• 77
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Al Bike Connection Summer di Andalo al sottoscritto e a Stefano Chiri è capitata l’occasione per realizzare finalmente un confronto a cui pensavamo da tempo: Mtb da enduro oppure downhill?
Una sfida che è servita a noi e servirà anche a voi per capire quanto le Mtb da enduro di oggi siano vicine a quella da downhill.
Una bici da enduro può essere veloce quanto la Formula 1 delle Mtb?
Per scoprirlo abbiamo utilizzato la Canyon Strive CF 9.0 e una Canyon Sender CFR.
Ma prima di analizzare geometrie e caratteristiche delle due bici iniziamo con il video, che pubblicheremo, oggi, 18 settembre alle 20:30…🙈
Intanto, potete leggere l’articolo sottostante.

Partiamo analizzando le geometrie delle due bici in prova.
La Canyon Strive CF 9.0, (qui i dettagli), un’autentica bici da enduro adatta ai più moderni tracciati dell’Enduro World Series.
In taglia M, quella da noi testata, il reach misura 440 mm, abbondante tanto da permettere una posizione davvero ben centrata, ma non esasperata.
Angolo di sterzo non estremo, di 66°, rendono la bici perfettamente equilibrata in ogni situazione.
Interasse totale della bici di 1.196 mm.
Ruote da 29″ ed escursione da 160 mm all’anteriore e 150 mm al posteriore.
Questi i dati più rilevanti per poterla confrontare con l’avversaria da downhill.

enduro o downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Canyon Sender CFR (qui i dettagli), un “mostro” sviluppato direttamente in collaborazione con Fabien Barel e Troy Brosnan, del team ufficiale di Coppa del Mondo.
La taglia utilizzata è sempre una M.
Reach di 460 mm, stabile sul veloce e ripido, offre una sicurezza impareggiabile.
I gradi dello sterzo sono 63°, un dato che esalta la guida in discesa e invoglia a spingere tanto.
Interasse da 1.264 mm: già qui la differenza con la sorellina ci lascia intendere che sul veloce non ci sarà storia.
Formato ruote “mullet”, 29″ all’anteriore e 27,5″ al posteriore.
Escursione per entrambe le sospensioni di 200 mm.

enduro o downhill

enduro o downhill



Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Nel confronto ci siamo concentrati ad analizzare le differenze tra le due bici in situazioni ben precise.
Cinque i punti ti chiave che andremo ad analizzare…

SUL VELOCE
Per veloce intendiamo tutti quei tratti dove la bici può essere lasciata libera di procedere ad alta velocità.
Durante il test ci siamo trovati in situazioni di veloce non troppo pendente e flow, per poi arrivare al veloce ripido e scassato.
La Canyon Strive CF 9.0, laddove la pendenza del terreno non è estrema, riesce a difendersi molto bene, anzi, possiamo affermare che in tanti tratti riesce ad essere molto più efficace.
Infatti, la maggiore reattività data dalla minore escursione e da geometrie più “conservative” riesce a far avanzare e scorrere la bici in maniera più marcata.
Il discorso cambia quando la pendenza del terreno si fa importante.
Qui l’alta velocità, magari unita a tratti scassati e difficili da interpretare, mettono in difficolta la bici da enduro e chi la “cavalca”.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

La sospensione anteriore tende solitamente a chiudersi per via della pendenza accentuata, di conseguenza l’enduro lavora sul fine corsa, cioè la fase più dura per le nostre mani.
L’aumentare della velocità e la minore escursione tendono a far diventare la bici un po’ più “ballerina”, facendo assaggiare il limite a chi vi è seduto sopra.
Discorso inverso per la bici da downhill.
Farla scorrere sui trail non troppo pendenti è impegnativo e ci vuole un po’ di mestiere.
La nuova Canyon Sender CFR, nonostante sia una bici dalla lunga escursione, in questo frangente si è difesa piuttosto bene se confrontata ad altre bici dello stesso segmento.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Il discorso cambia non appena il sentiero punta verso il basso in maniera vertiginosa.
Qui la sicurezza che infonde una bici come questa è quasi disarmante, invoglia a tenere il “gas” aperto e ad affrontare qualsiasi cosa ci si possa trovare davanti in maniera del tutto naturale.
La sicurezza è una sensazione che guidando la Sender CFR sarà spesso ricorrente.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

NEL GUIDATO
Di tratti guidati ne incontriamo spesso durante le nostre discese, ma anche qui a fare la differenza sarà la pendenza del terreno.
La Canyon Strive CF 9.0 è leggera, agile e super divertente da guidare.
Le fasi guidate sono il pane quotidiano per bici da enduro.
Le geometrie meno “spinte”, confrontandole con quella da downhill, aiutano la bici a conservare agilità, sopratutto nello stretto.
Inoltre, l’escursione minore supporta la bici nei rilanci.
Discorso che cambia non appena la pendenza del sentiero diventa rilevante.
La Canyon Sender CFR ha la ruota posteriore da 27,5″ e delle geometrie equilibrate che le permettono una guida davvero divertente anche nello stretto.
Chiaramente per goderne a pieno è meglio che la fase guidata abbia pendenze negative rilevanti.
Più il terreno è tecnico e impegnativo più vi stupirete di cosa si può fare con bici come questa.
Disegnate nella vostra testa una linea ideale e lei ve la farà fare, senza il troppo sforzo.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

