•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A Beatrice Migliorini si sta prospettando una carriera molto interessante e brillante nel mondo della downhill femminile.
La giovane torinese, figlia di Stefano Migliorini (ex downhiller professionista di successo e ora titolare del marchio Thok, ndr), infatti, dopo aver centrato i titoli di campionessa europea e italiana di specialità, è stata convocata per i campionati del mondo a Cairns.

beatrice migliorini

Lo scorso anno, in Val di Sole, non riuscì a centrare il podio di poco e quest’anno, con il 9º tempo nelle qualifiche ufficiali nella categorie donne junior (e non il 4º come erroneamente scritto in precedenza), punta a fare meglio.
Beatrice Migliorini, pur essendo giovanissima (classe 1999), ha già iniziato a fare la vita da nomade che questa specialità richiede se fatta a livello internazionale: è da maggio infatti che è in giro con l’Ms Mondraker Team (che ha sede a Schladming, Austria).

beatrice migliorini
Beatrice Migliorini insieme ad Alia Marcellini (a sinistra) e ad Eleonora Farina (al centro) in attesa della risalita sul percorso del mondiale di Cairns

Per sapere come stanno andando le cose a Cairns le abbiamo inviato una serie di domande: ecco le risposte di Beatrice Migliorini.

– Campionessa europea, campionessa italiana, sul podio nelle finali di Coppa del Mondo in Val di Sole e ora i Mondiali: una stagione che vale proprio la pena di ripercorrere, ti va di farlo brevemente per noi?
– Sì, è stata una stagione molto intensa, soddisfacente e ricca di emozioni, sia positive che negative.
Dopo la pausa forzata seguita alla vittoria dell’Europeo (causa infortunio ad una spalla) sono riuscita a salire sul podio prima al Crankworx di Innsbruck, poi in Coppa ad Andorra.
Ho vinto l’Italiano e di nuovo sul podio in Val di Sole (3ª assoluta). Purtroppo ho avuto molti incidenti, sono finita alcune volte all’ospedale per la gioia dei miei genitori e non ho potuto affrontare la stagione al massimo della forma.
Ho fatto tanta esperienza e sono cresciuta, soprattutto dal punto di vista personale.
Adesso siamo qui a Cairns e vediamo cosa succederà. Io mi impegnerò al massimo come ho sempre cercato di fare.
La pista mi piace, molto particolare e completa.

beatrice migliorini

– Come è il clima pre-Mondiale a Cairns?
– Il posto è fighissimo.
Un’esperienza davvero unica, indipendentemente da come andrà la gara. L’atmosfera delle gare internazionali, qui come in Coppa, è davvero difficile da descrivere. È un mondo a parte, eccitante, emozionante ed è fantastico farne parte.
Più la gara si avvicina più senti la concentrazione degli atleti.
Cresce la tensione e con lei l’ansia da prestazione, cercare di non soccombere a volte è davvero difficile. Sono sicura che il ricordo di queste sensazioni resterà per tutta la vita.
Vestire la maglia della nazionale mi onora e mi rende felice.

beatrice migliorini
Beatrice Migliorini gareggia nel Ms Mondraker Team e utilizza una Mondraker Summum Carbon

– Hai fatto una preparazione specifica in vista dei Mondiali?
– In realtà non ho potuto fare allenamenti particolari se non i soliti, perché il weekend prima della partenza eravamo in Val di Sole per la finale di Coppa del Mondo.

– Cosa ti aspetti da questa gara? Come ti senti?
– Mi piacerebbe far bene, voglio cercare di stare concentrata e non farmi prendere dall’emozione. Ieri in prova sono caduta ed ho sbattuto la mano. Diciamo che stavo meglio prima, ma in gara spingerò tutto quello che ho, speriamo bene!

beatrice migliorini

– Hai già provato il tracciato? Quali sono le tue impressioni?
– Il percorso onestamente me lo aspettavo diverso, è molto polveroso, fisicamente duro e in pochi giorni si è scavato tantissimo. Col tempo sono riuscita a trovare il giusto ritmo e le mie sensazioni migliorano di giro in giro. Sono davvero molto motivata per la finale e darò il massimo per cercare di portare a casa un buon risultato

– Dopo il Mondiale, hai ancora altri appuntamenti in programma?
– No, con il mondiale finisco la stagione. È stata davvero intensa e lunga, sono stanca. E devo ricominciare la scuola!

beatrice migliorini

Beatrice migliorini
Foto Alex Luise

– E poi che farai a stagione conclusa?
– Torno a casa mia! Sono via da maggio, ho voglia di stare con la mia famiglia ed i miei amici in relax, ho voglia di neve e sci, comincerò a prepararmi per l’esame di maturità, presto diventerò maggiorenne e dopo un periodo di pausa, ricomincerò sicuramente ad allenarmi per la prossima stagione.

In bocca al lupo, Beatrice!
Adesso, come si dice, spalanca il gas…

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it