scritto da Daniele Concordia in Tecnica il 22 Nov 2018

Front o Full: quale scegliere oggi? Ecco 10 aspetti da considerare

Front o Full: quale scegliere oggi? Ecco 10 aspetti da considerare
        
Stampa Pagina

Front o Full: un acerrimo duello che dura da anni.
La scelta tra hardtail e full suspension è sempre molto delicata e dibattuta nel mondo dei bikers.
Se fino a qualche anno fa la biammortizzata era principalmente la scelta di chi voleva andare più forte in discesa, ultimamente non è proprio così.
O meglio, grazie alle geometrie moderne, alle sospensioni di ultima generazione, al reggisella telescopico e alle gomme di ampia sezione, le hardtail hanno quasi raggiunto il livello delle full in discesa.
Ma allo stesso tempo le full sono sempre più leggere e sempre più veloci, anche in salita.

Front o Full



E quindi?
Quindi è un bel casino… 🤔
Scegliere la Mtb giusta da Xc/marathon Mtb è sempre più complicato, ma noi una nostra idea ce la siamo fatta: oltre al riscontro cronometrico bisognerebbe guardare tanti altri aspetti, che spesso sono personali e troppo sottovalutati.
Generalizzare in questo caso è impossibile.
Proviamo a fare un’analisi della situazione, lasciando da parte le scelte dei campioni di Coppa del mondo Xc e concentrandoci sulle esigenze degli amatori di tutti i livelli.

Front o Full

In questo articolo NON prendiamo in considerazione le scelte e le esigenze dei pro’, troppo diverse da quelle degli amatori.

I percorsi da affrontare
Una delle prime valutazioni va fatta sicuramente puntando un occhio ai percorsi che si affrontano di solito, in gara e non solo.
Ovviamente, chi dovrà affrontare percorsi molto tecnici e/o sconnessi, magari anche lunghi, potrebbe dirottare la sua scelta sulla full, viceversa chi predilige tracciati brevi e/o scorrevoli e con molta salita potrebbe scegliere più facilmente la hardtail.
Ragionamento ovvio?
Per i bikers più evoluti forse sì, ma non per tutti, fidatevi 😉

Front o Full

I problemi fisici
Nel paragrafo precedente abbiamo utilizzato il condizionale volutamente, per un semplice motivo: la regola dei percorsi diventare inutile in caso di problemi fisici.
Ad esempio, chi è un po’ avanti con l’età e ha delle articolazioni un po’ deboli, ma anche i più giovani che hanno subito degli interventi o hanno problemi a schiena, ginocchia, polsi e così via, potrebbero essere portati a scegliere la full anche se il loro obiettivo sono i percorsi non troppo tecnici o selettivi.
La biammortizzata dona quel comfort in più che a volte aiuta a stare in sella per ore senza soffrire.
Questo vale anche per le persone “sane”, figuriamoci per chi ha subito qualche trauma in passato…

Front o Full

Traumi dovuti a vecchie cadute o operazioni possono influenzare nella scelta della Mtb

Le caratteristiche fisiche
A prescindere dai problemi di salute, ognuno di noi è unico come statura e caratteristiche fisiche.
Questo influenza in parte la scelta tra front e full suspension, facciamo un esempio: un rider molto alto, diciamo un metro e 90, non ha né lo stesso peso, né lo stesso baricentro di un rider alto un metro e 60.
I bikers più piccoli e leggeri possono trovare nella hardtail una fedele alleata per scaricare a terra tutti i watt delle gambe, senza perdere troppo in discesa e sfruttando a pieno le potenzialità del telaio.

Front o Full

Le ragazze e i riders più bassi e/o magri possono sfruttare al meglio le potenzialità della hardtail

Questo discorso potrebbe non essere valido se il biker pesa tanto o è molto alto, in questo caso una doppia sospensione potrebbe aiutare ad avere più grip in salita e a mollare i freni con più sicurezza in discesa, senza stressare troppo il telaio.
E sulla full entra in ballo un altro fattore: travel da 100 mm o maggiore?
Ecco, se il rider è molto alto, a nostro avviso potrebbe aver senso un’escursione da 110 o 120 mm anche se l’obiettivo riguarda l’Xc e le marathon: la bici è più proporzionata e si sfruttano meglio le sue potenzialità.

Front o Full

Questo è Geoff Kabush, ex pro’ ed ora testimonial Yeti. Per la sua statura (è molto alto) ha scelto una full con forcella da 120 mm anche per le gare Xc e marathon.

La pulizia di guida
Oltre alle caratteristiche antropometriche, entra in ballo anche lo stile di guida.
Non è detto che un rider dalla stazza importante guidi per forza in modo aggressivo, è più probabile, ma non sempre è così.
Viceversa, esistono anche molti bikers leggeri che guidano più sporco di tanti altri.
Il fattore “pulizia di guida” è fondamentale nella scelta della Mtb: capire se siamo precisi nella scelta delle traiettorie, oppure tendiamo ad osare parecchio pur di scegliere la linea più veloce può aiutarci non poco a scegliere il mezzo giusto.

Front o Full

Di solito chi proviene dall’enduro/Dh o dal mondo della moto è meno pulito, tende a derapare e a guardare molto lontano sul sentiero.
In questo caso una full, che perdona molto di più, potrebbe essere la scelta ad hoc.
Chi invece è crosscountrista o marathoneta puro, oppure ha un passato da stradista, si solito è abituato a guidare in modo più cauto (non per questo meno veloce), facendo scorrere la bici ma senza scegliere traiettorie impossibili.
In questo caso, forse, la hardtail potrebbe essere la bici giusta.
Questo fattore è importante per limitare il più possibile guasti, cadute o forature, quindi anche per divertirsi di più.

Front o Full

Lo stile di pedalata
Non ci pensa quasi nessuno, ma questo a nostro avviso è un punto molto importante.
La scelta tra front e full andrebbe valutata osservando il proprio stile di pedalata, oltre che lo stile di guida.
La differenza nell’xc e soprattutto nelle marathon si fa in salita e nel pedalato, in discesa si mantiene o si perde, ma la salita fa la parte del leone.

Front o Full

Ora, a prescindere dallo schema sospensivo e dal setup dell’ammortizzatore (che conta molto) la full avvantaggia quasi sempre chi pedala di passo, molto da seduto, senza fare troppe variazioni di ritmo sui pedali.
Viceversa, chi preferisce alzarsi spesso sui pedali e rilanciare troverà nella hardtail il mezzo più adeguato.
Questo si lega in parte al discorso sulla scelta dei percorsi, perché di solito chi fa marathon è un “diesel” che tende a pedalare da seduto per tanto tempo, ma anche qui non c’è una regola fissa.

Front o Full

 

Il livello tecnico
Siete abili in discesa, oppure no?
Beh, questo è un altro discorso che influenza molto la scelta della Mtb da Xc e marathon.
Se il vostro obiettivo è solo “migliorare”, allora non c’è scuola più severa della hardtail: solo con il telaio rigido si acquista la giusta sensibilità, si capiscono i propri limiti, si cade e ci si rialza, in poche parole si diventa più abili.

Front o Full

L’ideale sarebbe iniziare con una hardtail, per poi passare alla full (se se ne avverte la necessità) per fare quello step in più e diventare più veloci in discesa.
Ma guidare veramente bene una front in discesa è più difficile, richiede tempo e mestiere, quindi capita spesso che, per affrettare i tempi, in molti scelgano la full sin da subito. Quest’ultima perdona un po’ di più e permette di mollare i freni con più sicurezza: non è la maestra ideale, ma parlando di prestazioni è nettamente superiore sui sentieri impegnativi, quindi è una valida alternativa per chi non è proprio un “drago” tecnicamente.

Front o Full

Il livello di allenamento
Oltre alla tecnica pura, entra in ballo anche l’allenamento.
La front impone una guida più “fisica”, quindi per domarla come si deve sui trail sconnessi bisogna essere allenati e tonici su tutto il corpo.
Per contro, in salita il peso inferiore e la maggiore reattività facilitano non poco…
La full è più “assecondante” nella guida, ad assorbire le asperità ci pensano le sospensioni, quindi anche chi non è troppo allenato può guidarla per ore senza stancarsi.

