scritto da Simone Lanciotti in Tecnica il 16 Feb 2018

Avvistato un prototipo Sram Eagle eTap. Esiste davvero?

Avvistato un prototipo Sram Eagle eTap. Esiste davvero?
        
Stampa Pagina

ARTICOLO AGGIORNATO IL 22 FEBBRAIO 2018

A quanto pare lo Sram Eagle eTap non è solo una supposizione.
Sul web hanno iniziato a circolare altre immagini, questa volta più dettagliate, del primo cambio elettromeccanico di casa Sram.

La bici sulla quale è montato è una Specialized Epic HT (forse quella di Kulhavy?) e si può vedere nelle immagini in basso l’estrema compattezza del comando cambio.
Il cambio ha la batteria collocata proprio laddove si era ipotizzato qualche giorno fa (leggete l’articolo in basso) e il disegno del cambio sembra molto vicino a quello dell’attuale XX1 Eagle.

Il comando del cambio, cioè l’unico comando sul manubrio giacché lo Sram Eagle è solo 1×12, presenta un terzo pulsante con lo stemma Eagle sopra.
Non sappiamo ancora a cosa serva, forse ad attivare qualche modalità di cambiata speciale oppure ad attivare la connessione con lo smartphone oppure ancora chissà?
La totale assenza di fili (la trasmissione degli input infatti è tramite onde radio) è un dettaglio non affatto trascurabile e caratterizza da sempre la tecnologia eTap di Sram.
Siamo molto curiosi di conoscere altri dettagli su questo componenti che si annuncia già molto interessante…

ARTICOLO DEL 16 FEBBRAIO 2018

Ci sarà mai uno Sram Eagle eTap (ammesso che si chiamerà così)?
Ufficialmente Sram non lo ha mai confermato, né ha mai affermato di averlo nei piani futuri, ma questo scatto rubato dalla rete lascerebbe pensare proprio il contrario.
Ma il condizionale è d’obbligo.
Nino Schurter in azione con un cambio Sram diverso dal solito XX1 Eagle.

sram etap eagle

Nella foto Schurter è in allenamento (non ha il numero sulla bici) e dall’angolazione in cui è stata scattata questa immagine non si riesce a dedurre altro.
Il cambio, però, se la foto è autentica, è effettivamente molto simile allo Sram Red eTap sul quale la sporgenza di colore nero, a sinistra, è costituita dalla batteria.

sram etap eagle

Da quest’anno il team Scott Sram Mtb Racing utilizza dispositivi Garmin Edge i quali, tramite protocollo Ant+, possono dialogare con la tecnologia Sram eTap, come già accade sulle bici da strada.
Forse non è una casualità o forse è solo una casualità, ma a questo punto diventa più probabile che Sram possa un giorno esportare la tecnologia eTap anche nel mondo off-road e soprattutto una trasmissione 1×12 potrebbe beneficiarne non poco.
L’1×12, infatti, con il suo range di rapporti molto ampio, richiede una regolazione estremamente precisa (sulle Mtb a doppia sospensione) per avere un funzionamento ottimale (come è emerso nel test dell’X01 Eagle) e l’eventuale ausilio dell’elettronica potrebbe portare ulteriori giovamenti.
Per il momento è solo fantasia, ma dal Sudafrica (dove fra qualche settimana partirà la Coppa del mondo Xc 2018) di novità ne stanno arrivando un po’.
Stay tuned…


        
Torna in alto