•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO STAMPA

Tre colli e otto Speciali in due giorni: il weekend scozzese dell’Enduro World Series, con il Tweed Love, è pronto a entrare nella tradizione.
Senza le risalite e l’assistenza che non sarà consentita nei due giorni di gara, i rider dovranno essere del tutto autosufficienti e dovranno coprire 87 chilometri e 2.900 metri di dislivello (qui sono disponibili i dettagli dell’evento).

Gary Forrest during the TweedLove 2013 enduro race.Pic by Ian Linton

Il TweedLove, la prima tappa di sempre nel Regno Unito per quanto riguarda l’Enduro World Series, ha riscontrato già un grande seguito, esaurendo in un’ora le iscrizioni dei rider disposti a testare le loro abilità accanto alle leggende della Mtb Britannica come Steve Peat (Santa Cruz), Dan Atherton (Gt Factory Racing) e Tracy Moseley (Trek Factory Racing), in aggiunta ai top ten della disciplina ammirati durante la prima tappa (con la sola eccezione del vincitore del round 1 e campione del mondo Jerome Clementz, incappato in un infortunio alla spalla all’Enduro Cup francese e dunque assente).

Former Junior World Champion Ruaridh Cunningham helps launch TweedLove 2013. Pic by Ian Linton

Neil Dagleish, organizzatore del Tweed Love, il bike festival che da cinque anni ha luogo in Scozia e che quest’anno ha aperto le porte all’Enduro World Series, non vede l’ora di vedere come i top rider sapranno domare i trail locali.
“Abbiamo una serie di trail fantastici – ha detto – e ci sono passaggi davvero ripidi, stretti e tecnici in mezzo ai boschi. Anche i migliori rider del mondo dovranno studiare la migliore traiettoria per venirne a capo”.

Steve Peat racing the dual slalom
Steve Peat, lo scorso anno presente al TweedLove Festival in occasione della presentazione della 5010 di Santa Cruz.

Dopo aver viaggiato il mondo negli ultimi diciotto mesi, cavalcando gli eventi e andando a scoprire le potenziali location da abbracciare, anche il Managing Director dell’Ews, Chris Ball, non vede l’ora di dare il benvenuto alla comunità enduro in casa propria.
“Dopo un inizio fantastico a Sud dell’Equatore sono felicissimo di ospitare l’Ews tra i miei sentieri. L’intera comunità enduro è già in trepidazione”.

Per informazioni www.enduroworldseries.com

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it