scritto da Andrea Ziliani in Itinerari,Storie il 17 Ago 2017

VIDEO – Un giro sui sentieri di Pila BikeLand? Premete play 😎

VIDEO – Un giro sui sentieri di Pila BikeLand? Premete play 😎
        
Stampa Pagina

PILA – Siamo andati alla scoperta di uno dei bike park più belli d’Italia, il Pila Bikeland. Immerso nella cornice del Monte Bianco e del Monte Rosa, questo resort offre ben 16 percorsi per tutti gli amanti delle ruote grasse, spaziando dal più naturale dei single track fino alle passerelle artificiali per i più incalliti downhiller.

Pila BikeLand

Come arrivare
Uno degli aspetti che rende il Pila Bikeland appetibile è sicuramente la sua posizione. Situato appena sopra Aosta il resort è facilmente raggiungibile tramite l’autostrada A5 Torino-Aosta e possiamo scegliere di parcheggiare alla partenza della cabinovia (aperta tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:30) salendo con la nostra bici oppure è possibile arrivare al comprensorio di Pila in auto dove troviamo numerosi hotel e una zona di sosta per i camper.

Pila BikeLand

I percorsi: cominciamo dal Bike Stadium
Come detto, il bike park offre ben 16 percorsi adatti ad ogni livello di rider. Centro nevralgico delle 16 tracce è sicuramente il Bike Stadium con i percorsi che partono appena sopra il primo troncone della seggiovia.

Pila BikeLand

16 piste con vari gradi di difficoltà tra cui il percorso di 2600 m che ha ospitato una tappa del circuito Dh Gravitalia.
Drop, radici, sponde, salti e passerelle la fanno da padrone e le numerose varianti all’interno di ogni trail lasciano libero spazio alla fantasia di ogni appassionato creando un numero quasi infinito di combinazioni possibili sui 525 metri di dislivello della zona.

Pila BikeLand

Poi Desarpa Bike
Se volete invece addentrarvi nella montagna o provare qualcosa di meno Dh e più endureggiante il percorso che fa per voi è il nuovo Desarpa Bike.
Questo tracciato parte dal punto panoramico Couis (raggiungibile con la seggiovia Chamolè, un tratto pedalato tendenzialmente pianeggiante e quindi con la seggiovia Couis 1) e arriva alla stazione di Pila con un tracciato rosso, cioè di media difficoltà, della lunghezza di 7 Km con un dislivello di circa 1000 metri.
Da qui, volendo, si può proseguire su un’altra delle piste più celebri di Pila, ossia la Pila Aosta Freeride (più nota con il nome di “Rientro”).

Pila BikeLand

Quest’ultima ha una lunghezza di 8 km per 1170 metri di dislivello e permette di arrivare ad Aosta, direttamente nel parcheggio della telecabina Aosta-Pila.
Grazie a un massiccio aggiornamento questo percorso è arrivato alla ragguardevole cifra di 15 km per 2100 metri di dislivello negativo.
Non vi rimane altro che preparare a puntino i freni della bici e lanciarvi in un’esperienza unica che comincia all’arrivo della seggiovia Couis 1 e si snoda attraverso tratti veloci, radici, rocce, sponde, drop e divertimento a non finire.

Pila BikeLand

Pila BikeLand

Ma anche cross country ed e-bike
Pila non ha dimenticato però i pedalatori più assidui e gli amanti delle escursioni pedalate in alta montagna.
E’ stato infatti inaugurato da poco il primo percorso permanente di Cross Country della Val d’Aosta.
Con un anello di 4 km e 111 metri di dislivello (ad una quota massima di 1927 metri) questo nuovo campo di allenamento permetterà a tutte le squadre e a tutti gli appassionati della disciplina di allenarsi in un contesto mozzafiato su un percorso tecnico ma divertente.
Anche gli amanti della e-bike possono trovare un’offerta valida e completa al Pila Bikeland: 12 itinerari che percorrono le strade poderali attorno alla catena montuosa del resort vi guideranno attraverso i 185 km di percorsi regalandovi panorami da cartolina e un’esperienza unica anche senza l’adrenalina del bikepark.

Pila BikeLand

Pila BikeLand

Premete play, facciamo un giro sulle piste…
Vista la proposta di sentieri e tracciati come potevamo esimerci dal fare un giro all’interno del Pila BikeLand?
Di seguito i primi due video realizzati insieme a Corrado Herin, ex professionista della discesa e vincitore della Coppa del mondo Dh nel 1997, la cui esperienza viene impiegata per il perfezionamento e la realizzazione di nuove piste e di nuove varianti.
Eccoci sulla pista Pila 1, di bassa difficoltà, sulla pista Pila 4, di livello intermedio, e infine la pista Dh, una delle più difficili di Pila, che è proprio Corrado Herin a spiegarvi:

Orari e servizi
Il Pila BikeLand resterà aperto fino al 10 settembre con orario continuato della telecabina (9:00 – 17:30) e continuerà ad offrire per tutta la stagione pacchetti speciali e completi a misura di ogni appassionato delle due ruote.
E’ anche possibile fruire del servizio di noleggio bici con proposte che includono modelli da enduro, downhill ed e-bike oppure ricevere assistenza su qualsiasi tipo di setting o manutenzione grazie allo staff di Pila Spa.

Pila BikeLand




Il Pila BikeLand è una delle location più ambite dai rider italiani (e non solo italiani, vista la vicinanza con il confine francese), sia in chiave agonistica che non, sia per la Dh sia per le e-bike, e, soprattutto, si rivolge a un pubblico molto eterogeneo in termini di esperienza di guida e preparazione.
Insomma, non serve avere il talento di Corrado Herin per divertirsi a Pila.
Quindi, lasciate l’auto ad Aosta, mettete la bici sulla telecabina Aosta-Pila e preparatevi a un piccolo paradiso per biker…

Qui altre proposte di itinerari già pubblicate da MtbCult.it

Per informazioni Pila.it oppure la pagina Facebook ufficiale di Pila



        
Torna in alto