•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una piccola riunione di big, in attesa dei primi botti della stagione 2015. La seconda tappa dell’Us Cup ha incoronato il 20enne neozelandese del Cannondale Factory Racing Anton Cooper, che ha preceduto il canadese Rafael Gagne (Rocky Mountain Factory) e i compagni di squadra, Manuel Fumic e Marco Aurelio Fontana. Ottavo è arrivato Andrea Tiberi.

Anton Cooper, ora leader dell'Us Cup.
Anton Cooper, ora leader dell’Us Cup.

Cooper ha subito mostrato una condizione di forma invidiabile sui tratti in salita e ha staccato i propri rivali sull’ultima ascesa di giornata giungendo sul traguardo in solitaria.
In campo femminile, successo di Katerina Nash su Emily Batty. Quarta la campionessa del mondo di cross country Catherine Pendrel.

Di seguito il bilancio di Marco Aurelio Fontana sull’esperienza americana di inizio stagione in Us Cup:

COMUNICATO STAMPA

Marco Aurelio Fontana torna a casa dalla California con il morale alto e la condizione in crescita.
Il Prorider, 4° nella seconda tappa dell’USA Grand Prix Cup vinta dal suo compagno di squadra neozelandese Anton Cooper, ha avuto sensazioni nettamente superiori rispetto a sabato scorso quando al Bonelli Park nella prima prova vinta dall’americano Rafael Gagne si è dovuto accontentare della 14ª piazza.

ea9da649-9400-47b1-828f-9a75d23b92b8

«Una settimana fa sapevo di non avere il ritmo gara cross country e ho sofferto tanto il gran caldo. Stavolta invece le gambe giravano decisamente meglio. Nelle scorse due settimane grazie al bel tempo mi sono allenato molto bene, ora rientrerò in Italia e continuerò a lavorare sodo per raggiungere il top della forma in vista degli obiettivi che mi sono prefissato» ha commentato l’alfiere italiano del Team Cannondale Factory Racing.

La prossima gara in calendario per Fonzie è la Rivera-Monte Ceneri, internazionale cl.2 in Svizzera in programma il 29 marzo.

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it