Novità Ibis: arriva la Mojo Hdr da 26 e da 27,5 pollici

Redazione MtbCult
|

La Mojo Hdr continua l'evoluzione della popolare e pluri premiata Mojo Hd, con nuova tecnologia e spostando ancora più avanti il livello di versatilità della piattaforma più di successo di Ibis.
La Hdr e la Hd hanno la stessa escursione (160 mm), la stessa sospensione (il Dw-link di Dave Weagle) e la stessa geometria vincente.

Duplice scelta cromatica per la nuova Ibis Mojo Hdr: nella foto in versione 26" con forcella da 160mm.

Duplice scelta cromatica per la nuova Ibis Mojo Hdr: nella foto in versione 26" con forcella da 160mm.

L'Hdr aggiunge ancora opzioni ad un'incredibile menu di caratteristiche che la hanno resa un best seller.
State guardando la versione da 160 mm con ruote da 26" che potete montare con forcelle da 160 o 180mm. Ma è possibile montare la bici con ruote da 650b seguendo le istruzioni fornite da Ibis.
Di seguito la camaleontica geometria della Hdr:

Caratteristiche della Mojo Hdr
• 160mm di escursione (130 0 150 mm per la 650B)
• Sospensione Dw-Link
• Ammortizzatore: Fox Float Ctd Adjust Factory Series con trattamento Kashima, 8.5" x 2.5"
Ruote da 26" o da 27,5"
• Peso del telaio con ammortizzatore in taglia media color nero: 2,72 kg
Angolo sterzo con forcella Fox Float 34 da 160mm: 67 ° (67,1° per la 650B con forcella da 140 mm)
• Paracolpi in policarbonato opzionale
• Lunghezza carro: 43,1 cm
• Asse posteriore Maxle 12x142 mm
• Attacco per disco 160 mm Postmount in carbonio
• Tubo sterzo tapered
• Compatibile con Chris King InSet 3 headsets
• Adattatori per forcella 1-⅛" disponibili
• Compatibile con coperture sino a 2,35"-2,55" (max 2,35" con ruote da 650B) a secondo della marca, modello e tasselli laterali
• Cuscinetti a doppia gabbia e contatto angolare nella biella inferiore (avanti) riducono il gioco laterale rispetto ai cuscinetti tradizionali e non richiedono precarico. Cuscinetti radiali maggiorati 28mmx15mmx7mm (dietro) per una migliore rigidità e minore usura.
• Ammortizzatore Fox RC4 a molla disponibile in opzione
• Altezza movimento centrale 34,4 cm con gomme da 2,3"
• Passaggio cavi del deragliatore (se ne usate uno) e reggisella telescopico sul tubo orizzontale.
• Deragliatore Directmount

La Hdr riprende l'evoluzione sulla base della Hd con la quale condivide la stessa geometria, escursione e cinematica della sospensione. Ci sono tuttavia diverse differenze:
Il telaio della Hdr è più leggero della Hd, circa 2-300 gr a secondo della taglia e del colore, tuttavia è più robusto e mantiene la stessa rigidità strutturale della Hd. In Ibis hanno utilizzato la stessa tecnologia costruttiva di stampo della SL-R per limare peso.
Lavorando sulla posizione dei link hanno fatto spazio per il supporto ISCG 05 e migliorato sensibilmente la compatibilità con tutte le soluzioni di deragliatore e guarniture possibili, singole, doppie e triple e fatto spazio per le nuove cassette ad 11 velocità al posteriore.
Hanno anche lavorato nella zona dell'ammortizzatore per rendere il telaio compatibile con i nuovi ammortizzatori Fox Ctd con camere ultraleggere XV e trovato lo spazio per alloggiare anche il nuovo Float X con serbatoio separato ed ovviamente il Cane Creek Double Barrel Air.

Ed ecco la versione con 130 mm di travel e ruote da 650B. Grande attenzione verso lo Sram XX1 e i sistemi monocorona.

Ed ecco la versione con 130 mm di travel e ruote da 650B. Grande attenzione verso lo Sram XX1 e i sistemi monocorona.

C'è anche la versione 27,5 pollici...
Ma probabilmente il più importante cambiamento è la versione Hdr compatibile 650b/27.5" o come la volete chiamare.
Come la sua sorella maggiore Hd che poteva essere settata a 140 o 160mm, anche la Hdr ha due opzioni di escursione. Nel setup a 160 mm utilizza ruote da 26" pronte per affrontare davvero qualsiasi tipo di terreno. Le doti di scalatrice e di agilità in questo setup sono il motivo per cui la Hd è una delle bici più popolari sui circuiti di enduro in tutto il mondo. L'escursione standard all'anteriore è di 160 mm ma c'è anche un'opzione a 180 mm.
Con un nuovo set di "Limbo Chips" e un ammortizzatore più corto (lo stesso della Sl-R) la bici può essere settata a 130 mm di corsa e con un paio di ruote 650b/27.5" ed una forcella dedicata vi ritroverete nel bel mezzo della disputa su quella che sembra essere la misura "magica" chiamata anche 650b o 27.5".
Volete più escursione con le rute da 27,5"? Ecco cosa dovete fare: prendete il telaio nella versione da 160 mm di escursione e utilizzate un limitatore di corsa da 5 mm sull'ammortizzatore. Avrete ottenuto 150mm di escursione con ruote da 650b. Ricordate di sgonfiare l'ammortizzatore e verificare l'eventuale interferenza della ruota con il tubo sella (varia a secondo delle coperture).
La Hdr ha un telaio davvero versatile. Dall'utilizzo nel vostro bike park preferito per la settimana di ferie Hard Core, alla gara di Superenduro scorrevole o super tecnica sino alla escursione ridotta per una trail bike da 27.5" pronta a polverizzare i vostri record su Strava (se siete tipi da king of mountain...)
Di seguito altre caratteristiche sulla Hdr

La serie sterzo è ovviamente conica, come accade già da diversi anni sulle Mojo.

