scritto da Simone Lanciotti in Tecnica il 17 Mag 2014

Nuove Mavic Crossmax Xl: cerchio da 23 e versatilità

Nuove Mavic Crossmax Xl: cerchio da 23 e versatilità
        
Stampa Pagina

CASTERINO – Mavic sta perfezionando sempre più il tiro e questa volta, secondo noi, ha fatto centro.
La gamma ruote Crossmax vede il ritorno di un modello storico che ha destato sempre grande interesse fra gli utenti “non racing”.
Fino a qualche stagione fa le Crossmax Slr e le Crossmax Sl imperversavano in campo Xc agonistico e gran fondo.
Erano fra le ruote più desiderate e il loro stile (a cominciare dalla prima versione delle Crossmax Ust per freno V-brake) ha fatto scuola.

Le Crossmax Xl in versione 27,5" con le nuove gomme Quest di Mavic da 2,4".

Le Crossmax Xl in versione 27,5″ con le nuove gomme Quest di Mavic da 2,4″.

Ancora oggi, però, Mavic ha una reputazione molto solida, nonostante sul mercato siano comparsi tanti altri competitor.
A Casterino, un piccolo villaggio incastonata sulle Alpi Marittime, Mavic ha presentato la nuova ruota che va ad ampliare la gamma Crossmax con una declinazione enduro.
Ma attenzione: secondo Mavic esistono una variante racing dell’enduro (per la quale ci sono le Crossmax Enduro) e una variante non racing, chiamata adventure dalla casa francese.
Questa seconda categoria è molto popolosa in termini di utenti e, soprattutto, non esclude la sfera racing.
Ecco, le nuove Crossmax Xl, proposte in tutti e tre i diametri di ruota, si rivolgono proprio a questa utenza e con un gran numero di novità, soprattutto sul cerchio.

MAVIC_Crossmax_XL FRONT

MAVIC_Crossmax_XL REAR

Più versatilità
La versatilità, di certo, non è influenzata dal colore delle ruote, ma le nuove Crossmax Xl si prestano meglio ad essere abbinate con telai e componenti rispetto alle Crossmax Enduro.

Raggiatura Isopulse sul lato ruota libera: i raggi sono radiali e non incrociati. Nella foto il mozzo posteriore con cassetta compatibile Sram Xd.

Raggiatura Isopulse sul lato ruota libera: i raggi sono radiali e non incrociati. Nella foto il mozzo posteriore con cassetta compatibile Sram Xd.

Per quanto invece la versatilità intesa da Mavic, le nuove ruote hanno la raggiatura posteriore Isopulse che prevede raggi radiali sul lato ruota libera, sistema Its-4 sulla ruota libera (cioè 4 dentini di ingaggio come sui modelli più raffinati) e mozzo alleggerito.

Più comfort
Il primo grande cambiamento delle Crossmax Xl riguarda proprio la larghezza del cerchio che diventa di 23 mm, sia davanti che dietro. La forma del cerchio stesso è cambiata leggermente: rimane sempre a “V”, ma adesso è più stretta per esporre meno i fianchi agli urti e allo stesso tempo ridurre il peso.

A sinistra, il nuovo disegno della sezione del cerchio delle Crossmax Xl paragonato a quello delle Sx (ancora in produzione).

A sinistra, il nuovo disegno della sezione del cerchio delle Crossmax Xl paragonato a quello delle Sx (ancora in produzione).

Non manca l’Ism (acronimo di Inter Spoke Milling, cioè fresatura esterna di alleggerimento del cerchio fra i fori dei raggi) la cui procedura ora prevede un maggiore asporto di materiale per aumentare la leggerezza.

Maggiore durata
I raggi (24 sia davanti che dietro) sono in Zicral, ossia gli stessi che troviamo sulle Crossmax Enduro e sulle Crossmax Slr, quindi in lega leggera e con sezione piatta.

Il raggio Zicral con sezione piatta. E' realizzato in lega leggera.

Il raggio Zicral con sezione piatta. E’ realizzato in lega leggera.

Una grossa novità riguarda poi la forma dell’uncino del cerchio, ossia la parte ricurva che serve ad agganciare il tallone del copertone e assicurarne la tenuta della pressione.

A destra, il nuovo profilo dell'uncino del cerchio. Si vede anche un aumento dello spessore della parete laterale del cerchio.

A destra, il nuovo profilo dell’uncino del cerchio. Si vede anche un aumento dello spessore della parete laterale del cerchio.

Questo uncino è molto esposto a deformazioni in caso di impatto e con la nuova forma si è riusciti a ridurre del 50% il rischio di deformazione. Come si vede nella foto sopra, lo spessore della parete laterale del cerchio è aumentata da 1,25 a 1,5 mm.

La finitura silver dei mozzi spicca in modo particolare sulle nuove Crossmax Xl.

La finitura silver dei mozzi spicca in modo particolare sulle nuove Crossmax Xl.

I numeri delle nuove Crossmax Xl
In ordine crescente di diametro della ruota, ecco i pesi delle nuove ruote: 1660, 1710 e 1780 gr.
La compatibilità dei mozzi è molto ampia: l’anteriore di serie è fornito con gli adattatori per perno passante da 15 e da 20 mm (e a richiesta si possono avere quelli per il sistema Qr da 9 mm), mentre il posteriore è compatibile solo con mozzi 12×135 e 12×142.
Il cerchio può ospitare coperture fino a 2,5”.

Il cerchio Mavic utilizza la nota lega Maxtal (creata proprio dal marchio francese) che resiste molto bene agli impatti.

Il cerchio Mavic utilizza la nota lega Maxtal (creata proprio dal marchio francese) che resiste molto bene agli impatti.

Per quanto riguarda i costi, Mavic ha dichiarato un prezzo al pubblico di 850€ a coppia per tutti e tre i diametri di ruota.
Il prezzo include anche le nuove gomme Quest di cui vi parliamo in questo articolo.
La disponibilità sul mercato è prevista a partire dalla metà di giugno prossimo.

A breve vi racconteremo come vanno queste ruote: le abbiamo provate sui sentieri della Mavic Transprovence.

Per informazioni www.mavic.com

        
Torna in alto