•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lo scorso marzo i due biker Richie Schley e Holger Meyer, vere leggende del freeride, sono stati in Costa Rica insieme al videomaker Sebastian Doerk.
Guidati da Paulo, campione costaricano di downhill e cross country e trailbuilder d’eccezione, sono andati per una settimana alla scoperta dei sentieri più nascosti e divertenti, dalle montagne all’oceano, attraverso la giungla, i fiumi e le piantagioni di caffè, fino alle spiagge.
E alle fine c’è stato anche il tempo di fare un po’ di surf e un incontro ravvicinato con i coccodrilli…
Ne è venuto fuori un reportage che mostra come la Costa Rica potrebbe essere una delle migliori mete al mondo per la Mtb…
I protagonisti di questa storia l’hanno definita “La Pura Vida”!
Potete averne un assaggio attraverso il video e la selezione di foto che vi proponiamo qui di seguito.

VM

«Il primo giorno si sale a 2.500 metri sul livello del mare. Una vecchia strada di campagna ci conduce attraverso antichi villaggi di montagna, vecchie stalle con cavalli e polli, fino ad un belvedere panoramico. Qui Paulo manovra la sua macchina tra i cespugli e si ferma.»

«Ma dov’è il sentiero? Seguiamo Paulo attraverso una macchia che non sembra affatto l’ingresso per una pista. Per cinque o sei metri arranchiamo attraverso il fitto sottobosco, fino a raggiungere quello che sembra a prima vista una cavità nel terreno, ma poi è chiaramente riconoscibile come un percorso.»

«Il terreno è sorprendentemente asciutto, con un buon grip – la stagione delle piogge non inizia fino ad aprile. Siamo in grado di volare semplicemente sopra le radici.»

«Ci perdiamo in un mix di giungla, polvere e tornanti. Alcune sporgenze ripide e radici bloccano la strada. Ci fermiamo per un attimo nella radura. […] Il sentiero si snoda lentamente fuori della valle. Sembra non esserci anima viva.»

«Ci sono posti idialliaci, con corsi d’acqua e una quantità incredibile di piante e uccelli.»

«Poi ad un tratto un uomo è in piedi di fronte a noi con un machete. Ci guarda feroce, fino a quando riconosce Paulo. E’ Marinho, il proprietario del terreno. Sapeva che stavamo arrivando. Passeremo la notte in una capanna di legno nella sua fattoria. Marinho è venuto per pulire il sentiero per noi. Quando raggiungiamo il rifugio, la moglie ha cucinato un delizioso pasto a base di tortillas con riso e fagioli per noi.»

«Dopo una discesa su uno dei percorsi preferiti di Paulo, che è simile a una pista di bob, ci spingiamo più a sud, verso il Pacifico.
“Il mio sogno è un percorso dalla vetta più alta, il Cerro Chirripó, fino alla spiaggia. Quella sarebbe una discesa di 3.820 metri!” spiega Paulo.»

«Quando arriviamo a Hermosa Beach non possiamo credere ai nostri occhi: una spiaggia enorme con sabbia scura, un paio di palme, un’amaca, un posto adatto per il surf proprio di fronte al nostro hotel – e nessun persona! Come se questo paradiso non bastasse, c’è anche un trail park proprio sopra di noi.»

«Il nostro ultimo giorno inizia con una mattinata di surf. Poi segue un giro su dei bellissimi sentieri attraverso la giungla proprio accanto alla spiaggia.»

«José, la guida dell’hotel, ci propone nel pomeriggio un “crocodile tour”. José guida l’imbarcazione mentre il suo collega Jimmy tiene un secchio pieno di pezzi di pollo. […] Jimmy lancia il pollo a un metro di distanza da lui. Alcuni dei coccodrilli saltano verso di lui…»

Per i più fortunati e avventurosi, “Die Rasenmäher” propone un viaggio sui sentieri di Paulo Valle durante la primavera, dal 3 all’11 aprile.
Per maggiori informazioni, visitate www.dierasenmaeher.de aed www.costaricamtb.com

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it