Prologo: uno studio sul grip da Formula 1

Redazione MtbCult
|

FINALE LIGURE - Sulle bici degli atleti del team Cannondale Factory Racing ci sono delle selle nuove. Sono le Prologo, un marchio italiano, che quest'anno ha deciso di entrare in maniera più decisa nel mondo delle ruote grasse.
Lo ha fatto in maniera molto interessante, perché ha introdotto delle tecnologie che provengono da settori molto più avanzati tecnicamente, come la Formula 1, la MotoGp e addirittura applicazioni in campo militare.
Il concetto che hanno sviluppato nel settore road serve a ridurre i fastidiosi scivolamenti del ciclista quando si trova in sella, soprattutto in alcune situazioni di spinta, come le cronometro. In quelle situazioni il dover pensare costantemente alla posizione in sella si traduce in una perdita di concentrazione e anche in una performance inferiore. Prologo ha risolto il problema con un brevetto mutuato appunto dal mondo dei motori e lo ha applicato anche sulle selle da Mtb, come quella di Julie Bresset del team Bh Suntour.
Il brevetto si chiama Cpc, Connect Power Control, ed è costituito da uno speciale rivestimento in polimero su alcune aree ben precise della sella. La forma del polimero somiglia a quella di un vulcano: con il calore del corpo del ciclista si dilata e crea un effetto ventosa per massimizzare l'aderenza.

Le Due Selle Prologo In Dotazione Al Team Cannondale. A Sinistra, La Nago X8 Cpc E A Destra La Xzero Cpc

Le Due Selle Prologo In Dotazione Al Team Cannondale. A Sinistra, La Nago X8 Cpc E A Destra La Xzero Cpc

Anche più comfort
Ma non solo: essendo uno strato, per quanto sottile, che si frappone fra ciclista e sella, riesce anche ad aumentare l'assorbimento delle vibrazioni.
Le due selle specifiche da Mtb fornite al team Cannondale sono le XZero Cpc e X8 Cpc. Hanno due disposizioni del Cpc differenti perché sono studiate per impieghi differenti. La XZero è la più racing e pesa 207 grammi con telaio in carbonio Nack, mentre la X8 Cpc è pensata per percorrenze in sella maggiori (pesa 212 grammi).
Ad onor del vero, l'ingresso di Prologo con il team Cannondale è iniziato lo scorso dicembre, quando a Fontana è stato fornito, non la sella, ma un paio di guanti, anche questi con il Cpc.
Il biker lombardo li ha utilizzati nella stagione di cross e ha iniziato ad apprezzare i benefici di questo sistema. Prologo ha pensato però a qualcosa di specifico per la Mtb, ovvero a delle manopole che facessero il paio perfetto con i guanti.
L'obiettivo del marchio italiano è fornire al biker un contatto ottimale con il mezzo, solido e soprattutto ergonomico.

La Tecnologia Cpc È Applicata Anche Sui Guanti, Per Ora Con Risultati Molto Interessanti

La Tecnologia Cpc È Applicata Anche Sui Guanti, Per Ora Con Risultati Molto Interessanti

E il risultato?
Il risultato è piaciuto molto a Fumic e Fontana e già adesso stanno utilizzando sia le selle che i guanti con Cpc.
A Finale Ligure, poco prima che avvenisse l'incontro fra sponsor tecnici e atleti, abbiamo avuto modo di provare l'impugnatura del manubrio con guanti e manopole Prologo e almeno la prima impressione è stata molto positiva.
La mano resta ferma e il dito indice ha un bel grip con la leva del freno.
Ufficialmente questi prodotti saranno lanciati a Eurobike a fine agosto, ma speriamo di avere modo presto di provarli a fondo, soprattutto per verificare la resistenza delle piccole ventose all'uso offroad.
Per ora, però, i feedback degli atleti sono molto buoni. Prologo ufficialmente sta lavorando oltre che con il team Cannondale, anche con la squadra Xc Merida che sta utilizzando gli stessi prodotti.

Per informazioni Prologotouch.com

Condividi con
Sull'autore
Redazione MtbCult

Resoconti, video, nuovi eventi, nuovi prodotti, ovvero tutto ciò che proviene dal mondo della bike industry e che riteniamo di interesse per gli appassionati di mountain bike.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right