EUROBIKE - Pinarello Dogma Xm 2014: ecco le immagini

Simone Lanciotti
|

ARGENBUHL - Stefano Scapin va fiero della "sua" Pinarello Dogma Xm che finalmente è stata mostrata al pubblico, proprio qui al Demoday.
Le specifiche tecniche e le prime (poche) immagini le avevamo già mostrate quale tempo fa in questo articolo, ma oggi al Demoday abbiamo preso contatto con la novità di casa Pinarello.
L'eredita della Dogma Xc è molto pesante, perché proprio lo scorso anno, qui, dal Demoday era stata svelata la Mtb Pinarello del nuovo corso.
La Dogma Xc era (ed è ancora adesso) una Mtb da Xc senza compromessi, precisa, rapida e reattiva e Stefano Scapin ha voluto riproporre quelle stesse sensazioni su una biammortizzata. Rispetto alle prime foto mostrate, la Dogma Xm utilizza un ammortizzatore Marzocchi Roco Lite di nuova concezione.
Vi mostriamo le immagini e le didascalie relative per spiegarvi le specifiche di questa full da Xc-marathon tanto attesa.

Stefano Scapin, il progettista della Dogma Xm 29, posa di fianco alla sua nuova creatura.

Stefano Scapin, il progettista della Dogma Xm 29, posa di fianco alla sua nuova creatura.

L'angolo di sterzo della Dogma Xm varia fra i 69,75 e i 70,50°, mentre l'interasse fra i 109,7 e i 114,5 cm. Queste misure denotano un mezzo molto rapido e reattivo.

L'angolo di sterzo della Dogma Xm varia fra i 69,75 e i 70,50°, mentre l'interasse fra i 109,7 e i 114,5 cm. Queste misure denotano un mezzo molto rapido e reattivo.

Da notare il passaggio cavi interno e il tappo rosso che copre il passaggio non utilizzato. Al pari della Dogma Xc è presente la protezione per il tubo obliquo contro eventuali urti con la forcella.

Da notare il passaggio cavi interno e il tappo rosso che copre il passaggio non utilizzato. Al pari della Dogma Xc è presente la protezione per il tubo obliquo contro eventuali urti con la forcella.

Il sistema di chiusura del reggisella studiato da Pinarello prevede la distribuzione della coppia di serraggio sul reggisella su una superficie maggiore. Il sistema si chiama XPower.

Il sistema di chiusura del reggisella studiato da Pinarello prevede la distribuzione della coppia di serraggio sul reggisella su una superficie maggiore. Il sistema si chiama XPower.

Il tubo superiore prevede una sezione a forma di "T" schiacciata: questa soluzione incrementa la solidità del triangolo anteriore.

Il tubo superiore prevede una sezione a forma di "T" schiacciata: questa soluzione incrementa la solidità del triangolo anteriore.

Guardate il cono superiore della serie sterzo: è stato posizionato in una posizione più bassa rispetto al tubo superiore. Ciò permette a tutti gli effetti di compattare l'altezza del tubo di sterzo. In bella evidenza anche il passaggio cavi interno.

Guardate il cono superiore della serie sterzo: è stato posizionato in una posizione più bassa rispetto al tubo superiore. Ciò permette a tutti gli effetti di compattare l'altezza del tubo di sterzo. In bella evidenza anche il passaggio cavi interno.

Le specifiche della fibra di carbonio della Pinarello Dogma Xm: derivazione aerospaziale.

Le specifiche della fibra di carbonio della Pinarello Dogma Xm: derivazione aerospaziale.

_DSC7344

Il carro ha una struttura monolitica e i pivot lavorano su boccole Igus che aumentano la scorrevolezza e la durata rispetto ai modelli tradizionali. Da notare l'originale forma del traversino di rinforzo sui foderi alti e la posizione asimmetrica dell'ammortizzatore rispetto al tubo piantone. Secondo Pinarello questa soluzione è necessaria per ottimizzare il funzionamento del deragliatore (quando montato) e della trasmissione in generale. Il sistema si chiama Asc e consente, fra le altre cose, di non mettere in contatto l'ammortizzatore con le parti in fibra di carbonio del telaio.

Il carro ha una struttura monolitica e i pivot lavorano su boccole Igus che aumentano la scorrevolezza e la durata rispetto ai modelli tradizionali. Da notare l'originale forma del traversino di rinforzo sui foderi alti e la posizione asimmetrica dell'ammortizzatore rispetto al tubo piantone. Secondo Pinarello questa soluzione è necessaria per ottimizzare il funzionamento del deragliatore (quando montato) e della trasmissione in generale. Il sistema si chiama Asc e consente, fra le altre cose, di non mettere in contatto l'ammortizzatore con le parti in fibra di carbonio del telaio.

Un particolare del ponticello di rinforzo del carro.

Un particolare del ponticello di rinforzo del carro.

Un retaggio del sistema Ottobulloni di Scapin: in questa maniera l'ammortizzatore ha un supporto imbullonato sul telaio e non va a stressare né tubo obliquo, né tubo piantone.

Un retaggio del sistema Ottobulloni di Scapin: in questa maniera l'ammortizzatore ha un supporto imbullonato sul telaio e non va a stressare né tubo obliquo, né tubo piantone.

Posizione asimmetrica dell'ammortizzatore Marzocchi Roco Lite di nuova generazione.

Posizione asimmetrica dell'ammortizzatore Marzocchi Roco Lite di nuova generazione.

_DSC7333

Parola d'ordine asimmetria per il carro posteriore.

Parola d'ordine asimmetria per il carro posteriore.

Per informazioni www.pinarello.com

Condividi con
Sull'autore
Simone Lanciotti

Sono il direttore e fondatore di MtbCult (nonché di eBikeCult.it e BiciDaStrada.it) e sono giornalista da 20 anni nel settore delle ruote grasse e del ciclismo in generale. Siamo molto focalizzati sui video e il canale YouTube MtbCult è un riferimento in Italia soprattutto per quanto riguarda i test.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right