•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alla prima del Toscano Enduro Series (qui i risultati) c’era anche Lorenzo Suding che non è di certo passato inosservato.
Oltre ad aver vinto, dettaglio non proprio marginale, Suding ieri ha fatto il suo debutto in maniera più convinta nel mondo dell’enduro.
Come vi avevamo annunciato qualche mese fa, il valdostano è passato con il team Airoh Ion Santa Cruz alla corte di Bruno Zanchi.

lorenzo suding

E a Calci (PI) ha avuto modo di confrontarsi con tutti i migliori rider del Centro Italia e non solo.
Poco prima della partenza dell’ultima Ps ho avuto modo di fare due chiacchiere con Lorenzo Suding sulla sua bici e sul suo passaggio nel mondo dell’enduro.
Dalla Dh al mondo delle Speciali il passo è bello grosso, ma a giudicare dallo spirito con cui ha gareggiato ieri è sembrato decisamente a suo agio.
E se lo aveste visto scendere avreste anche capito che non si è certo risparmiato.
Non è proprio il tipo…
Ma con quale bici ha corso?
Con una Santa Cruz Hightower in versione 29 pollici (qui il test della versione 650b Plus), dotata di forcella Formula Selva da 150 mm di escursione.
Beh, sì, non proprio una Mtb da enduro vera e propria, ma forse per lui vale il discorso “più manico, meno mm di escursione” (ne avevamo parlato qui).
Vediamola nei dettagli…

lorenzo suding
Lorenzo Suding ha gareggiato evitando di portare con sé lo zaino idrico. La pompa e la camera d’aria di scorta erano fissate sul tuo tube e sulla bici era istallato anche il portaborraccia.
lorenzo suding
Se andiamo a guardare i dettagli notiamo che l’ammortizzatore Ohlins Ttx 22 è montato in posizione Low (come consigliato da Santa Cruz in caso di montaggio di ruote da 29″) permettendo alla bici un angolo di sterzo inferiore ai 67° (in caso di forcella da 140 mm).
La pedivella montata è Ingrid di tipo spiderless e la corona è da 34 denti.
lorenzo suding
La forcella è una Formula Selva da 150 mm, mentre il manubrio è un Renthal in alluminio con rise da 30 mm.
lorenzo suding
Appena arrivato a Calci (PI) Lorenzo Suding ha avuto di provare il sistema Deaneasy e lo ha utilizzato il giorno di gara solo sulla gomma posteriore.
lorenzo suding
Sia all’anteriore che al posteriore i dischi sono da 203 mm.
lorenzo suding
I freni sono Formula R0 Racing.
lorenzo suding
La trasmissione è 1×11 con cambio Sram X01 e cassetta Ingrid 46T10 con scala pignoni 10-12-14-16-18-21-24-28-33-39-46.
lorenzo suding
Il reggisella telescopico è Uptimizer da 150 mm di escursione.

lorenzo suding
Questa foto è stata scattata quando Suding stava per ripartire verso l’ultima Ps. Le imbottiture del casco integrale sono state rimosse per non sudare troppo e per respirare meglio e le ha infilate alla meglio sulla ginocchiera.
lorenzo suding
Prima di ripartire… bombolone!

Ed eccolo qui in azione a Calci:


pub

Prima che ripartisse alla domanda “utilizzerai ancora la Santa Cruz Hightower 29 per le gare di enduro?” ha risposto in modo immediato:
«Certo, assolutamente sì! Mi ci sono trovato subito benissimo e ti dirò che per me la 29″ nell’enduro è il futuro. E’ quasi ingiusta!» riferendosi ai tanti vantaggi che dà nella guida.
Il debutto con l’enduro di Lorenzo Suding, quindi, è andato alla grande.

Qui le prossime gare di enduro nel nostro calendario.
Se volete aggiungerne altre, utilizzate questo form: è gratuito.

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri