scritto da Redazione MtbCult in Tecnica il 24 Nov 2017

Pole Machine: nuovo materiale e nuovo processo di lavorazione

Pole Machine: nuovo materiale e nuovo processo di lavorazione
        
Stampa Pagina

COMUNICATO UFFICIALE

C’è una nuova Pole in arrivo e ridefinirà il modo il cui un telaio viene fabbricato.
La produzione del nuovo telaio, che sarà chiamato Machine, sarà interamente robotizzato e realizzato al 100% in Finlandia.
I primi pezzi dovrebbero essere disponibili per i primi mesi del nuovo anno, anche se una campagna di prevendita inizia proprio oggi 24 novembre.

Pole Machine

La Pole Machine sarà una bike da 29″ con travel di 180 mm davanti e 160 mm al posteriore.
Il design è opera di Leo Kokkonen ed è quindi 100% Pole.

L’altra novità, oltre al processo di lavorazione completamente automatizzato, è il materiale utilizzato: alluminio 7075 T6 anziché la tradizionale lega per bici 6061 T6 o il carbonio.

Pole Machine

L’alluminio 7075 T6 è 1,7 volte più resistente della tradizionale lega di alluminio per bici. Ciò rende possibile fabbricare un telaio molto più leggero delle normali bici in alluminio. Questo materiale di alta qualità è utilizzato anche nell’industria aerospaziale.
Se lo confrontiamo con il carbonio, il processo di lavorazione con questo materiale è più veloce e più pulito.

Pole Machine

La Pole Machine non necessita di verniciatura.
Una caratteristica del materiale usato e del processo di lavorazione è che il telaio non è soggetto a graffi e usura. La superficie dell’alluminio 7075 è dura e la superficie lavorata nasconde la possibilità di graffi e usura.
La finitura grezza del telaio risulta, quindi, anche piacevole esteticamente.

Pole Machine

Alcune particolarità della Pole Machine:

– ammortizzatore asimmetrico, per creare più spazio sul tubo verticale
– instradamento esterno dei cavi
– tre supporti porta-borraccia
– standover più basso
– super clearance: è possibile montare uno pneumatico da 3″ alla ruota posteriore.

Pole Machine

La Pole Machine, secondo le intenzioni, sarà più leggera, più veloce e più resistente rispetto ai modelli precedenti, come ad esempio la Pole Evolink.
Il prezzo per il solo telaio è di € 3.450.

Pole Machine

E dopo la Machine, Pole ha già altri progetti in cantiere: una Mtb da Dh con travel da 200 mm che parteciperà alla Coppa del Mondo UCI DH pilotata dal norvegese Isak Leivsson, una trail bike da 140mm e infine una bici assistita elettricamente.

Per info: Polebicycles.com



        
Torna in alto