•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sempre più case costruttrici introducono a catalogo un “frontino” da trail.
Ma cos’è un “frontino” e perché sceglierlo al posto di una più comune bici full?
Questo articolo è dedicato agli amanti delle front, sempre meno settore di nicchia.
Se infatti fino a qualche anno fa le front a lunga escursione sembravano sparite, o meglio dimenticate, ultimamente sono tornate a far gola per prezzo e polivalenza nel loro utilizzo.
Andiamo a vedere insieme i segreti di una bici tanto divertente.

frontino da trail



COS’È UN FRONTINO DA TRAIL?
Telaio rigido e forcelle con escursione compresa tra 120 mm e 160 mm.
Carbonio, alluminio, titanio, ma sopratutto acciaio per la realizzazione del telaio.
Ecco come un materiale dimenticato nell’Xc, l’acciaio, si dimostra perfetto per creare front con geometrie spinte.
Anche se più pesante, viene scelto infatti per le sua ottima duttilità, ovvero una buona capacità di assorbire le asperità del sentiero.


Il carbonio viene impiegato su bici con meno escursione (120 mm/130 mm) e dal carattere più trail che enduro.
Una bici fuori dal coro, pronta a divertire chiunque la pedali, con allestimenti inclini al piacere di guida piuttosto che alla bilancia.
Ruote e gomme non smentiscono questa teoria, non è raro infatti trovare pneumatici tipicamente enduro, pronti ad esaltare le performance in discesa di queste piccole belve.

frontino da trail
Il formato ruota 29” ha probabilmente aiutato a rendere più “facili” nello scassato queste bici, senza però far scomparire del tutto le 27,5” o addirittura qualche temerario con le 26”.
Dettaglio che conferma la volontà di divertirsi per chi monta in sella ad un “frontino” da trail.

PERCHÉ SCEGLIERE UN “FRONTINO” E NON UNA FULL?
Mtb full suspension, più veloci, più sicure e meno stancanti, ma allora perché scegliere un “frontino” trail?
Per chi non li ha mai provati è difficile capirne la ragione, ed è comprensibile.
Spesso è una decisione dettata dal cuore e non dalla mente.
Una decisione presa spinti dalla voglia di provare qualcosa di nuovo, qualcosa di diverso.
Il “frontino” o si ama o si odia, si scopre da piccoli o lo si apprezza da adulti.
Una bici che non teme il passare degli anni, delle stagioni, di mode e tendenze del momento, dimostrandosi sempre attuale.


Perfetta per lunghe pedalate ma anche per divertirsi su tracciati tecnici, spaziando dall’Xc all’enduro senza nessuna difficoltà.
Consigliata come bici unica e perfetta come seconda bici.
Come avrete capito il “frontino” da trail è una bici divertente, da scegliere non pensando alle prestazioni, ma al piacere di guidare un mezzo in qualche modo unico.
Un aspetto assolutamente da considerare è quello economico: per acquistare una bici front è infatti necessaria una quantità di denaro solitamente inferiore ad una full.
Molto dipende dall’allestimento, è chiaro, ma a fare la differenza è il telaio.
Per acquistare, ad esempio, un telaio in acciaio front occorrono mediamente 600€ / 700€ mentre per un buon telaio full si arriva a spendere anche 3500€ / 4000€.
Prezzi chiaramente variabili, ma la differenza tra front e full rimane comunque evidente.

IN CONCLUSIONE…
Bici come il “frontino” racchiudono l’essenza della Mtb.
Semplice, “economico”, bisognoso di poca manutenzione, ma pronto ad ogni avventura.
Non importa che escursione sceglierete, se il telaio sarà in carbonio o in acciaio, l’importante è cucirselo addosso, proprio come un abito da sartoria.
Ma al contrario di un bel vestito su misura, il “frontino” costa meno e diverte sempre e ovunque.
Difficile spiegare il perché di tanto entusiasmo nel descrivervi un mezzo per certi versi penalizzante, ma se ne avete occasione provatelo!
Ne uscirete con un sorriso smagliante…

 

– Anche i cugini dell’Xc amano le Hardtail, date un occhio qui sotto.

Hardtail da Xc: telaio rigido, 2 ruote, forcella e… tanto fascino

 

Simone Lucchini

Pedalo in bici da quando ero giovanissimo. Bici da strada, Mtb, gravel e ora anche le e-Mtb. Per me le due ruote a pedali non hanno confini e mi esalta impegnarmi nella guida piuttosto che nella ricerca delle prestazioni atletiche. Per me la bici è una passione che è diventata da subito un lavoro, in officina e sulle pagine di MtbCult.it