo Sutti: nato a Sondrio, l’1 gennaio 2006. Gli piacciono le Prove Speciali e si dedica anche al motocross.

Marco Sutti: nato a Domodossola (VB), il 01 novembre 2001. Ha spesso fatto bene al Campionato italiano: 2° da Jounior, 4° da Elite nel 2021 e 5° nella passata stagione. Appassionato di montagna, pratica anche alpinismo, sci, arrampicata ed escursionismo.

Amatori Donne

Lelia Tasso: nata a Sondrio, l’1 gennaio 2006. Ha un terzo posto in una prova all’Abetone e, come il fratello, è appassionato di motocross.

Elite

Martino Lani: nata a Bergamo, l’11 marzo 2001. La rappresentante rosa del Team ha già in bacheca alcuni titoli italiani (tra DH, Enduro e 4cross), oltre a un bronzo al Campionato europeo DH nel 2018; è Campionessa Italiana Enduro Woman Sport 2021.

Qui tutti i nostri articoli sulle Mtb ed e-Mtb Merida

Condividi con
Sull'autore
Redazione MtbCult

Resoconti, video, nuovi eventi, nuovi prodotti, ovvero tutto ciò che proviene dal mondo della bike industry e che riteniamo di interesse per gli appassionati di mountain bike.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right