•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO STAMPA

Il Fiammingo due volte campione del mondo UCI di Marathon e la pluricampionessa romagnola si impongono alla prima edizione della KronplatzKing Mtb marathon, che da San Vigilio di Marebbe ieri ha portato 300 concorrenti da 12 Nazioni in cima al famoso “panettone” sciistico di Plan de Corones a 2.275 m di quota.

Kronplatzking Marathon

Paulissen detta il ritmo e s’incorona
Uno dei maggiori favoriti della vigilia, Roel Tony Paulissen (BEL), già due titoli di Campione del Mondo di Marathon in carriera, è riuscito ad imporsi sulla distanza King Marathon di 72 km e 3.150 m+. Dopo un estenuante duello ravvicinato con i suoi avversari e dopo aver superato ben 8 km di tracciato freeride, Paulissen (Torpado Factory Team) ha fermato il cronometro a 4:04:25.

Kronplatzking Marathon

Dopo una partenza con nebbia bassa alle ore 8 di mattina ed una prima frazione di percorso sul versante sud della Valle di Marebbe, più precisamente a Rît e Piz de Plaies, già al primo passaggio in cima a Plan de Corones, Roel Paulissen transita in solitaria dopo 2:21:00 facendo registrare un vantaggio ci circa 2 minuti su Luca Ronchi (Reparto Sport Lee Cougan) e 3 minuti su Riccardo Chiarini, compagno di squadra del belga.

Kronplatzking Marathon

Kronplatzking Marathon

Dopo altri 30 km tra tracciati downhill e strade forestali sul versante nord della montagna, che nell’ultima parte segue il mitico tracciato della cronoscalata del Giro d’Italia 2008 e 2010, al traguardo di Plan de Corones un nutrito pubblico e tanto sole attendevano il nuovo Re della Mtb, Roel Tony Paulissen, che è riuscito ad incrementare ulteriormente il suo vantaggio.

Sul secondo gradino del podio, a +3:46, il suo compagno di squadra Riccardo Chiarini, che nella seconda parte, lunga ed estenuante, è riuscito a riprendere e superare Luca Ronchi.
Ronchi appunto, completa il podio King con +4:54.
Ottimi piazzamenti in categoria Open anche per Marzio Deho (4°) e Giacomo Antonello (5°).

PAS_9940

«È stata una gara molto selettiva, completa per le caratteristiche del tracciato e assolutamente da non sottovalutare per quanto riguarda il dispendio energetico. Ho impiegato una fully appunto per poter sfruttare la velocità sulle parti da freeride e questo, a conti fatti, è stata la scelta giusta. Sono contentissimo di aver vinto questa gara, che per me è la gara di casa, questo il commento di Roel Paulissen, il belga vincitore della prima edizione della KronplatzKing Marathon.

Elena Gaddoni è la KronplatzQueen
La romagnola pluricampionessa italiana, ovviamente reputata tra le favorite della vigilia, controlla la gara nella prima parte, dove il suo fisico sottile l’avvantaggia sulle forti salite di Rît nei confronti di Katazina Sosna, l’atletica lituana che riesce invece a colmare il divario sul tratto piano di circa 10 km, che fa da intermezzo prima della salita di Plan de Corones.

Kronplatzking Marathon

Qui, Gaddoni riesce nuovamente a fare la differenza e difende il vantaggio sulla distanza dei 72 e 3.150 m+, fermando il cronometro dopo 5:04:56, esattamente un’ora in più del vincitore tra i maschi Roel Paulissen.
La lituana Katazina Sosna, che all’anagrafe ha 10 anni in meno di Gaddoni, raggiunge il secondo gradino del podio con un distacco di +5:26, mentre la veterana tedesca Katrin Schwing completa il terzetto di testa a +10.59, quarta l’austriaca Verena Krenslehner-Schmid a +13:12.

Kronplatzking Marathon

«Una gara dove sono riuscita a sfruttare le mie caratteristiche fisiche e di durata, contrastando egregiamente il contrattacco di Katazina Sosna, che nel piano è più potente di me. L’ultima salita è micidiale, come in generale le gare con arrivo in salita, cosa però non usuale nell’ambiente. Sono soddisfattissima per questa vittoria a Plan de Corones.» ha commentato Elena Gaddoni subito dopo l’arrivo.

L’Altoatesino Wohlgemuth è il Principe
Sulla distanza Prince Classic di 42 km e 2.000 m+, a spuntarla è stato Michael Wohlgemuth, atleta 18enne della Val Sarentino, in corsa nella categoria Hobby maschile, con il tempo di 2:35:18.
Alle sue spalle, con un distacco di 2:40, Günther Huber del Rainer-Wurz Team di Gais in Val Pusteria (2:37:59), terzo il Lombardo Antonio Camozzi dell’ASD Team Isolmant, con il tempo finale di 2:38:47.

Kronplatzking Marathon

Prestazioni degne di nota anche per Armin Auchentaller di Anterselva, CT della nazionale di biathlon femminile della Svizzera, in questo periodo in ritiro pre Coppa del Mondo appunto ad Anterselva.
Altra presenza del biathlon con Lukas Hofer, medaglia di bronzo olimpica a Sochi, che fa registrare il 5° tempo nella categoria Hobby maschile con 2:47:43 – 13° posto assoluto per lui sulla distanza Prince Classic di 42 km.

Kronplatzking Marathon

E la Principessa di Plan de Corones è Lorena Zocca
Con il tempo totale di 3;19:04 sui 42 km e 2.000 m di dislivello, Lorena Zocca dello SC Barbieri si porta a casa il titolo nobiliare di Principessa di Plan de Corones, coronando un successo meritato sul campo.
A distanza di poco meno di 7 minuti, Patrizia Romanello del Torpado Factory Team mentre al terzo posto troviamo Patrizia D’Amato, esponente del Team BSR, che completa il podio femminile sulla distanza corta.

Il video con gli highlight della gara:

KronplatzKing 2016 from Skirama Kronplatz on Vimeo.

Le classifiche complete possono essere scaricate qui.

Tutte le altre informazioni su Kronplatzking.com.

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it