•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Deodoro è già da tempo nella testa di tutti, perché lì il prossimo anno si terranno le gare olimpiche di cross country.
Siamo in Brasile, non distanti da Rio de Janeiro, all’interno di Vila Militar, una base militare dedicata alle esercitazioni, nella quale è stato costruito dal nulla il percorso che il prossimo agosto assegnerà i titoli olimpici Xc maschile e femminile.
Il test event che si è tenuto lì proprio nei giorni scorsi ha visto gli italiani protagonisti. Al via numerosi stranieri, fra i quali anche Julien Absalon che ha registrato una parte della gara con una action camera.
SL

COMUNICATI STAMPA

Donne elite
Importante, significativa vittoria dell’azzurra Eva Lechner nel Test Event disputato oggi sulla pista olimpica di Rio de Janeiro. Sullo stesso percorso dove il prossimo anno si assegnerà il titolo olimpico, Eva Lechner ha trionfato davanti a rivali di valore come la polacca Maja Wloszczowska, seconda a 42”, la svedese Jenny Rissveds, terza a 1’12”, la svizzera Linda Indergand quarta a 1’48”, la messicana Daniela Campuzano, quinta a 2’18”.

12032703_933336650093431_4471724221586700327_o

Distacchi notevoli, che attestano l’ottima performance della campionessa italiana. Da segnalare anche il decimo posto di Lisa Rabensteiner a 5’29”.
Il percorso olimpico è stato disegnato sulle colline della “Vila Militar”, ex base dedicata alle esercitazioni militari, in quello che ora è denominato il Mountain Bike Center.

Eva Lechner Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Eva Lechner
Photo: Rio 2016 / Alexandre Loureiro

Tracciato “artificiale” al 100% su verdi collinette, con pochissimi alberi, giudicato dal DT Pallhuber fotocopia del percorso di Londra 2012.
Lungo poco più di 5 km, compreso il giro di lancio, si snoda su tanti saliscendi, con diverse pietraie (rock garden), sia in salita che in discesa.

Brutta caduta per Georgia Gould Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Brutta caduta per Georgia Gould
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Georgia Gould Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Georgia Gould
Photo credit: Rio 2016 / Alex Ferro
Lisa Rabensteiner Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Lisa Rabensteiner
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Eva Lechner Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Eva Lechner
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia

Finita la prima parte, con qualche pietraia e salti “doppi”, si arriva alla salita più impegnativa che misura circa un km, per arrivare sul punto più alto del percorso e a seguire una discesa tutta a tornanti, con passaggi naturali su grandi pietre e qualche salto a volte impegnativo, che portano al secondo passaggio della zona tecnica e di rifornimento, per finire sull’ultima rampa, modello Londra 2012, che porta all’arrivo.

RISULTATI DONNE ELITE
1. Eva Lechner (Ita) in 1H20’13”; 2. Maja Wloszczowska (Pol) a 42”, 3. Jenny Rissveds (Sve) a 1’12”; 4. Linda Indergand (Svi) a 1’48”; 5. Daniela Campuzano (Mes) a 2’18”; 6. Catharine Pendrel (Can) a 3’40”; 7. Lea Davison (Usa) a 3’55”; 8. Irina Kalentieva (Rus) a 4’59”; 9. Sabine Spitz (ger) a 5’12”; 10. Lisa Rabensteiner (Ita) a 5’29”; 11. Raiza Goulao Henrique (Bra) a 6’12”; 12. Nathalie Schneitter (Svi) a 6’24”; 13. Lisa Mitterbauer (Aut) a 6’29”; 14. Githa Michiels (Bel) a 7’10”, 15. Laura Lorenza Morfin Macouzet (Mes) a 7’43”; 16. Adelheid Morath (ger) a 9’05”; 17. Tanja Zakelj (Slo) a 9’47”; 18. Annika Langvad (Dan) a 10’20”, 19. Chloe Woodruff (Usa) a 11’29”; 20. Georgia Gould (Usa) a 12’01”; 21. Emily Batty (Can) a 12’52”; 22. Ren Chengyuan (Cina) a 18’46”.