La serie sterzo è ovviamente conica, come accade già da diversi anni sulle Mojo.

Serie sterzo conica
La Hdr presenta uno sterzo tapered. La base da 1.5" garantisce un'incredibile rigidità e precisione di guida. Abbinato all'asse passante posteriore ed al triangolo anteriore super rigido garantisce un'elevata precisione dell'avantreno, soprattutto quando si spinge al limite. La HDR è anche compatibile con lo sterzo Chris King InSet 3.

Un solo telaio per fare quasi tutto
Come sugli altri modelli Ibis i 160mm gestiti dal Dw-Link danno l'idea di essere molti di più.
«Quando ho abbandonato Gt, ho provato moltissime bici tra cui diversi sistemi virtual pivot, ma il Dw-Link di Ibis mi ha letteralmente conquistato, tanto che qualche anno dopo, con la prima HD ci ho corso un mondiale di Dh". Parole di Brian Lopes.
La curva di compressione ed il rapporto di leva su cui hanno lavorato con Fox sulla base del loro ottimo Float CTD Kashima conferiscono all'Hdr una guida che sorprende chiunque la provi. La HDR è una bomba sia in salita che in discesa. Lo sterzo conico da 1.5", la struttura degli strati di carbonio ancora affinata, la somma dei molti feedback e consigli di decine di clienti in tutto il mondo, tutte queste cose combinate conferiscono alla Hdr un feeling davvero sorprendente.

L'attacco per il deragliatore è di tipo Directmount.

L'attacco per il deragliatore è di tipo Directmount.

Più spazio allo Sram XX1
Data la crescente popolarità delle cassette ad 11 velocità, in Ibis hanno voluto aumentare lo spazio sul carro lato trasmissione per accogliere il maggior numero possibile di combinazioni mozzo/cassetta. Ci piacciono molto le trasmissioni ad 11 velocità abbinate ad un 32-34 all'anteriore in quanto sposano perfettamente la cinematica della nostra sospensione.
ISCG 05
Siamo riusciti a lavorare nella zona della biella inferiore per alloggiare il supporto per l'ISCG 05 che è completamente smontabile qualora non aveste bisogno di un guida catena o di un supporto per bumper.

Attenzione alle misure delle gomme
A secondo della marca e modello, la maggior part di coperture da 650b sino a 2.35" alloggiano nel carro della Mojo HDR. Abbiamo tuttavia riscontrato che alcuni produttori utilizzano calibri diversi e potrebbe accadere che alcune coperture da 2.35" non passino. Sul posteriore potete montare un disco siano a 200mm.

Passaggio dei cavi
Il passaggio cavi è ottimizzato per per i reggisella attuati a cavo. Le guide per le guaine sono completamente amovibili per una migliore pulizia del top tube in caso non utilizziate un deragliatore anteriore.

Sul tubo orizzontale adesso passano i cavi del deragliatore (se previsto) e del reggisella telescopico.

Sul tubo orizzontale adesso passano i cavi del deragliatore (se previsto) e del reggisella telescopico.


Paracolpi in policarbonato
Se siete dei rider con una guida particolarmente aggressiva, abbiamo notato che che è possibile danneggiare il tubo de freno e del deragliatore che passano sotto il tubo obliquo. Per evitare che accada, abbiamo realizzato un paracolpi in policarbonato che si avvita sul tubo obliquo.

Uno sguardo al tubo obliquo dove troviamo il paracolpi in poilicarbonato. Due le nuove colorazioni previste da Ibis per la Mojo Hdr.

Uno sguardo al tubo obliquo dove troviamo il paracolpi in poilicarbonato. Due le nuove colorazioni previste da Ibis per la Mojo Hdr.

Biella inferiore
In Ibis si aspettano che la Hdr sia usata ed abusata alla massima velocità sui sentieri di tutto il mondo e quindi hanno realizzato una biella inferiore con cuscinetti a contatto angolare e doppia gabbia all'anteriore e cuscinetti maggiorati al posteriore per sopportare i carichi laterali e l'usura.

Ecco il Limbo Chips che consente di montare un ammortizzatore a corsa ridotta e ruote da 650B.

Ecco il Limbo Chips che consente di montare un ammortizzatore a corsa ridotta e ruote da 650B.

Lo schema delle geometrie della Mojo Hdr si riferisce solo alla versione con ruote da 26", con forcella da 160 e da 180 mm.

Lo schema delle geometrie della Mojo Hdr si riferisce solo alla versione con ruote da 26", con forcella da 160 e da 180 mm.

Per informazioni www.ibiscycles.com

Condividi con
Sull'autore
Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right