scritto da Simone Lanciotti in Tecnica il 11 Dic 2017

Yeti Sb6, la Mtb enduro 2018 preferita dai lettori

Yeti Sb6, la Mtb enduro 2018 preferita dai lettori
        
Stampa Pagina

E’ la Yeti Sb6 (qui il test della versione 2017) la Mtb da Enduro 2018 preferita dai lettori di MtbCult.it
Così come è accaduto per la Scott Spark Rc 900, vincitrice nell’ambito delle Mtb da cross country 2018, anche la Yeti Sb6 è balzata quasi da subito in testa fra le preferenze.
Il risultato finale parla di un 16,2% di preferenze, ossia il valore maggiore registrato nel nostro sondaggio che, per la precisione, coinvolgeva tutte le Mtb da enduro del panorama nostrano.

Yeti Sb6

La Yeti Sb6 Team Replica

Al secondo posto si è piazzata la Santa Cruz Nomad di nuova generazione (preferita dal 14,7% dei votanti) e al terzo posto un’altra Santa Cruz, la Santa Cruz Hightower LT (14,3%), quasi a pari merito con la Nomad.
Di seguito le prime 15 classificate:

Yeti Sb6

Qui trovate i risultati completi del nostro sondaggio.

Che cosa emerge dal sondaggio?
I risultati del sondaggio (al quale hanno partecipato circa 4500 lettori) fanno emergere anche altre interessanti statistiche.
Ad esempio, la prima della Mtb da enduro europee è la YT Capra CF (5ª classificata), mentre la prima delle italiane è la Ancillotti Scarab Evo 29 (17ª).
Di quest’ultima bici abbiamo realizzato uno Short Test e stiamo tuttora conducendo un test approfondito.
In ambito enduro il confronto 27,5″ vs 29″ trova spunti interessanti: è in questa categoria di bici che si sta osservando nelle ultime stagioni un cambiamento significativo.
Si è passati, infatti, da un dominio quasi totale del diametro 27,5″ a una ripartizione quasi paritaria fra i due diametri.
E’ ciò che si verifica fra le prime 15 del sondaggio, dove troviamo, infatti, 9 Mtb da 27,5″ e 6 Mtb da 29″.
Oltre la 15ª posizione le cose cambiano di molto e aumenta in modo netto la percentuale delle bici con ruote da 27,5″.
In ambito enduro, inoltre, il differente diametro di ruota porta anche a un differente valore dell’escursione posteriore: ciò che si vede oggi è un valore compreso fra i 150 e i 170 mm per le Mtb con ruote da 27,5″ e un valore fra 140 e 160 mm per le 29er (161 mm la Evil The Wreckoning).

yeti sb6

Uno dei dati più interessanti di questo sondaggio è che a conquistare le preferenza dei lettori di MtbCult sia stata una Mtb con “soli” 152 mm di corsa, sebbene oggi nell’enduro si arrivi ben oltre.
Che sia il segnale di un ritorno (anche solo come preferenza virtuale) verso Mtb da enduro più versatili?
Sospensioni generose spesso fanno il paio con una polivalenza ridotta, mentre per divertirsi sono sufficienti una geometria indovinata e un travel più contenuto.
Ne avevamo parlato qui e chissà che le cose non stiano andando proprio in questa direzione davvero.

Qui tutte le Mtb da enduro presentate o testate da MtbCult.it



        
Torna in alto