La Terre Rosse 2013 nel segno di Mirko Celestino

Redazione MtbCult
|

Stamane alle ore 9:00 il countdown è giunto al termine, con la partenza ufficiale de La Terre Rosse / Granfondo del Montello 2013: dopo mesi di attesa e un tam-tam che ha coinvolto le principali testate sportive cartacee e online, circa un migliaio di atleti hanno preso il via circondati da tanto tifo e partecipazione. Tra gli atleti d’elite ai nastri di partenza nel circuito Open figurava gente del calibro di Mirko Celestino (Avion Axevo), l’atleta favorito in virtù del suo palmares qui sul Montello, il forte atleta belga Roel Paulissen (Torpado SurfingShop), Johann Pallhuber (Silmax Cannondale) e molti altri. A salutare i bikers alla partenza c’era anche il sindaco di Volpago del Montello, Roberto Toffoletto.

Lo start con tanti big schierati fianco a fianco.

Lo start con tanti big schierati fianco a fianco.

Tre le modalità di percorso: Open (riservato ad atleti Elite ed under23 maschili), tre giri e 90km complessivi con 2850m di dislivello, al via alle ore 9:00; Master (due giri, 60km e 1900m di dislivello) alle ore 9:10 e Hobby (un giro, 30km e 950m di dislivello) alle 9:20, questi ultimi riservati alle categorie amatoriali sia maschili che femminili; alle 9:05 invece la partenza della nuova modalità di percorrenza del circuito riservata alle squadre, la Rudy Project Relay Marathon.

Partono anche gli amatori.

Partono anche gli amatori.

A prendere il comando della corsa sul 1° GPM, situato a circa 3km dalla partenza, è Filippo Giuliani (Selle San Marco-Trek) seguito dalla coppia Celestino – Paulissen a 11”. Giuliani incrementerà gradualmente il vantaggio sul duo di inseguitori e concluderà il primo giro in testa, inseguito da un gruppetto di 11 biker tra cui spiccano i nomi di Pallhuber, Paulissen, Celestino e i suoi compagni di team Damiano Ferraro, Johnny Cattaneo e Luca Ronchi.
Nel secondo giro Giuliani viene ripreso all’ingresso della prima salita, mentre a quella successiva il gruppo comincia a scremarsi: rimangono sei atleti in testa, ma non per molto. Paulissen, Celestino e Ferraro iniziano ad incrementare il loro vantaggio nei confronti degli inseguitori, e al 3° GPM transiteranno con 1’15” sul quarto classificato, Walter Costa (Selle San Marco-Trek) e 2’49” su Marcello Pavarin (RCP Leecougan).

Mirko Celestino ha fatto una gara d'attacco. Si trova molto a suo agio sui percorsi del Montello.

Mirko Celestino ha fatto una gara d'attacco. Si trova molto a suo agio sui percorsi del Montello.

Situazione invariata al traguardo e terzo giro che inizia con i tre fuggitivi che spingono, ma senza veri e propri attacchi: il percorso, impegnativo e molto tecnico, mette alla prova la loro resistenza e un primo tentativo di attacco da parte di Mirko Celestino viene subito annullato. Il gruppetto di testa rimane compatto fino al 2° GPM quando Celestino, spinto da uno stato di forma eccellente, scava il solco decisivo: al terzo GPM l’atleta Avion Axevo transiterà con 58” sugli inseguitori, e si avvierà in fuga fino al traguardo che taglierà per primo con il tempo di 4:06:33. Seconda posizione a 1’09” per l’atleta Torpado SurfingShop Roel Paulissen, terza piazza invece per Damiano Ferraro (Avion Axevo) a 1’24”.

Roel Paulissen, fra i favoriti di giornata, è arrivato secondo assoluto.

Roel Paulissen, fra i favoriti di giornata, è arrivato secondo assoluto.

Il percorso Hobby (1 giro) ha visto la vittoria di Sergio Pellizzer (A.S.D. Grana Padano Bike Team) con il tempo di 1:30:25, con 22” sul secondo classificato, Flavio Furlanetto (Team Rudy Project) e 25” sul terzo Sergio Lollato (MB Team Macro).
Per quanto riguarda il percorso Master (2 giri), il primo posto va a Georgy Dmitriev (ASD Bike Store Costermano) che taglia il traguardo appaiato ad Antonio Tasca (A.S.D. Bike Pro Action) con 2:55:43. Terzo posto per Gabriele Giuntoli (Scapin Factory Team) con 2:56:53.

