•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

MILANO – Franco Monchiero e lo staff di Race Events hanno annunciato ieri tante importanti novità riguardanti il circuito Gravel Road Series.
La prima è che sarà Specialized il title sponsor di questo circuito (e del circuito e-Enduro riservato alle Mtb a pedalata assistita) confermando l’attenzione del marchio californiano nel settore gravel.

gravel road series
Ermanno Leonardi, managing director di Specialized Italia, durante la presentazione stampa di ieri

Il patrimonio italiano di strade sterrate è davvero grande e questa specialità trova nel nostro Paese uno scenario unico capace di richiamare appassionati da tutto il mondo.
E veniamo poi alle date e alle location del Gravel Road Series.

gravel road series
Foto Francesco Cerchio – WeRide4Beers


pub

Ieri durante la conferenza di presentazione avvenuta presso la sede di Specialized Italia Franco Monchiero, Cristian Trippa e Davide Bonandrini hanno ufficializzato il calendario. Eccolo di seguito:

1 – 13-14 maggio, Castellania, AL
La prima tappa si terrà in un luogo sacro per gli appassionati di ciclismo, perché Castellania è stata il paese di Fausto Coppi.
A un personaggio così iconico della storia del ciclismo mondiale Gravel Road Series vuole tributare lo start della prima tappa del circuito.
La location, fra le altre cose, si presta bene per le gravel bike, dato che le colline circostanti Castellania daranno del filo da torcere ai partecipanti

2 – 10-11 giugno, Alba, CN
Il paese di Franco Monchiero sarà lo scenario della seconda tappa e proporrà strade e sentieri con caratteristiche non molto differenti da quelle che caratterizzarono la prima gara gravel in Italia a La Morra, CN (qui il report).

3 – La terza tappa è in via di definizione, ma la sede e la data verranno comunicate a breve.

gravel road series
Cristian Trippa (a sinistra) e Davide Bonandrini durante la presentazione ufficiale dei due circuiti, Gravel Road Series ed e-Enduro

Un’altra novità importante è che il Gravel Road Series ha aperto una breccia anche nell’interesse da parte della Federazione Ciclistica Italiana verso questo specialità, dato che al termine del circuito verrà assegnata la prima maglia di campione italiano di specialità.

gravel road series
Il consiglio degli organizzatori è di utilizzare bici specifiche per un uso ciclocross-gravel-bike packing, visto che le strade saranno sterrate e le sollecitazioni per la meccanica delle bici saranno di conseguenza maggiori
gravel road series
Carbonio vs acciaio: a fare la differenza, comunque, saranno le gambe e lo spirito con cui si partecipa
gravel road series
Fra le proposte per il gravel di Specialized troviamo la Diverge, di cui potete leggere il test qui.

La formula di gara rispecchia in tutto e per tutto quella già visto in occasione della Superenduro B-Road a La Morra e della Gravel Road Challenge di Punta Ala, ovvero la classifica verrà stilata in base ai tempi delle Prove Speciali, in vero stile enduro, solo che in questo caso il percorso di gara prevederà sterrati e/o tratti asfaltati e trasferimenti (cioè la distanza fra la fine di una Ps e l’inizio della successiva) molto più lunghi.
Il format di gara studiato da Franco Monchiero prevede anche la possibilità di partecipare senza dover per forza prestare attenzione alla classifica, ossia vivere l’evento con uno spirito più cicloturistico.

gravel road series
Foto Francesco Cerchio – WeRide4Beers
gravel road series
Gomme con una modesta artigliatura oppure con un battistrada più scolpito in stile ciclocross (nella foto) saranno le più utilizzate.
gravel road seriesq
Le bici da ciclocross con telaio in carbonio sono le più indicate per questa specialità perché permettono leggerezza, solidità e prestazioni di alto livello se si punta un minimo alla classifica.
gravel road series
Ecco un altro aspetto che farà piacere a molti: l’enogastronomia sarà curata nei minimi dettagli, al pari dei percorsi. Aspettatevi, quindi, di concludere la gara stanchi, ma sazi e felici

Altra importante novità che caratterizza anche il circuito riservato alle e-Bike, e-Enduro, sarà il servizio di cronometraggio con una piattaforma social-real time ideata da MySdam chiamata Endu.
Questa piattaforma (già operativa, ma ancora in fase beta) farà il suo debutto nel mondo del ciclismo tramite proprio gli eventi allestiti dalla Race Events e permetterà ai partecipanti, ma anche agli spettatori, di conoscere la posizione del ciclista, sia in classifica sia geolocalizzata, in tempo reale.

gravel road series
In molti non vedono l’ora di rimettere le ruote sulle Speciali ideate da Franco Monchiero… Foto Francesco Cerchio – WeRide4Beers

Il primo appuntamento, quindi, è per il 13-14 maggio e a breve verranno fornite informazioni sulla terza tappa e sui percorsi di gara.
Restate sintonizzati…

Per informazioni GravelRoadSeries.it

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti