RUMORS - Le sospensioni di Loïc Bruni e quella spia verde: ecco cosa nasconde

Simone Lucchini
|

Le sospensioni di Loïc Bruni nascondo davvero un segreto?
Se si quanto incide sui risultati del campione francese?

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
Loïc Bruni in occasione dell'ultima tappa di coppa del mondo in Val di Sole

Due domande che ci siamo posti, due domande che aleggiano nell'aria da ormai troppo tempo.
In occasione dell'ultima tappa di coppa del mondo in Val di Sole siamo andati a curiosare nel box Specialized Gravity, cercando di comprendere meglio cosa "nascondono" le sospensioni di Loïc Bruni.

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
Dietro la Specialized Demo di Loïc Bruni si intravede un tecnico Öhlins, semplice casualità?

Quella lucina verde che...

A balzare immediatamente all'occhio (non vi sarà sicuramente sfuggito) è il comando posto sulla parte sinistra del manubrio.
Un comando che include due spie (quelle di colore bianco) e un tasto rosso.

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
Il Comando "Segreto" Posto Sulla Parte Sinistra Del Manubrio

Il comando agisce sicuramente sulle sospensioni e questo possiamo affermarlo con certezza visto che il cavo elettrico ad esso collegato va a finire proprio sulla testa dello stelo destro, ovvero nella parte idraulica della forcella (guarda foto qui sotto).

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
In foto potete vedere come il cavo elettrico si collega alla parte idraulica della Öhlins DH 38
Le Sospensioni Di Loïc Bruni
Da Quest'altra Prospettiva Si Nota Ancora Meglio La Presenza Di Un Connettore Elettrico Sopra Allo Stelo Destro

Un comando che agisce quindi sull'idraulica della forcella e forse anche dell'ammortizzatore.
Il tasto rosso, azionabile con il pollice potrebbe servire a "switchare" da una spia verde all'altra (Verdi quando si illuminano, bianche quando sono spente) o semplicemente ad accendere e spengere il sistema, ma lo vedremo ed analizzeremo più avanti.

Tanti cavi ed una centralina

Dietro la tabella porta numero abbiamo notato dei cavi elettrici ed una piccola scatola (ipotizziamo sia una centralina).
Si tratta di una centralina per immagazzinare, elaborare e restituire dati alle sospensioni e quindi agire sul loro comportamento?
A questa domanda non possiamo rispondere con assoluta certezza, ma tutto lascia pensare ad un sistema elettronico per la gestione delle sospensioni.

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
Dietro La Tabella Porta Numero Potete Intravedere Dei Cavi E Una Piccola "Scatolina" Fissata Alla Forcella

Sopra la sospensione posteriore è invece visibile la ormai iconica cover in carbonio che da tempo nasconde un oggetto o un dettaglio di importanza strategica.

Dsc9665
La Cover In Carbonio Che Nasconde Un Dettaglio Evidentemente (Vista La Segretezza) Importante

Viene da pensare che sotto di essa si nasconda una seconda centralina per la gestione dell'ammortizzatore, che vista l'assenza di cavi (a meno che non siano nascosti all'interno del telaio) comunica in modo wireless con la prima centralina, ovvero con la scatolina presente dietro la tabella porta numero.

Da segnalare inoltre la presenza di una particolare finitura dorata sullo stelo dell'ammortizzatore, ipotizziamo sia un trattamento per aumentare la scorrevolezza dello stesso.

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
L'ammortizzatore Öhlins Ttx22 Installato Sulla Specialized Demo Di Loïc Bruni

Come funziona il sistema elettronico Öhlins?

Le nostre, quelle che vi andremo a dire sono solo ipotesi.
Supposizioni basate su quanto visto dal vivo in Val di Sole e analizzando prodotti similari che Öhlins propone per il settore motorsport.

E se si trattasse di sospensioni attive? Ovvero di sospensioni in grado di variare il loro comportamento in base non al terreno ma alla loro velocità di compressione?
Alla stregua di quanto accade per le sospensioni di moto ed auto, questo potrebbe essere il primo sistema dedicato alla Mtb per cambiare, regolare, perfezionare il comportamento delle sospensioni metre si è alla guida, ovviamente in modo automatico ed immediato.

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
Loïc Bruni in azione in Val di Sole

Immaginate di avere una bici con sospensioni leggermente più "morbide" e quindi sensibili quando si affrontano passaggi tecnici e tortuosi, mentre quando aumenta la velocità e arrivano gli impatti più difficili da digerire le sospensioni diventano di colpo più sostenute.

Si tratterebbe (se questa ipotesi venisse confermata) di un sistema rivoluzionario che andrebbe a ridisegnare i parametri di riferimento in quanto a sospensioni.
Una cosa è certa: le sospensioni di Loïc Bruni presentano un sistema elettronico e durante la gara in Val di Sole lo ha utilizzato, lo testimonia la spia verde che durante la run di gara splendeva sul comando ⬇️

Le Sospensioni Di Loïc Bruni
La Vedete? Eccola Li La Spia Verde, Il Sistema È Acceso!

Rimanete sintonizzati, non appena avremo novità a riguardo vi informeremo!

Qui tutti gli articoli dove trattiamo sospensioni e prodotti Öhlins

Condividi con
Sull'autore
Simone Lucchini

Mi piace essere estroso, mi ritengo molto versatile e sono il più giovane del gruppo, con una vocazione che spazia dall’Xc fino all’enduro senza disdegnare il mondo e-Mtb e gravel. Mi piacciono i video e la guida in generale

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right