Front o Full

Per contro, però, il peso superiore (anche se di poco) impone una “gamba buona” per non perdere troppo in salita, specialmente su quelle lunghe e scorrevoli.
E qui ci colleghiamo al fattore statura: i rider leggeri sono anche meno potenti, il rapporto peso/potenza è un fattore determinante nella performance e un chilo in più o in meno potrebbe fare la differenza, anche parlando di bici.
Discorso diverso per i riders “possenti” o con gambe lunghe, che hanno più watt da sprigionare, infatti questi avvertiranno meno l’aggravio di peso.

Front o Full



La manutenzione
Ora parliamo di un particolare sottovalutato, che invece andrebbe preso in considerazione in fase di acquisto di una Mtb: la manutenzione.
Anche se le full moderne ne richiedono molta meno, c’è bisogno sicuramente di più attenzione rispetto a quella prestata per la hardtail.
Giunti, perni, cuscinetti e boccole vanno controllati periodicamente, sia per allungare la vita del telaio, sia per evitare problemi e per mantenere la sua efficacia.
Per questo motivo, se non avete tempo, se non siete capaci di smontare e rimontare il tutto e magari non volete recarvi frequentemente dal meccanico, meglio scegliere una front.
Ovviamente, anche quest’ultima va controllata periodicamente, ma è meno impegnativa.

Front o Full

Un cuscinetto del pivot della sospensione

Le disponibilità economiche
La manutenzione ha un costo, ma non solo, a parità di livello le full costano di più anche sui listini dei vari marchi.
Il fattore economico è infatti quello che influenza più di tutti la scelta della Mtb: per avere una full leggera, che garantisca delle prestazioni al top bisogna spendere parecchio, spesso troppo, e non tutti possono permettersi dei mezzi del genere.

Front o Full

La Scott Spark RC 900 SL costa circa 8000€. E non è la più costosa…

A volte, piuttosto che scegliere una full di media/bassa gamma, sulla quale magari bisognerà fare degli upgrade, potrebbe essere più giusto scegliere una hardtail di ultima generazione, magari di media gamma, che è comunque più leggera, meno onerosa e pronta per partecipare alle gare.
Se invece il vostro sogno è comprare la full, ma al momento non potete, potreste rendere più “cattiva” la vostra hardtail montando un reggisella telescopico, una forcella con steli maggiorati e magari delle gomme più aggressive: non sarà la stessa cosa, ma con poche centinaia di euro potreste togliervi delle belle soddisfazioni! 😉

Front o Full



Il piacere di guida
C’è un ultimo fattore che va al di là dei ragionamenti: il piacere di guida.
Possiamo avere mille motivi per scegliere una o l’altra bici, ma il giudizio finale lo danno quasi sempre le sensazioni personali, il divertimento.
Questo è un dettaglio molto personale: c’è chi gode al massimo guidando una hardtail, chi invece proprio non la sopporta e diventa quasi imbranato, chi ama le full schiacciasassi, chi invece non riesce proprio a rendere con la doppia sospensione.
Insomma, qui la scelta è vostra, perché va bene chiedere consigli ai più esperti, ma nulla è paragonabile alle sensazioni che si hanno mentre si pedala.

Front o Full

Okay, lui è Schurter e la sua bravura non di discute. Ma dai suoi “numeri” traspare il piacere di guida che prova in ogni gara, a prescindere dal risultato e dal mezzo che guida… Foto Michal Cerveny

Front VS Full: eccoci giunti alle conclusioni finali.
A nostro avviso, oltre al consiglio del negoziante e dell’amico più esperto, ognuno di noi dovrebbe unire tutti i punti riassunti finora, analizzare le proprie sensazioni e giungere ad una conclusione.
In sostanza, a nostro avviso a livello amatoriale non c’è quasi mai un mezzo più veloce o più lento dell’altro, a fare la differenza è sempre il rider, ma sicuramente indovinando la Mtb giusta per le proprie esigenze si potranno sfruttare al meglio sia le potenzialità del mezzo, sia quelle personali.
Ora concentratevi, rileggete i punti sopra e sicuramente capirete se siete dei bikers da front o da full.

C’è qualcosa che non vi è chiaro, che secondo voi ci è sfuggito o avete qualche domanda da farci?
Aspettiamo i vostri commenti…

Front o Full

Qui tutti gli altri articoli sulle Mtb da Xc.

Date uno sguardo anche a tutti gli altri articoli sulla hardtail da xc e sulla full da xc.



        
Torna in alto