Uomini Elite
Dopo l’oro di Eva Lechner arriva il bronzo di Andrea Tiberi nel Test Event preolimpico di Rio. Ottimo il raccolto degli azzurri nella trasferta brasiliana mirata non solo ai punti di qualificazione olimpica, ma anche all’ottenimento di buoni risultati sul percorso che ospiterà le Olimpiadi Mtb 2016. E il bilancio poteva essere ancora più lusinghiero se la sfortuna non si fosse accanita contro Marco Aurelio Fontana, fermato da ben tre forature.

Nino Schurter studia le traiettoria prima della gara.
Nino Schurter studia le traiettoria prima della gara.
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia

La gara degli uomini élite è stata vinta dal favoritissimo Nino Schurter. Lo svizzero ha dovuto però sudare molto per tenere a bada il francese Maxime Marotte, che ha ceduto il passo soltanto negli ultimi metri. Fontana fino a metà del terzo giro stava lottando con i due protagonisti. Purtroppo una foratura dopo l’altra l’hanno messo fuori gioco. Ci ha pensato comunque Andrea Tiberi a riequlibrare le sorti di una gara che sembrava ormai compromessa.

Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Il podio maschile. Terzo posto per Andrea Tiberi Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Il podio maschile. Terzo posto per Andrea Tiberi
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia

L’azzurro con una formidabile rimonta nell’ultimo giro è risalito dal settimo al terzo posto, conquistando così il terzo gradino del podio. Risultato festeggiato a passo di samba tra gli applausi del pubblico.
“Siamo stati poco fortunati – afferma il DT Pallhuber – tenendo conto che oltre a Marco Aurelio Fontana anche Luca Braidot è stato fermato da una foratura quando era in quarta posizione”.
Questo il commento di Fontana: ”Le sensazioni erano buone e il percorso che il prossimo anno assegnerà il titolo olimpico mi piace molto perchè ricorda Londra 2012. Purtroppo ho bucato tre volte e quando è successo nelle fasi finali non c’è stato più nulla da fare. Mi dispiace perchè il terzo posto era alla mia portata e avrei voluto farmi un bel regalo di compleanno (domani festeggia 31 anni, ndr)“. Ora il portacolori della Cannondale Factory Racing si concederà una breve vacanza in famiglia, per poi rimettersi al lavoro in vista dell’anno olimpico.

RISULTATI UOMINI ELITE
1. Nino Schurter (Svizzera) in 1h20’36”; 2. Maxime Marotte (Fra9 a 2”, 3. Andrea Tiberi (Ita9 a 1’56”; 4. Julien Absalon (Fra) a 2’05”, 5. Henrique Avancini (Bra) st; 6. Nicolas Carlos Coloma (Spa) a 2’19”; 7. Jordan Sarrou (Fra) a 2’35”; 8. Florian Vogel (Svi) a 2’49”; 9. Ondrej Cink (Cze) a 3’; 10. Rudi van Houts (Ola) a 3’31”;

Di seguito altre immagini del Test Event in Brasile.

12094847_966332310056581_681798831366276062_o

12068705_966332316723247_5373174082351867063_o

12079135_966332326723246_7794580174615807690_n

12068795_966332543389891_9050553986785334319_o

12113367_966332616723217_4151100184338128621_o

12132370_966332633389882_5183459916909093144_o

12091184_966332630056549_8486882675363062841_o

12094908_933337746759988_6662030283659646935_o
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
12095295_933337343426695_8025786094124280148_o
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
12080263_933336706760092_1055125892622158048_o
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Brutta caduta per Georgia Gould Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
Brutta caduta per Georgia Gould
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
11802550_933337330093363_1050100103785047430_o
Photo Credit: Rio 2016 / Alex Ferro
12091182_933337570093339_7871153095081029752_o
Photo Credit: Rio 2016 / Alex Ferro
12052376_933337753426654_7662711594967964061_o
Photo: Rio 2016 / Paulo Múmia
12087955_967183253304820_1922919948969829119_o
French corner

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it