•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi parte la Swiss Epic 2014 e i due inviati di MtbCult, Paolo Guerrieri e Luca Colasanto, alle 10,30 saranno schierati a Verbier, Svizzera.
Ieri, giornata di controlli, verifiche e benvenuto. Oggi, primo giorno di competizione.
SL

Roma-Verbier: inizia il viaggio verso la Swiss Epic, analizzando i costi di trasporto è più vantaggioso l’utilizzo dell’auto rispetto a treno o aereo, decidiamo di suddividerlo in due giorni: una prima parte fino al confine italo-svizzero e un seconda per arrivare a Tasch, località vicino a Zermatt dove lasceremo i nostri mezzi per essere trasportati con i pullman Swiss Epic alla partenza a Verbier ad attenderci. Arriviamo puntuali a Tasch, ad attenderci, il responsabile che si occuperà del carico bici e bagaglio; massima cura viene posta nel posizionare le bici
 
carico bike2

In coda per il carico delle bici.
In coda per il carico delle bici.
E adesso via verso Verbier in autobus.
E adesso via verso Verbier in autobus.

 
Il viaggio procede perfettamente, arriviamo davanti al nostro hotel, notiamo biciclette ovunque, cartelli quali ‘Bike Garage’, ‘Bike Wash’,’Media meeting’, ‘Accreditation’ ci permettono di sbrigare velocemente le formalità di iscrizione e ritiro pacco gara.
Tutti sono disponibili e preparati. Decidiamo di sfruttare anche il servizio massaggi per cancellare le fatiche del viaggio in auto.
Ci dirigiamo al ‘Bike Garage’ dove una ventina di meccanici Shimano, Scott e Fox ci controllano la bici… ehm, sì, verificano che i raggi siano in tensione, le gomme gonfie correttamente, il cambio funzionante, serie sterzo, forcella e ammortizzatore operativi… mai avuto esperienze simili.

Un controllo alla bici.
Un controllo alla bici.

 
Dopo di che le bici vengono parcheggiate qui.
Dopo di che le bici vengono parcheggiate qui.
 

 
L’hotel in cui siamo alloggiati è di gran lusso, ci sentiamo viziati e coccolati.

 

Arrivati in albergo. Prima cosa: testare il letto.
Arrivati in albergo. Prima cosa: testare il letto.

 

Nel pomeriggio c’è l’incontro con tutti i partecipanti, viene offerta una panoramica completa sulla segnaletica utilizzata in gara, sui numeri di emergenza da chiamare e sui contatti telefonici da utilizzare in caso di dubbi o perplessità. Ad ogni team viene affidato un ricevitore Gps in grado di segnalare la posizione in caso di necessità. La sicurezza viene posta al primo posto, sempre.

 

Sul palco c'è anche Thomas Frischknecht a spiegare gli ultimi dettagli a tutti gli equipaggi al via. Compreso Nino Schurter.
Sul palco c’è anche Thomas Frischknecht a spiegare gli ultimi dettagli a tutti gli equipaggi al via. Compreso Nino Schurter.

10623456_534426650022080_6747595131908037730_o

Oggi ci attende il prologo, si parte distanziati di 30″ gli uni dagli altri, 14 chilometri suddivisi in 8 di salite per 840 mt di dislivello e 6 km di discesa nel bike park… godiamocela!

Ecco il profilo altimetrico del prologo.
Ecco il profilo altimetrico del prologo.

Qui la presentazione di tutte le tappe della Swiss Epic 2014 e qui il live tracking dell’evento. Il nostro team è il 738.