•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le esperienze di David Cachon sono sempre speciali. Finora ci aveva raccontato le meraviglie della sua Spagna. Nello scorso autunno, ecco il viaggio in Israele: il Nord e il Sud, l’atmosfera mistica di Gerusalemme e i tanti sentieri che si trovano disseminati in un Paese, che a dispetto della tradizione, registra un grande incremento nell’uso della Mtb.
GS

Tutte le foto di questo articolo sono di Ismael Ibáñez.

Israel103

In Israele la cultura della Mtb è molto forte. Questo sport è molto praticato e anche il governo ha investito con la creazione di sentieri a uso esclusivo dei biker.
I paesaggi del Nord somigliano molto ad alcune zone della Spagna, mentre il Sud è carismatico e diverso, più autentico.
Gerusalemme, infine, mi ha impressionato, per il mix di religioni, culture, sapori e odori. Ma adesso vi racconto l’avventura in Israele giorno dopo giorno…

Israel140

Martedì 28 ottobre
Il viaggio è iniziato a Madrid, dove io, la mia Rose Uncle Jimbo e il mio inseparabile fotografo Ismael abbiamo preso il volo per Tel Aviv e il successivo transfer per Nahariya, arrivando in albergo molto tardi, oltre l’ora di cena.

Israel206

Israel207

Mercoledì 29 ottobre
Dopo una piccante colazione, siamo partiti in direzione Birya, zona semi-montagnosa a un’ora d’auto da Nahariya. Qui abbiamo trovato uno dei single track più divertenti del Paese, con sentieri tecnici, secchi e polverosi.

Israel262

Israel20

E più tardi ci siamo spostati all’antica fortezza di Birya, che oggi è un collegio. Nel pomeriggio, abbiamo visitato Akko, città costiera sulle sponde del Mediterraneo, vicino alla baia di Haifa. E’ una delle città più vecchie del mondo, conosciuta come Acre o Aco nella Bibbia.

Israel18

Girare per le sue strade ci ha portato indietro di molti anni… Imperdibile una visita al bazaar turco, che ci ha ricordato un po’ il Marocco. Ma prima di sedervi a gustare un caffè, chiedete il prezzo!

Israel150

Israel79
La città di Akko, sul Mediterraneo.

Giovedì 30 ottobre
E’ il giorno di lasciare l’hotel e di passare per Zippori, la cui foresta presenta i migliori trail della zona, con single track che si insinuano tra rocce e alberi. Ci siamo divertiti tantissimo, grazie a velocità, curve e salti improvvisi…

Israel359
Le rovine dell’antica Sefora.

Subito dopo, abbiamo visitato le rovine di Zippori, l’antica Sefora, complesso archeologico molto vicino alla città di Nazareth.
Poi è la volta di Gerusalemme, la principessa della pace. Città immensa e trafficata, crogiolo di etnie, e senza la guida dei ragazzi di Bike Jerusalen, non ce l’avremmo fatta.

Israel167

Israel192
Il muro del pianto a Gerusalemme.

Venerdì 31 ottobre
Uno dei giorni più incredibili mai vissuti su una bicicletta, perchè passato tra i tetti e i muri della Gerusalemme più profonda: la città vecchia e i suoi quattro quartieri: l’ebraico, l’armeno, il cristiano e il musulmano.

Israel270

Sabato 1 novembre
Lasciata Gerusalemme, abbiamo raggiunto la regione di Negev. Un paesaggio molto diverso e decisamente più caldo, che conduce fino alla striscia di Gaza.

Israel186

L’avventura è cominciata su una nave industriale che nasconde centinaia di biciclette in affitto. Oltre a questo, c’è una bellissima pump track in cemento, che dà sui sentieri della zona, conosciuta come Beeri Singletrails.

Israel371

Israel391
La pump track a Negev.

Domenica 2 novembre
La tabella di marcia ci porta sul cratere Mitzpe Ramon. Passiamo per l’incredibile area desertica di Tzin Valley, attrezzata con 100 km di sentieri, e successivamente per il deserto di Samar.

Israel421
La Tzin Valley lascia tutti col fiato sospeso.

Israel415

Lunedì 3 novembre
Abbiamo abbandonato i lussi degli hotel e dormito nei bungalow. Ad aspettarci è il Timna Park, area protetta dove è possibile fare del freeride non lontano dal confine con la Giordania.

Israel414

Nel parco si trovano meraviglie come King Salomon’s Pillars, Mines of Time, Timna Lake e Stone Mushrooms, che è possibile ammirare da vicino percorrendo un tracciato di 19 km. Questa è l’ultima, stupenda visione del viaggio in Israele. Il transfer ci riporta presto a Tel Aviv per tornare a casa. Shalom.

Israel72

Non perdetevi le altre immagini di questo viaggio nella galleria fotografica.

Per informazioni www.davidcachon.com