•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Aurelio Fontana, Luca Braidot e Nicholas Pettinà sono stati convocati dal Ct Davide Cassani per una gara su strada. O meglio, in parte su sterrato. Parliamo della Strade Bianche che partirà da San Gimignano sabato 7 marzo.
I tre biker si sono preparati per bene:

E questa sarà la Cannondale Synapse che Fontana utilizzerà in gara sabato prossimo:

11024711_10153655520293642_5897608183508835668_n

L’atleta lombardo ha dichiarato:
«Ho studiato i tratti sterrati, capito quanto dovrò gonfiare le gomme, analizzato ciò che ci aspetta per arrivarci preparati anche dal punto di vista dei materiali. I tratti sterrati vanno presi davanti e a centro strada, al bordo in molti punti c’è ghiaia alta e tanta terra. Il tratto chiave penso sarà Monte Sante Marie, 12 km con 3 rampe ripide e lunghe. Anche le discese non sono da sottovalutare. Gli ultimi 70 km saranno decisivi. Io non sono abituato a chilometraggi così lunghi, cercherò di spendere il meno possibile nella prima parte di gara».

Fontana con la Cannondale Synapse che utilizzerà per la Strade Bianche.
Fontana con la Cannondale Synapse che utilizzerà per la Strade Bianche.

«Userò una Cannondale Synapse montata SRAM a 11v con la compact e ruote Enve Composites con tubolari Schwalbe da 26mm. La squadra e tutti i suoi partner mi hanno messo a disposizione il materiale migliore per affrontare quest’avventura. Ho chiesto qualche consiglio al mio amico stradista Jacopo Guarnieri così come ad altri pro’ che ho incontrato durante la ricognizione, ne farò tesoro. Insomma, i compiti a casa li ho fatti ora non resta che buttarsi nella mischia».

Il percorso si annuncia molto selettivo: leggete il comunicato seguente per scoprire altri dettagli.
SL

COMUNICATO STAMPA

La Nazionale mista tra gli sterrati delle Strade Bianche: “Multidisciplinarietà per dare l’opportunità anche ai bikers più significativi che abbiamo in Italia di misurarsi in una corsa su strada” dice il CT Cassani. Al via oltre al bronzo Olimpico nella MTB, Marco Aurelio Fontana anche Luca Braidot e Nicholas Pettinà

Planimetria Strade Bianche 2015

Ben duecento chilometri attendono sabato 7 marzo la Nazionale mista guidata dai CT Davide Cassani e Marino Amadori.
La partenza è da San Gimignano e l’arrivo è a Siena, percorrendo 200 km di cui 45.4 sterrati suddivisi in 10 settori: le Strade Bianche accolgono gli azzurri della strada ma anche del fuoristrada, all’insegna della multidisciplinarietà.

Luca Braidot (in testa) e Marco Aurelio Fontana sono da sempre due atleti di grande polivalenza. Dal ciclocross alla Mtb e viceversa, e adesso anche su strada.
Luca Braidot (in testa) e Marco Aurelio Fontana sono da sempre due atleti di grande polivalenza. Dal ciclocross alla Mtb e viceversa, e adesso anche su strada.

«Continuiamo a parlare di multidisciplinarietà e mettiamo in pratica i concetti – afferma il CT Cassani – Le Strade Bianche sono una bella opportunità per i migliori biker che abbiamo in Italia di misurarsi in una corsa su strada. Riusciamo inoltre ad esaudire uno dei desideri di Marco Aurelio Fontana, fuoriclasse della MTB nonché bronzo olimpico, che da sempre desidera testarsi in una corsa su strada. Non solo. Di interesse sono anche Nicholas Pettinà e Luca Braidot, che provengono dal fuoristrada e non vedono l’ora di misurarsi sul tracciato perché una disciplina è senza dubbio propedeutica all’altra. Lo abbiamo già testato prima dei Mondiali su pista con l’esperienza che abbiamo fatto vivere a Bertazzo al Tour de San Luis, che ha contribuito al suo successo alla rassegna iridata» conclude Cassani.
Nicholas Pettinà ha inoltre effettuato del test di potenza che hanno dato ottimi risultati ed hanno catturato l’attenzione del coordinatore delle Nazionali, Davide Cassani, tanto da volerlo tra i convocati per le Strade Bianche: «Non chiediamo il risultato ma di far tesoro dell’esperienza».

Un passaggio della Strade Bianche. Foto Tim De Waele.
Un passaggio della Strade Bianche. Foto Tim De Waele.

Per la corsa il CT Cassani, in accordo ai CT Amadori (strada U23), Hubert Pallhuber (MTB), Fausto Scotti (Ciclocross), ha convocato questi atleti:

Braidot Luca – Forestale Cicli Olympia Vittoria
Canola Marco – Unitedhealthcare Pro Cycling
Fontana Marco Aurelio – Cannondale Factory Racing
Lizde Seid – Team Colpack
Pettinà Nicholas – Forestale Cicli Olympia Vittoria
Velasco Simone – Zalf Euromobil Desiree Fior

La squadra è diretta dai Commissari Tecnici Davide Cassani e Marino Amadori.
Ricordiamo che Luca Braidot, classe 91, ha partecipato ai Campionati del Mondo ciclocross 2015, protagonista di una gara di rimonta ha chiuso 12º, penalizzato da una foratura.
E’ stato campione del mondo ed europeo nel Team Relay (2012), è il campione italiano XCO-MTB in carica. Mentre, il coetaneo Nicholas Pettinà, originario di Vicenza, è campione italiano Team Relay, terzo agli italiani del 2013 come individuale XCO e 5^ ai Campionati Europei individuale XCO-MTB.

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it