Tra le donne (Master – 60km), Anna Ferrari (Adventure & Bike) ha subito preso il comando distanziando Ylenia Colpo (Xdrive Racing) e Luisa Santello (U.S.C. Calcroci).
La Ferrari ha dominato la gara fino alla fine, mantenendo saldamente la testa della corsa e scavando una voragine nel secondo giro all’altezza del 2° GPM. Vittoria in solitaria per lei con il tempo di 3:31:20, seguita a circa 9’ dalla Colpo. Terza la Santello a circa 16’. Nel percorso Hobby (30 km) primo posto per Milena Goridan (A.S.D. Bike Pro Action) con il tempo di 1:52:46.

Anna Ferrari vince in campo femminile. Eccola all'arrivo.

Anna Ferrari vince in campo femminile. Eccola all'arrivo.

Nella Rudy Project Relay Marathon la vittoria è andata al 1Team Performance con il tempo totale di 4:33:19; secondo posto per il team Green Devils a 3’26”, terzo GPM Ciclo Team a 25’17”.

Ecco le parole del vincitore Open, Mirko Celestino: «Questa è la gara che mi ha fatto crescere: con questa l’ho vinta per tre volte, più un secondo posto all’Europeo 2010 e un terzo al Mondiale 2011. Sono partito lento, poi piano piano sono diventato più competitivo. Ho provato a fare l’andatura sulla prima salita dell’ultimo giro, guadagnando la testa della corsa e, da quel momento, ho dato sfogo alle mie doti da stradista. Ringrazio la mia squadra che mi ha aiutato molto, questa è la mia prima vittoria stagionale e la dedico al mio patron Enrico Carminati che oggi compie gli anni.»

Mirco Celestino può esultare sul traguardo della Terre Rosse.

Mirco Celestino può esultare sul traguardo della Terre Rosse.

Roel Paulissen, secondo classificato sul percorso Open: «E’ stata una gara davvero impegnativa, con un percorso ricco di “up and down”. Quando eravamo in sei ho cercato di spingere più volte, ma anche gli altri spingevano e quando siamo rimasti in tre non sono riuscito a staccare gli altri. Andavamo tutti molto forte e non c’è stato un vero e proprio attacco, finché Mirco non è partito: oggi era troppo forte, e io ho anche avuto i crampi. Sono tuttavia molto contento per la mia gara».

Damiano Ferraro, terzo classificato Open: «Ho impostato la gara con i miei compagni ma poi hanno avuto problemi meccanici, quindi sono rimasto da solo. L’ultimo giro è stato durissimo per via del caldo e dei crampi, e ho dovuto lasciare strada a Mirco».

Anna Ferrari, dominatrice del Master femminile: «In realtà vado meglio sulle salite lunghe, ma oggi la gamba c’era e comunque il percorso è davvero molto bello. Non lo conoscevo, è stata una gara impegnativa ma è andata bene».

Il podio Open della prima edizione della Terre Rosse: da sinistra Paulissen, Celestino e Ferraro.

Il podio Open della prima edizione della Terre Rosse: da sinistra Paulissen, Celestino e Ferraro.

Massimo Panighel e tutto il Comitato Organizzatore Pedali di Marca ringraziano quanti hanno partecipato all’evento, gli spettatori e il sindaco Avv. Roberto Toffoletto, presente sia al via che alla consegna del premio al vincitore. A tutti va l’augurio di aver trascorso una splendida giornata di sport, con l’auspicio di rivederci nel 2014 quando La Terre Rosse / Granfondo del Montello ospiterà una tappa dei prestigiosi Internazionali d’Italia – Team Relay.

Le immagini de La Terre Rosse / Granfondo del Montello saranno trasmesse su Rai Sport 2 martedì 23 luglio dalle 20 alle 20:45.

La Terre Rosse 2013 classifiche Open Maschile

La Terre Rosse 2013 classifiche Open Femminile

La Terre Rosse 2013 classifiche Hobby Maschile

La Terre Rosse 2013 classifiche Hobby Femminile

La Terre Rosse 2013 classifiche Master Maschile

La Terre Rosse 2013 classifiche Master Femminile

La Terre Rosse 2013 classifiche Relay

Condividi con
Sull'autore
Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right