IN FRENATA
La frenata è spesso un frangente sottovalutato.
Ricordiamoci che in discesa i freni della bici fungono anche da acceleratore, visto che la gravità, qui, ci “comanda”.
Infatti, più riusciamo a frenare a ridosso della curva, prima riusciamo a mollare i freni e prima riacquisteremo velocità.
Con la Canyon Strive CF 9.0, escono fuori i “limiti” di una bici più reattiva e con escursione inferiore.
Ritardando la staccata per entrare in curva ci siamo accorti che la bici da enduro è in evidente difficoltà.
Perde aderenza facilmente e gli spazi d’arresto sono di gran lunga maggiori rispetto alla Sender.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Inoltre, avendo la tendenza a perdere aderenza più facilmente la staccata non risulta quasi mai composta.
Di contro la Canyon Sender CFR sposta il limite molto più in là. Non crediamo di azzardare dicendo che la differenza in frenata è abissale.
Si arriva a staccare a ridosso della curva.
La sensazione è quella che la bici quasi si aggrappi al terreno.
Oltre a spazi d’arresto davvero contenuti, è incredibile come si riesca a mollare prima i freni per entrare in curva.
Tutto merito di carro e sospensione posteriore che “schiacciano” la bici a terra donandole un grip non comparabile con una bici da enduro.
Davvero impressionante!

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

IN CURVA
Esiste una quantità di curve davvero infinita.
Da quelle con appoggio a quelle senza, da quelle ampie a quelle strette.
Il risultato della  velocità di percorrenza in curva è influenzato dalla velocità di ingresso della stessa.
Messa così, la Sender CFR sembra essere in netto vantaggio ma andiamo a vedere.
La Canyon Strive CF 9.0, nei tornanti stretti e nelle curve a corto raggio, è davvero un fulmine.
La sua maggiore agilità le garantisce un’uscita da questo tipo di situazioni davvero ottima.
Diverso il discorso se le curve sono ampie e magari solcate dal passaggio di centinaia di rider.
Tenerla dentro e composta diventa solo una questione di tecnica e manico.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Inoltre, nelle curve senza appoggio diventa fondamentale analizzare il terreno per prevenire improvvise perdite d’aderenza.
Con la Canyon Sender CFR il grip che abbiamo in frenata prosegue lungo tutta la curva: è letteralmente incollata a terra.
Questo grip infinito invoglia ad alzare il ritmo e prendere le curve in maniera decisa è davvero un gioco da ragazzi.
Anche le curve senza appoggio non sono assolutamente un problema, nemmeno in presenza di terreno smosso.
La sensazione generale percepita durante il test è quella di avere un totale controllo della ruota posteriore, anche quando perde aderenza in maniera vistosa.
Imbarazzante come si riesce a curvare veloce con una bici da downhill…
Un ultimo appunto: chiaramente le curve strette e lente non sono il suo campo preferito, anche se la ruota posteriore da 27,5″ aiuta.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

I SALTI
Non potevamo non inserire questo frangente nel confronto: fare i salti con una bici da enduro o da downhill è nettamente differente.
La leggerezza e la reattività della Canyon Strive CF 9.0 la fanno letteralmente “schizzare” fuori dalla rampa di un salto.
A volte si nota quanta velocità in meno sia necessaria per chiudere un salto con la bici da enduro.
Doppiare e saltare, invece, sfruttando elementi naturali diventa un piacere, purché si prendano le giuste misure.
Infatti, il margine d’errore rispetto ad una bici da downhill è di molto inferiore.
La Canyon Sender CFR è sicura!
Questa la sensazione costante che si avverte saltando con una bici da downhill.
É più ferma e più stabile in atterraggio: insomma, perdona quasi tutto.
Quando ci troviamo a valutare un salto con la nostra bici da downhill pensiamo sempre al fatto che la tanta escursione smorza la rampa.
Non è raro, infatti, dover prendere un salto più forte per chiuderlo alla perfezione rispetto alla bici da enduro.
In atterraggio, come dicevamo prima, stupisce quanta sicurezza trasmetta la bici, non mettendo quasi mai in difficoltà chi guida.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com



IN CONCLUSIONE…
Insomma, Mtb da enduro oppure downhill?
Pensavamo che le moderne enduro fossero più vicine alla guida di una bici da downhill.
E ci sbagliavamo!
La differenza è tanta, troppa, al punto che sembra quasi di fare un altro sport.

Mtb da enduro oppure downhill
Mtb Connection Summer 2020 – Andalo – Italy – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Questo non vuol dire che la bici da downhill sia meglio dell’enduro: parliamo semplicemente di due categorie di mountain bike differenti.
Più estrema e votata unicamente alla discesa la Sender, più reattiva e sfruttabile per tutto la Strive.
L’enduro rimane probabilmente la bici ideale per la maggior parte di noi, ma una bici da downhill come la Canyon Sender CFR sa regalare emozioni uniche, a patto di portarla su sentieri o piste adeguate.

Per ulteriori informazioni sulle due Mtb Canyon, cliccate qui per la Strive e cliccate qui per la Sender

Simone Lucchini

Pedalo in bici da quando ero giovanissimo. Bici da strada, Mtb, gravel e ora anche le e-Mtb. Per me le due ruote a pedali non hanno confini e mi esalta impegnarmi nella guida piuttosto che nella ricerca delle prestazioni atletiche. Per me la bici è una passione che è diventata da subito un lavoro, in officina e sulle pagine di MtbCult.it