• 19
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO UFFICIALE

Nuova Manitou R7: la reintroduzione di una forcella “mitica”.
Manitou fa un salto indietro, alla metà degli anni 2000, quando le gare di Xc erano una festa lunga tutto il fine settimana, le ruote da 26” erano ancora la normalità e la forcella la R7 regnava sovrana grazie alla sua leggerezza, all’affidabilità e alla facilità di manutenzione.
La nuova Manitour R7 è disponibile sia in versione Pro che Expert, per ruote da 27,5” e 29”, con corsa regolabile internamente da 80 mm a 120 mm.

Nuova Manitou R7
R7 Pro
R7 Expert

MANITOU R7 PRO
Chassis
Quando sviluppiamo la struttura di qualsiasi forcella Manitou, il nostro obiettivo principale è quello di trovare il perfetto equilibrio tra peso, rigidità e affidabilità.
Grazie al design “Reverse Arch” siamo in grado di posizionare l’archetto più lontano dall’asse. La minore distanza dei pneumatici dietro la forcella rispetto al centro dell’asse consente un arco più corto che produce una rigidità maggiore del 13% rispetto a una forcella con archetto anteriore di peso equivalente. Per questo motivo siamo in grado di utilizzare steli da 32 mm per risparmiare peso mantenendo la rigidità più vicina a quella di una forcella con steli più grandi e con un archetto anteriore.

Nuova Manitou R7
L’archetto rovesciato è un segno distintivo delle forcelle Manitou

Idraulica
Nello sviluppo della cartuccia VTT Pro ci siamo prefissati l’obiettivo di mantenere un blocco solido senza compromettere le impostazioni aperte e intermedie.
Il rovescio della medaglia di molte cartucce con modalità di blocco molto ferme è che in qualsiasi altra posizione oltre al blocco raggiungerai una velocità critica dell’asta che soffoca il percorso del flusso a bassa velocità. Quando ciò accade, la sospensione raggiunge il picco con quasi la stessa resistenza che si ha nella posizione chiusa. Ciò si traduce in maggiori impatti trasmessi alle mani, che possono causare delle perdite di controllo.

Nuova Manitou R7

La nuova cartuccia VTT Pro risolve questo problema eliminando i picchi ad alta velocità e mantenendo la forza di blocco richiesta dalla maggior parte degli utenti XC. Ciò consente alla forcella di avere una risposta ad alta velocità meno progressiva, pur mantenendo un supporto alle basse velocità di compressione.
Ciò si ottiene attraverso delle pile di lamelle indipendenti (una per il blocco e una per le altre due posizioni). Controllando le lamelle attraverso le quali viene deviato il flusso di olio, possiamo manipolare le caratteristiche delle sospensioni affinché siano bloccate, digressive o progressive per soddisfare le esigenze del rider e in base al terreno.

In nero, il pomello per la regolazione della compressione in tre posizioni (aperta, intermedia e chiusa) e in rosso quello per agire sulle compressioni alle basse velocità.

– Posizione 1: Aperta (Progressiva)
La forza di smorzamento più bassa disponibile per offrire comfort rimanendo abbastanza progressiva da tenere sotto controllo la forcella.
Questo è l’ideale per il trail sconosciuti, dove è richiesto più comfort che velocità. In questa posizione è possibile ottimizzare la sensazione della forcella aggiungendo ulteriore supporto a bassa velocità ruotando il registro della modalità aperta.
– Posizione 2: Media (Digressiva)
Fornisce supporto aggiuntivo a bassa velocità per percorsi “flow” o discese ripide in cui si desidera che la forcella resti sostenuta, perché il pilota sta spingendo più peso sulla ruota anteriore.
– Posizione 3: Bloccata
Questa impostazione fornisce la massima efficienza di pedalata sulle superfici lisce.

Nuova Manitou R7
Il registro del rebound

Pneumatica
Sulla nuova Manitou R7 con steli da 32 mm abbiamo adattato la collaudata molla ad aria “Dorado Air”, adattandola per il travel ridotto.
Il sistema a molla pneumatica Manitou Dorado Air contiene una valvola di bilanciamento unica, che equalizza le camere d’aria positive e negative durante il processo di riempimento dell’aria.
Ciò conferisce alla molla una sensazione costante, senza punti piatti o morti nella corsa, oltre a dare ai ciclisti di pesi diversi la stessa sensazione iniziale della corsa.

Per la nuova Manitou R7 abbiamo messo a punto i volumi di ciascuna camera per fornire supporto e sensibilità ideali per escursioni ridotte.
Inoltre, nella parte aria è inclusa la tecnologia “Incremental Volume Adjust (IVA)”.
L’IVA modifica il volume nella camera d’aria positiva con una serie di spacers indipendenti che determinano la posizione fissa del pistone IVA.
Questo sistema di riduzione del volume autonomo ha cinque diverse impostazioni, che consentono un’ottima personalizzazione della progressività senza la necessità di parti aggiuntive.

Nuova Manitou R7

Dettagli
Prezzo: 903€
Peso: 1648 grammi (29” da 120 mm)
Escursione: da 80 a 120 mm
Offset: 37/44 mm (27.5”), 44/51 mm (29”)
Pneumatica: Dorado Air con sistema IVA
Materiale foderi: alluminio forgiato
Materiale steli: alluminio 7000
Cartuccia idraulica: VTT Pro
Regolazioni: 3 posizioni della compressione, con Open Mode Adjust per la regolazione delle basse velocità, rebound, pressione dell’aria e sistema IVA.
Diametro steli: 32 mm
Ruote: 27.5” e 29”
Freni: Post Mount 160 mm
Asse: 15 mm Hexlock2
Parafango: predisposizione per parafango integrato

R7 Expert

Manitou R7 Expert
La Expert è la versione meno pregiata della gamma R7. La struttura è identica, ma cambiano alcuni dettagli tecnici e di conseguenza anche il peso.
Ecco le caratteristiche principali:
Prezzo: 744€
Peso: 1812 grammi (29” da 120 mm)
Escursione: da 80 a 120 mm
Pneumatica: Expert Air
Materiale foderi: alluminio forgiato
Materiale steli: alluminio 6000
Cartuccia idraulica: VTT
Regolazioni: 3 posizioni della compressione, Rebound, pressione aria.
Diametro steli: 32 mm
Ruote: 27.5” e 29”
Freni: Post Mount 160 mm
Asse: 15 mm Hexlock
Parafango: predisposizione per parafango integrato

Nuova Manitou R7
Perno HexLock SL

Parafango specifico

AMMORTIZZATORE MARA
Dopo il lancio dello scorso anno del nostro Mara Pro da enduro, siamo lieti di annunciare il rilascio del fratello più “snello” e dedicato all’Xc: il Mara.

Manitou Mara

Usando la tecnologia cruciale mostrata per la prima volta nella versione Pro, l’ammortizzatore Mara presenta lo stesso design della molla pneumatica e lo stesso SKF Internal Floating Piston (IFP) proprietario, per ridurre al minimo qualsiasi stazionamento iniziale.
Ciò che rende questo pistone flottante così speciale è il suo utilizzo di una membrana flessibile e tenute a labbro anziché un disco rigido. Questo sistema aumenta la sensibilità iniziale dell’ammortizzatore.

Compressione idraulica
La cartuccia IPA (Incremental Platform Adjust) a quattro posizioni offre una vasta gamma di regolazioni della compressione, da una modalità aperta pronta ad aggredire i rock garden, fino a una solida impostazione della piattaforma che offre il supporto di cui hai bisogno mentre pedali in salita.
Lo fa utilizzando due pile di lamelle distinte, per mantenere un equilibrio ideale di smorzamento della compressione a bassa e alta velocità nell’intero intervallo di regolazione.

Nuova Manitou R7

Il primo di questi è il precarico, che è controllato dal registro dell’IPA. Ruotando la levetta in senso orario si inizia ad aumentare il precarico sulle lamelle direttamente, senza l’uso di molle o supporti. La mancanza di molle e supporti riduce al minimo la massa in movimento e massimizza la velocità con cui gli spessori sono in grado di rispondere agli input della pista, mantenendo la ruota posteriore attaccata al terreno, indipendentemente dalla discontinuità del tracciato.
Il secondo passaggio dell’olio è affidato a delle lamelle a velocità fissa che è stato accuratamente progettato per aumentare la sensibilità ai piccoli urti e fornire la corretta quantità di compressione alle alte velocità, per controllare la ruota con il minor grado di durezza.
Ciò offre al pilota un maggiore controllo del telaio, una migliore sensibilità ai piccoli urti con un eccellente controllo del fondo, una minore flessione sui rock garden e una qualità di guida fenomenale in tutte le condizioni.

Manitou Mara

Rebound
Il rebound di questo ammortizzatore è sempre controllato attraverso due circuiti separati.
Il primo è un ago conico che offre la possibilità di regolare lo smorzamento in estensione per tenere conto del peso del ciclista, del rapporto di leva e delle impostazioni della molla pneumatica.
La regolazione di questo ago attraverso lo specifico registro influisce sull’intero intervallo di smorzamento, ma controlla in modo evidente il ritorni alle basse velocità.
Il secondo circuito passa attraverso delle lamelle di spessore fisso accuratamente ottimizzate per preservare il corretto ritorno alle alte velocità. Ciò fornisce al pilota un maggiore controllo, una migliore trazione e precisione di guida, riducendo al minimo la necessità di adattarsi alle mutevoli condizioni del percorso.

Dettagli
Prezzo consigliato: 452€
Peso: 275 grammi
Regolazioni esterne: compressione, ritorno, pressione dell’aria
Standard: Trunnion e Eyelet

Per altre informazioni HayesBicycle.com

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it