•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alla domanda Nino Schurter riuscirà a completare una stagione incredibile con la vittoria del campionato del mondo Xc 2017 stiamo per dare una risposta.
La gara mondiale è sempre una delle più imprevedibili della stagione e ci si aspetta che entrino in ballo più atleti rispetto a una tappa di Coppa del mondo.
E Jaroslav Kulhavy è uno degli atleti che oggi cercherà di rendere difficili le cose a Nino Schurter.

Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion

Al secondo giro rimangono in testa Schurter e Kulhavy seguiti da Avancini e Marotte a pochi secondi.
Dietro Litscher, Fumic, Flueckiger, Sarrou, Absalon a oltre 30”.
Manuel Fumic ha una buona condizione e sebbene al secondo giro sia un po’ attardato c’è da aspettarsi una rimonta.
Il percorso è molto polveroso, asciutto e, sulle rocce, è anche molto scivoloso.

Siamo al 3º giro.
Kulhavy sembra in ottima condizione oggi.
Lo scorso anno al mondiale a Nove Mesto riuscì a terminare sul podio, sebbene la sua stagione non fosse stata così brillante.
E lo stesso vale per questa stagione: è possibile che Kulhavy si sia risparmiato nel corso del 2017 per fare bene ai mondiali di Cairns.
Se così fosse per Schurter vincere oggi sarebbe davvero difficile.
Staremo a vedere.
Luca Braidot intanto è il primo degli italiani in 14ª posizione.
Thomas Litscher è in terza posizione, dietro Avancini, Marotte, Fumic, Fluckiger, Absalon nello stesso gruppo.

Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion

La gara si annuncia davvero molto difficile: è caldo e il sole è davvero rovente.
La sfida fra Schurter e Kulhavy si fa davvero interessante.
La domanda che attanaglia ora Schurter è capire se Kulhavy ne ha davvero per tenere questo ritmo tutta la gara.
Intanto lo svizzero Litscher e il brasiliano Avancini hanno raggiunto il duo di testa.
Forse Kulhavy e Schurter hanno rallentato un po’?
Il ceco intanto continua a dettare il ritmo, si gira e sa che dietro ci sono altri due atleti.
Avancini passa davanti e Litscher si metta subito alla sua ruota.
Schurter e Kulhavy sono sempre dietro.
Kulhavy è un po’ più indietro.
E’ molto caldo e forse Kulhavy sta recuperando un po’?
Lutscher continua a spingere e cerca di prendere il largo.
Schurter si riporta alla sua ruota.
Sarrou sta gareggiando senza reggisella, mentre Fontana si trova a ruota di Tempier.
I due svizzeri stanno facendo il vuoto, dietro Kulhavy e più indietro ancora Avancini.
Fumic in 4ª posizione e dietro di lui Marotte e Luca Braidot risale in 8ª posizione.
Schurter ora è in testa seguito da Litscher e sta spingendo forte per cercare di staccare Kulhavy.

Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion

Siamo al 5º giro.
Kulhavy si è riportato su Schurter-Litscher.
Avancini sembra non riuscire più a riportarsi sui tre davanti e Marotte a 36” si avvicina al brasiliano.
Dietro del francese troviamo Fumic e Lukas Fluckiger.
Poi Absalon, Cooper, Braidot.
Thomas Litscher sta facendo una bellissima gara e ricordiamo che lo svizzero è stato campione del mondo Xc under 23 nel 2011.
Kulhavy ritorna in seconda posizione e Avancini si trova 30” dietro dei tre in testa.
Fumic in 5ª posizione e Marotte in 6ª.
Absalon in 8ª a 1’02”.

I meccanici sostituiscono il reggisella rotto a Sarrou

Inizia il penultimo giro.
Schurter e Kulhavy sembrano in buona condizione, ma chi sembra di tare meglio è Litscher.
Kulhavy torna in testa a dettare il ritmo.
I due svizzeri non mollano la sua ruota.
Il ceco sta spingendo forte in salita, ma Schurter e Litscher riescono a resistere.
Se si arrivasse in volata Kulhavy sarebbe il favorito.
Ricordate lo sprint finale ai Giochi di Londra fra Schurter e Kulhavy?
Schurter quindi dovrebbe tentare un allungo prima della discesa finale se vuole avere delle chance serie di vittoria.

Buona la gara di Gerhard Kerschbaumer

Sempre che Kulhavy non attacchi prima.
Intanto Avancini è ancora in 4ª posizione, poi Fumic a 9”.
Non sembra esserci alcun gioco di squadra fra Litscher e Schurter e sembra che Litscher ne abbia più del suo connazionale.
Schurter è di nuovo in 2ª posizione.
E attacca, riuscendo a prendere qualche secondo di vantaggio.
E’ questo l’attacco che lo porterà alla vittoria?

Basta poco a Schurter per restare davanti e riuscire a tenere il vantaggio fino al traguardo.
Nino Schurter sta scrivendo un altro pezzo di storia di questo sport.
E vince il suo 6º titolo mondiale Xc.
Dietro di lui Kulhavy e poi Litscher.

Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion

Primo degli italiani è Gerhard Kerschbaumer, 13º, poi Luca Braidot in 17ª, Marco Aurelio Fontana in 21ª, Daniele Braidot in 27ª e Andrea Tiberi in 30ª.
Di seguito la classifica dei primi 30 (qui la classifica completa):

Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion
Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion
Foto Armin M. Küstenbrück EGO-Promotion




Dopo la vittoria ai Giochi Olimpici di Rio nel 2016, il 2017 è stato l’anno della definitiva consacrazione per Nino Schurter riuscendo a vincere tutte le prove di Coppa del mondo, la classifica finale di Coppa del mondo e il campionato del mondo nella stessa stagione.
Un risultato che non era mai riuscito a nessuno prima d’ora e che difficilmente potrà essere ripetuto.
Le prestazioni di Nino Schurter per tutta la stagione 2017 sono state costanti, tremendamente efficaci e prive di qualunque defaillance meccanica (almeno negli eventi di rilevanza mondiale).

La Scott Spark Rc 900 con la quale Schurter ha gareggiato al mondiale in Australia: qui i dettagli

Qui gli altri report dai Campionati del mondo 2017 di Cairns e qui tutti i nostri report della Coppa del mondo 2017

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti