Sospensioni automatiche anche nella Dh? RockShox è al lavoro...

Simone Lanciotti
|

Sospensioni automatiche anche nella DH? Sembra proprio di sì.
Alla tappa di Coppa del mondo DH in Val di Sole le abbiamo viste e sono una novità non ancora annunciata ufficialmente da RockShox. Sebbene proprio oggi presentino l'estensione della gamma Flight Attendant e la nuova cartuccia Charger 3.1 dedicata in realtà c'è ancora altro che bolle in pentola.
A quanto pare...
Ce ne siamo accorti osservando da vicino la YT Tues di Vali Holl poco prima del via.
Guardate voi stessi...

Sospensioni automatiche anche nella DH

Sospensioni automatiche anche nella Dh: a cosa servono?

Per spiegare a cosa servono introduciamo prima (per chi non lo conoscesse) il concetto di "marginal gain", ovvero di tanti piccoli margini di guadagno che, sommati, possono portare alla vittoria.
Anche nella Dh siamo in questo contesto e lo siamo sempre più ogni anno.
Riuscire a qualificarsi per la finale o meno a volte è questione di pochissimo e questo pochissimo può essere un vantaggio che le sospensioni automatiche nella Dh riescono a dare.
Abbiamo visto il nuovo RockShox Vivid Coil Ultimate Flight Attendant di cui conosciamo tutte le specifiche, ma non abbiamo ancora ufficialmente visto il Flight Attendant su una forcella RockShox Boxxer.
Né tanto meno una forcella Boxxer con steli "kashima style", tanto che a prima vista la forcella sulla YT di Holl ci è sembrata una Fox 40.

Dalle foto che abbiamo scattato in Val di Sole si capisce che si tratta di un allestimento Flight Attendant completo di misuratore di potenza e di comando remoto sul manubrio (foto in basso).

Quindi, qual è il vantaggio di sospensioni automatiche anche nella DH?
Data l'altissima velocità alla quale il Flight Attendant di RockShox riesce a lavorare, una sospensione capace di variare in maniera automatica la taratura in compressione a seconda di ciò che accade sulla pista e di ciò che fa il biker in sella è innegabilmente un vantaggio per un pro' della DH.
Pensate a tutti i frangenti in cui serve di spingere forte sui pedali per rilanciare, in uscita di curva o in vista del traguardo, e avere una sospensione che risponde migliorando l'efficienza di pedalata è tanta roba.
Alcuni percorsi di Coppa richiedono ai biker diverse pedalate durante la run e quindi una sospensione capace di comprendere le necessità di chi sta in sella diventa un vantaggio non da poco.
Un "marginal gain" di poco conto per noi comuni mortali, ma di grande importanza per chi gareggia sul filo dei centesimi di secondo.

Non conosciamo ancora i dettagli del Flight Attendant per la forcella Boxxer (qui quelli sull'ammortizzatore Vivid e Vivid Coil Flight Attendant), ma è molto probabile che breve avremo informazioni ufficiali.
Magari anche da parte di altri produttori di sospensioni.
Stay tuned...

Qui tutti i nostri articoli, video e approfondimenti sulle sospensioni

Per informazioni Sram.com/en/rockshox

Condividi con
Sull'autore
Simone Lanciotti

Sono il direttore e fondatore di MtbCult (nonché di eBikeCult.it e BiciDaStrada.it) e sono giornalista da oltre 20 anni nel settore delle ruote grasse e del ciclismo in generale. La mountain bike è uno strumento per conoscere la natura e se stessi ed è una fonte inesauribile di ispirazione e gioia. E di conseguenza MtbCult (oltre a video test, e-Mtb, approfondimenti e tutorial) parla anche di questo rapporto privilegiato uomo-Natura-macchina. Senza dimenticare il canale YouTube, che è un riferimento soprattutto per i test e gli approfondimenti.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right